rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Volley Pian di Massiano

Playoff Superlega, per la Sir la disfatta è completa: Milano passa in quattro set e la estromette dalla lotta scudetto

Tutto sembrava andare bene con il primo set vinto nettamente, poi solite amnesie che consentono agli uomini di Piazza di rientrare con forza in partita. Il PalaBarton fischia, cosa mai accaduta prima

E' opportuno partire dalla fine. Cade a terra l'ultimo pallone, la panchina bianconera cerca di "attaccarsi" ad un ultimo videocheck per fallo sulla linea centrale, ma è tutto inutile. L'Allianz Milano espugna in gara 5 il PalaBarton battendo 3-1 una Sir Safety Susa Perugia che continua ad essere lontana parente di quella ammirata prima della Coppa Italia (25-18, 21-25, 27-29, 23-25) e vola con pieno merito in semifinale. La novità è la seguente, vale a dire che il PalaBarton, stavolta, non la prende affatto bene. I 3500 presenti fischiano sonoramente i propri beniamini che a capo chino guadagnano gli spogliatoi. Fino a questo momento non era mai accaduto. 

FOTO - Volley Superlega, tonfo Perugia: addio scudetto

E dire che tutto era iniziato alla grande, con il primo set vinto senza grossi problemi. Che sono iniziati dopo: la squadra di Roberto Piazza ha tirato fuori l'orgoglio giocando con quel cuore e con quella determinazione che i Block Devis, dispiace sottolinearlo, non hanno messo in campo. Il prossimo ostacolo dei lombardi sarà Piacenza, autrice di un'altra incredibile rimonta sul taraflex di Modena. 

E ora gli scenari che si aprono per gli uomini di Andrea Anastasi sono tutt'altro che benevoli: per la prima volta dopo sei stagioni di fila non sarà consentita la partecipazione alla Champions League e ci si dovrà giocare la qualificazione alla Challenge Cup nei playoff che assegneranno il quinto posto. Un fastidio di cui si sarebbe fatto volentieri a meno. 

LE CIFRE - E' stato il servizio a spostare gli equilibri: Milano ha dominato nel fondamentale con 8 aces ad uno e ha sbagliato meno dell'avversario (21 a 23). Perugia ha avuto la meglio seppur di pochissimo in ricezione (44 vs 42%) mentre non è bastata una superiorità in attacco (50 vs 38%) e a muro (10 vs 6). MVP un indomito Yuki Ishikawa, 18 punti di cui 3 in battuta e il 54% in ricezione. 

LA PARTITA - Leon siede in panchina nello schieramento iniziale, fiducia a Plotnytskyi. Gioca dall'inizio anche Herrera. 

Squadre che partono contratte. con diversi errori al servizio da ambo le parti. Quello di Russo però mette in difficoltà la ricezione ospite e propizia la giocata di prima intenzione di Flavio per il 9-7. Semeniuk inchioda la pipe del 12-9 e Piazza chiama time out. Tutto inutile perchè Flavio stampa un murone su Melgarejo ed è 13-9. Loser dai nove metri dimezza (13-11), Herrera mura due volte di fila e ristabilisce le distanze (15-11). Copione che appare identico, ma il break firmato Semeniuk, Plotnytskyi, Herrera e Giannelli sistema tutto (21-14). L'errore al servizio di Ishikawa consegna il primo set ai Block Devils.

Scambio di colpi anche in avvio di seconda frazione, con il break di Semeniuk e Herrera (suo il muro dell'8-5). Time out Milano per tentare di spezzare il ritmo: Ishikawa gioca sul muro avversario (9-8), Semeniuk sbaglia (9-9), Porro indovina un ace incredibile (9-10) ed infine Melgarejo risolve uno scambio lungo (9-11). E' la serie che cambia tutto: Semeniuk non trova nuovamente il campo e Ishikawa realizza dai nove metri per il 10-14. Perugia non deve far altro che risalire la china e si riporta a contatto con l'errore di Piano (15-16). L'aggancio è di Semeniuk (19-19), ma dura poco: ancora Ishikawa infila una bomba clamorosa ed è 19-21. Quattro i set point, l'errore di Semeniuk in battuta determina il 21-25.

Tutto da rifare ma non è facile nemmeno ripartire. Ennesimo ace di Porro e tocco sotto di Loser per il 4-7; mani out di Melgarejo per il 7-9. Prova a rimediare Herrera con un ace (7-9), risponde con la stessa moneta Patry (9-12). Allarme rosso quando Ishikawa sfonda il muro per il 9-13; entra Leon al posto di un Plotnytskyi stanco e con Herrera Perugia si riporta sotto (18-19), il capitano va a sbattere contro il muro meneghino (18-20). Si fa nuovamente dura quando Ishikawa segna il 19-22, ma grazie a Flavio ed un errore di Patry è nuovamente parità (22-22). Perugia riuscirà addirittura a passare avanti con Herrera (23-22), Ishikawa rimanda il verdetto ai vantaggi (24-24). Anche qui accade di tutto, fino all'errore in attacco di Herrera del 27-29.

Più che mai spalle al muro la Sir deve reagire ma anche il quarto set non parte benissimo con due errori in attacco di Plotnytskyi (2-4). Herrera prova a dare nuova linfa (8-9), ma al secondo tentativo si incarta (8-11). Quelli di Milano le prendono proprio tutte, compresa la bordata di Zurdo, murata da Piano (10-14). Anche questa volta la rimonta riesce, chiusa da un errore di Mergarejo (15-15). Herrera gioca sul muro ed è sorpasso (16-15), Mergarejo non ci sente e dal fondo trova un servizio incredibile e Semeniuk mette ancora fuori (16-18). Ebadipour fa altrettanto ed è 20 pari. Due match point con Mergarejo (22-24), i lombardi sfruttano il secondo con Ishikawa e a nulla vale il videocheck chiesto da Anastasi per fallo sulla linea centrale. Il punto è regolarissimo e fa sprofondare il PalaBarton nella rabbia più totale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff Superlega, per la Sir la disfatta è completa: Milano passa in quattro set e la estromette dalla lotta scudetto

PerugiaToday è in caricamento