Venerdì, 12 Luglio 2024
Volley Pian di Massiano

Volley Superlega, la Sir Safety Susa vince e convince: Monza ko in soli tre set

I Block Devils non steccano l'esordio in Superlega davanti al proprio pubblico e spazzano via i brianzoli in poco più di un'ora e mezza. Il tutto nonostante il mancato impiego di Leon

Manca Leon? Nessun problema, ci pensano Plotnytskyi e compagnia bella. Il 3-0 inflitto alla sempre ostica Vero Volley Monza all'esordio in Superlega certifica un fatto molto importante, che potrebbe fare la differenza a lungo andare: chiunque entra è in grado di dare concretamente il proprio contributo per arrivare al risultato. Il recente passato però vieta di fare voli pindarici prima del tempo, ma se lo spirito permane questo è impossibile non essere ottimisti. E' durata poco più di un'ora e mezza la resistenza degli uomini di Eccheli, che hanno cercato in tutti i modi di opporsi al ritmo a dir poco frenetico della formazione bianconera salvo poi soccombere senza appello. E il pubblico, che per la prima volta e giustamente è tornato a poter fare il tifo senza il peso della mascherina obbligatoria, non ha potuto che spellarsi le mani. Tutto bene dunque, ma è importante più che mai restare con i piedi ben saldi a terra: quella di oggi era solo la prima tappa di un viaggio che si preannuncia difficile e pieno di insidie (la prossima sarà Siena). 

LE CIFRE - La Vero Volley è riuscita a reggere il confronto soltanto a muro (7 vs 7), mentre è dovuta soccombere in tutti gli altri fondamentali. Sette sono gli ace con cui Perugia ha vinto il confronto al servizio, mentre in attacco la differenza è stata 57% vs 46%. Prevalenza bianconera anche in ricezione, con il 61% vs 48%. MVP è stato eletto Oleh Plotnytskyi, a segno 12 volte di cui 2 in battuta e una a muro, con il 56% in difesa e 41 in fase offensiva. Sull'altro fronte i 12 punti di Grozer non si sono rivelati sufficienti ad evitare il ko. 

LA PARTITA - Anastasi si affida subito a buona parte degli uomini migliori, facendo debuttare il polacco Semeniuk e dando fiducia a quello che potrebbe essere a tutti gli effetti il miglior acquisto di questa squadra cioè Russo. Leon, evidentemente ancora non al meglio, resta in panchina.

E' evidente la preoccupazione dei Block Devils di non steccare e la partenza è quella auspicata: Russo fa subito sentire la presenza e fa 2-0. Monza reagisce e trova la parità con un muro di Davyskiba (3-3). Perugia capisce che al servizio deve accelerare: l'ace di Rychlicki vale il 9-6. Lo stesso lussemburghese è protagonista in prima persona dell'ulteriore allungo (11-7). Un leggero allentamento del ritmo riporta sotto i brianzoli (muro Davyskiba, 17-15), ma le distanze vengono prontamente ristabilite con la bomba di Plotnytskyi (19-15). Il colpo di Semeniuk di fatto scava un solco incolmabile (22-17): Rychlicki non si fa scappare l'occasione di chiudere con il mani out del 25-19. Perugia passa dunque a condurre per 1-0.

Avvio bianconero leggermente sotto tono nel secondo set, ne approfitta Maar che porta i rosablù sul 2-4. Rychlicki dai nove metri riesce a fare ancora male e annulla il distacco (6-6). Maar è impreciso in contrattacco e Perugia può così ribaltare la situazione (10-9). Eccheli comanda la sospensione del gioco e gli effetti sembrano essere benefici: Rychlicki va a sbattere contro il muro dei monzesi, che siglano il controsorpasso (10-11). La gioia dura poco: Semeniuk infila l'ace del 12-11 ed è nuovo vantaggio Sir, che cerca un break per spezzare l'equilibrio. Tocca a Plotnytskyi e Russo trovarlo e si va sul 15-12. Russo inchioda la pipe del 17-13 e Monza chiama il secondo time out. Questa volta però non c'è nulla da fare: Semeniuk è abile a giocare sul mani fuori così come "Kalasnikov" ad infilare l'ennesimo ace (20-14). Monza prova a riavvicinarsi, ma Solè non sbaglia: 25-21 e sfida indirizzata. 

I Block Devils hanno tutte le intenzioni di chiudere la contesa: Rychlicki e Russo lo fanno subito intuire (2-0). Replica Galassi per il 2-2. Grozer sbaglia e sembra far prefigurare un altro monologo (8-6), Maar non ci sta e sigla il nuovo aggancio (8-8). Perugia però alza il muro e riesce a far male sia con Semeniuk che con Russo (11-8). I rosablù non riescono più ad opporsi al ritmo impresso alla gara dai padroni di casa, che allungano ancora e mettono di fatto al sicuro la vittoria (19-13). Monza non riesce più a rientrare ed è costretta a cedere le armi (25-18) senza diritto di replica. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Superlega, la Sir Safety Susa vince e convince: Monza ko in soli tre set
PerugiaToday è in caricamento