Volley

A2: alla 3M Perugia non basta una super Salinas, Martignacco espugna il PalaPellini

Nello 0-3 di ieri si salva soltanto il primo set, quello in cui le umbre sono rimaste maggiormente in partita

L’ultimo posto solitario continua a rimanere una triste realtà per la 3M Perugia nel girone B della A2 di volley femminile. La formazione umbra è uscita sconfitta nettamente dall’incontro del PalaPellini contro una Libertas Martignacco in striscia positiva, uno 0-3 che è stato messo in discussione soltanto in avvio di match. Primo set che viene tenuto in equilibrio da entrambe le formazioni che alternano buonissimi attacchi e difese a muro a banali errori in battuta e ricezione. È proprio sugli errori che deve migliorare la squadra friulana per poter aumentare la sua efficienza in campo e dove dimostra ancora delle lacune fortunatamente colmabili.

Ex dell’incontro la friulanissima Miriana Manig, cresciuta nel vivaio di Martignacco con cui ha anche esordito in B1 nelle annate 2014-15 e 2015/16. Il break del set arriva sul 18 pari, dove dopo un time-out e l’entrata in scena dell’ormai temuta Lazzarin in battuta, l’Itas Ceccarelli group scava un distacco di quattro lunghezze (19-23) mettendo la formazione di Perugia all’angolo e costringendola a difendersi per 3 match point consecutivi (21-24). A mettere la firma sul primo set la schiacciata della statunitense Roxie Wiblin. Secondo set che si apre con un parziale di 1-5 per le Friulane rientrate in campo con la stessa grinta portata avanti dalla fine del primo set.

Spariti gli errori in battuta, Tellone tiene serrate le file della difesa e ricezione Friulana. Gli attacchi dal centro di Capitan Modestino e dell’opposto Sironi sono particolarmente efficaci contro la formazione Umbra non capace di costruire una reazione vincente. Sul 6-14 c’è spazio allora per l’esordio della giovanissima banda Elisa Bole che con due attacchi da posto quattro, firma subito due punti consecutivi. Trova spazio allora anche la palleggiatrice Ilaria Granieri che non manca di personalità scegliendo come primo attacco una perfetta “uno” per Capitan Modestino la quale scaglia la palla nei tre metri avversari (19-7). Dopo l’azione il centrale e l’opposto Sironi lasciano il posto a Bibiana Guzin e Linda Cabassa.

Il muro di Eckl chiude definitivamente i giochi sul 13-25, le giovanissime premiano così la fiducia riposta in loro da Coach Gazzotti. Il terzo set, è una fotocopia del secondo, complice un parziale di 1-5 che scombina nuovamente l’equilibrio della partita che termina 14-25. Nota negativa l’infortunio di Linda Cabassa le cui condizioni non sono ancora note, esce dal campo fra gli applausi del Pala Pellini. A lei gli auguri di una prontissima guarigione nella speranza di rivederla presto in campo. Il tabellino del match:

3M PERUGIA-LIBERTAS MARTIGNACCO 0-3 (22-25, 13-25, 14-25)

PERUGIA: Traballi, Salinas 13, Bosi, Rota, Patasce 6, Negri 5, Giudici 8, Pero, Manig 1, Agbortabi 1. All. Marangi

MARTIGNACCO: Guzin 3, Cabassa 1, Allasia 1, Sironi 11, Modestino 7, Granieri 1, Lazzarin, Wiblin 12, Bole 4, Cortella 10, Tellone, Eckl 10. All. Gazzotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: alla 3M Perugia non basta una super Salinas, Martignacco espugna il PalaPellini
PerugiaToday è in caricamento