rotate-mobile
Volley Pian di Massiano

Volley A2 femminile, anche il vice allenatore della Bartoccini "gioca in casa": ufficiale l'arrivo di Guido Marangi

L'ex tecnico della 3M, reduce da una stagione tutt'altro che fortunata in A2 oltre che da una lunga esperienza nel mondo del volley, affiancherà Giovi nelle sue funzioni: "Il PalaBarton, che emozione"

La scorsa stagione in serie A2 alla guida della 3M non si è rivelata piuttosto fortunata. Malgrado tanta buona volontà la retrocessione in B1 purtroppo è stata inevitabile, ma questo non può certo aver intaccato il lavoro di un allenatore che ha saputo comunque valorizzare un gruppo e le ultime vittorie, inutili ai fini del verdetto finale ma comunque prestigiose, non sono certo passate inosservate.

E così la Bartoccini Fortinfissi Perugia ha reso noto di aver ingaggiato come vice allenatore Guido Marangi, che aiuterà dunque Andrea Giovi, coach designato, nelle sue funzioni. 

Lunga la sua esperienza nel mondo del volley, iniziata nel 2008 in qualità di scoutman della vecchia Sirio Perugia per poi proseguire nella Stagione 2009/2010 con Piacenza sempre in Serie A;  l'anno seguente sempre con la formazione piacentina passa dai numeri al supporto in campo vestendo l'incarico di assistente allenatore, Nella Stagione 2011/2012 passa a Pavia dove rimane fino alla Stagione 2015/2016. L'anno successivo torna in Umbria per ricoprire il ruolo di allenatore con la Pallavolo Perugia salvo poi spostarsi ad Offanengo nella Stagione 2019/2020, l'Umbria però chiama ancora e quindi c'è il rientro nello staff della seconda formazione femminile di Perugia con cui resta fino alla chiamata della Bartoccini-Fortinfissi Perugia.

Le prime impressioni

Non è stato difficile carpire le intenzioni della società rossonera: "Devo dire che sin da subito, quando sono stato contattato dal Presidente Bartoccini e dal DS Remo Ambroglini, ho sentito la loro voglia di cercar di far partire un "nuovo corso" qui a Perugia, ma soprattutto l'intenzione di provare a creare qualcosa che potesse riportare Perugia in alto il prima possibile, ma in maniera più stabile e duratura nel tempo. Sentire questa voglia e questa passione sono un carburante essenziale anche per noi allenatori, ci serve per cercare di dare sempre il massimo in palestra e per tirare fuori il massimo potenziale della squadra. Altra cosa da non tralasciare poi, ha contribuito fortemente in questa scelta anche la mia voglia personale di tenere alto il nome di Perugia, come del resto ho sempre cercato di fare in tutti questi anni. Come umbro è lo stimolo più grande che posso avere".

Marangi sarà dunque a stretto contatto con Giovi: "Con Andrea la conoscenza risale a tanti anni fa, addirittura quando eravamo due ragazzini che si approcciavano alla pallavolo da pochissimo tempo, ci siamo subito confrontati molto e quella che è la sua idea di pallavolo, mi piace e credo sarà divertente provare a svilupparla in palestra durante l'annata. Ci piace pensare a uno stile di gioco abbastanza aggressivo per provare sempre a tenere sotto pressione la squadra avversaria, sia in fase di costruzione del nostro gioco, ma anche quando saranno gli avversari ad avere la possibilità di attaccare".

Sul campionato che verrà: "Purtroppo conosco bene l'amarezza provata per la retrocessione, proprio perché, ho vissuto la stessa cosa nella mia passata stagione con Pallavolo Perugia. Devo dire che sono estremamente contento del roster che la nostra dirigenza è riuscito a comporre, ovviamente considerando la sola conferma di Bartolini al centro, come tutte le squadre che subiscono una forte ristrutturazione, dovremo cercare di trovare quell'amalgama di squadra fondamentale nel nostro sport il prima possibile. Ci sarà d'avere un po' di pazienza per far funzionare tutti i meccanismi, quindi non dovremo farci prendere dalla fretta di ottenere subito il risultato massimo, dovremo costruirlo giorno per giorno, con il lavoro in palestra, in modo da poter arrivare a marzo in corsa per l'obbiettivo che ci siamo prefissati".

Per Guido dunque si prospetta un ritorno al PalaBarton dopo diversi anni: "Devo dire che un po di emozione ci sarà sicuramente nel tornare a sedere su quella panchina che avevo già assaporato con la Sirio e so bene quanto la nostra Perugia Sportiva, i nostri tifosi, sappiano trasmettere calore alla squadra quando la vede lottare e combattere su tutti i palloni. Tante tantissime volte sono stati il nostro settimo (oramai direi ottavo) giocatore in più in tante situazioni e non vedo l'ora di risentirli suonare i tamburi per noi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A2 femminile, anche il vice allenatore della Bartoccini "gioca in casa": ufficiale l'arrivo di Guido Marangi

PerugiaToday è in caricamento