rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Volley Pian di Massiano

Playoff Superlega, cuore e batticuore Sir ma è vittoria di platino: Milano si arrende in quattro set

I ragazzi di Anastasi perdono il primo set e rischiano di fare altrettanto nel secondo, ma proprio nel momento più difficile si ritrovano e si aggiudicano giustamente gara 3. Ora arriva il fondamentale intermezzo della Champions

Questa volta il PalaBarton ha davvero sudato freddo, ma il lieto fine, fortunatamente, è avvenuto. La Sir Safety Susa Perugia si è aggiudicata, nel giorno in cui è stata ripristinata l'ora legale, una partita chiave per la sua stagione. L'Allianz Milano si è confermata per buona parte di questa gara 3 quella squadra scorbutica capace di imporre il primo stop in questo campionato ma nel volley quando i valori escono fuori per l'avversario non c'è scampo. 

Il risultato di 3-1 (22-25, 30-28, 25-18, 25-20), soprattutto per il modo in cui la partita si è sviluppata, non può che essere la conferma di questo concetto, anche se le difficoltà, ancora una volta, non sono mancate. Gli uomini di Roberto Piazza, per quasi due set interi, hanno giocato a braccio sciolto ma, proprio quando stavano pregustando lo scherzetto ai 3000 del PalaBarton, hanno dovuto subire il ritorno dei Block Devils che hanno ritrovato le loro qualità migliori e si sono meritatamente portati a casa questa sfida.

La Superlega per una settimana abbondante va in letargo: mercoledì c'è un'altro passaggio fondamentale, la semifinale di andata di Champions League in trasferta contro i doppi detentori dello Zaksa. 

LE CIFRE - Match complicatissimo per i bianconeri, che nei primi due set hanno pagato qualche errore di troppo specie in fase di contrattacco (9 a 6 in tutto), ma che alla fine hanno avuto ragione in tutti i fondamentali. Iniziamo con il servizio, la cui sfida è stata vinta per 5 aces a 3; bene anche la ricezione (56 vs 38%), l'attacco (50 vs 37%) e il muro (13 vs 11). Ad aggiudicarsi il premio MVP è Oleh Plotnytskyi, 18 punti di cui 2 in battuta e 2 a muro, con il 57% in ricezione. 

LA PARTITA - Dentro Russo, Flavio ed Herrera per cercare di dare maggiore vivacità, ma l'avvio è in salita. Patry va subito a segno e Loser ci mette il muro (1-4). Il francese ha il braccio particolarmente armato e ne approfitta per portare i suoi sull'8-13. Entrano Semeniuk e Rychlicki ed inizia la risalita con il muro di Giannelli e l'ace proprio di Semeniuk (11-13). Plotnytskyi fa sperare in un aggancio a stretto giro (12-13), Patry ed un errore di Rychlicki allontana l'ipotesi (12-16). Il lussemburghese si rifà chiudendo a muro per il 17-18. Ace di Porro per il 18-21 e Anastasi ferma il gioco; Plotnystkyi spacca il muro (21-22), ma Patry è ancora infallibile o quasi (22-24). Sempre Plotnytskyi manda fuori permettendo a Milano di passare a condurre le danze. 

Difficile anche l'avvio del secondo set: una doppia assai dubbia di Plotnytskyi (non sanzionata ad un giocatore avversario qualche azione dopo) e il muro di Mergarejo determinano il 4-6. La reazione dei Block Devils frutta il pari con il mani out di Plontytskyi (8-8), flebile perchè Rychlicki va a sbattere contro il muro a tre di Milano (8-10). Ace di Loser (12-16), Rychlicki non trova il campo (15-20). Servirebbero dei turni al servizio per riaprirla: Plotnytskyi e Leon se ne fanno carico (21-23), Milano va sul 22-24. Qui avviene il prodigio: Russo stampa due muri favolosi e si va ai vantaggi. Semeniuk realizza il potenziale vantaggio ma il videocheck rileva un'infrazione a rete del polacco (24-25). Si va avanti ad oltranza fino a quando Rychlicki corregge una ricezione difettosa sul servizio di Giannelli e sigla il pazzesco 30-28.

Si spera che questo incredibile epilogo segni una svolta e le premesse sembrano esserci. Ancora un muro di Russo e si va sull'8-6, poi Milano commette fallo a rete e Perugia, che azione dopo azione ritrova fluidità di gioco, allunga (12-9). Ancora Plotnytskyi dai nove metri e un attacco out di Loser scavano un margine che inizia a diventare importante (16-10). Gli ospiti sbagliano anche con Ebadipour ed è 20-13. Ottima la gestione del vantaggio, con la stoccata finale affidata a Rychlicki.

Si riparte con Giannelli protagonista (3-1) e la replica di Piano (3-3). Ancora decisivo Rychlicki per il muro dell'8-4 così come quello di Plotnytskyi, che spedisce l'avversario a distanza pressochè di sicurezza (16-10). Non c'è più partita e il break finale è di Semeniuk (25-20). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff Superlega, cuore e batticuore Sir ma è vittoria di platino: Milano si arrende in quattro set

PerugiaToday è in caricamento