rotate-mobile
Volley

A2. La 3M Perugia batte Marsala in rimonta e la aggancia in classifica: addio all'ultimo posto solitario

Vittoria che vale doppio per le biancorosse che hanno reagito da grande squadra allo 0-1 iniziale

Il “vascello” della 3M Pallavolo Perugia torna col pieno bottino dei tre punti dalla Sicilia. Le ragazze di coach Marangi, nel pomeriggio di domenica 19 febbraio, hanno espugnato in rimonta per 1-3 il campo della Seap Sigel Marsala dell’ex tecnico Buonavita. Dopo un primo set da dimenticare, le perugine hanno preso coraggio, rinvenendo anche in situazioni di largo svantaggio negli ultimi due parziali. Mvp è Lucija Giudici con i suoi 18 punti a terra, ma bene anche capitan Pero e la banda composta da Traballi e Salinas. La 3M raggiunge così a quota 9 punti proprio Marsala, con la quale ora condivide l’ultimo posto nel girone B di A2. Per la chiusura della regular season, alle biancorosse manca solo un match, quello in casa di Talmassons (5 marzo) che sarà preceduto dal turno di riposo. Buonavita sceglie Ghibaudo opposta a Salkute, i terminali offensivi Bulovic e Moneta e le centrali D’Este e Frigerio.

Maglia di libero per Norgini. Marangi si affida invece alla diagonale d’attacco Manig-Giudici, alle schiacciatrici Salinas e Traballi e alle centrali Pero e Agbortabi. Il libero è Rota. Si comincia con il pallone in out attaccato da Giudici: 0-1. Di Salkute, Frigerio (attacco dal centro) e Bulovic (ace) l’1-4 momentaneo. Successivamente il + 3 viene mantenuto sulla situazione di gioco del 6-3, per poi crearsi un ulteriore strappo sul 9-3 (Salkute pallonetto, Bulovic in diagonale e D’Este in fast), quando Marangi si appella al time-out. Al rientro in campo è Giudici a mettere giù il pallone del 9-4, colpendo da posto due. Si riavvicina la 3M Perugia con Salinas e Giudici, così sul 13-12 arriva il time-out di Buonavita. Marsala mantiene il +1, ma un grande muro di D’Este sul 16-15 dà avvio ad un finale solido della squadra di casa: 19-15 e secondo ed ultimo time-out di Marangi.

Con il muro di D’Este, due volte Bulovic e con un timbro a testa di Moneta e Salkute, si arriva presto al 24-15. Un nuovo punto di Giudici: 24-16. Errata la battuta ospite ed è 25-16. Il primo punto del secondo set è azzurro. Una combinazione dal centro veloce tra la giovane regista Ghibaudo e Frigerio con palla a terra della centrale di Cantù su primo tempo: 1-0. Errore in attacco di Giudici ed è 2-0. La fase iniziale resta incerta: 4-4 e 6-6. Un muro di Ghibaudo è l’ultimo punto di Marsala prima del contro break biancorosso con due attacchi di Agbortabi: 7-11. Buonavita opta per il cambio: dentro Garofalo per Bulovic. Marsala reagisce e Frigerio conclude dal centro: 8-11. Aumenta il divario tra le squadre al passaggio dell’8-15, ma c’è un piccolo minibreak della Seap Sigel Marsala con Salkute, il muro di D’Este e una schiacciata di Moneta: 11-15. Sul nuovo allungo di Perugia (12-18) Szucs rileva Moneta e da un suo punto giunge uno degli ultimi per Marsala relativamente al secondo parziale. Giudici e Salinas sono in gran spolvero e si giunge presto al 16-25.

Il terzo set esordisce con l’ace di Ghibaudo e gli attacchi centrali di Agbortabi: 2-1. Situazione che cambia rapidamente con il punto di Salinas: 2-4. Bulovic e Salkute controreplicano per il 5-4. Poi Salinas è incaricata per quattro volte di fila e Perugia se ne va sul 9-5. Marsala rientra in partita col muro di D’Este che poi apre ai punti di Bulovic, Szucs e a qualche errore offensivo delle ospiti. A partire dall’11 pari il punteggio fa come un’altalena e la Seap Sigel resta davanti per un solo scambio, quello del 16-15, con il timbro ad opera di Salkute. Poi Perugia fa rispettare un break di quattro punti a zero: 16-19 e time-out di Buonavita. Con buona predisposizione annulla lo svantaggio la Seap-Sigel Marsala e si porta sul 20-19 e si presenta qualche scambio precedente il solito cambio Garofalo per Bulovic. Ma Salinas e Giudici riacciuffano e rimontano le giovani azzurre addirittura con due palle-set a disposizione. Rientra Moneta per Szucs. Una la riesce ad annullare Salkute: 23-24, ma Giudici è implacabile: 23-25. Il quarto set si presenta con Moneta al posto di Bulovic. Lo spartito è in mano alla 3M negli scambi iniziali: 2-7.

La Seap Sigel tenta di risanare lo strappo e diversi punti, oltre che da Salkute, sono firmati da Szucs: 7-9. Punto in battuta di Ghibuado: è 12-12. Bulovic ribadisce su schiacciata dopo attacco di Moneta recuperato dalla seconda linea biancorossa: 16-14. Un ace di Szucs dopo time-out di Perugia spiana la strada ad altri due punti, di cui uno di Bulovic: 19-16. Più avanti il 21-19 è un muro punto di Ghibaudo. Ad un ritorno di Perugia sul punteggio, si consuma il time-out di Buonavita: 21-20. Ma due punti di Moneta portano le padrone di casa sul 23-20. Perugia però non molla e si risolleva. Salinas in battuta mette in apprensione Marsala e la 3M Perugia recupera punto dopo punto, rimettendosi avanti al punteggio: 23-24. Un punto di Giudici chiude le ostilità sul 23-25. Il tabellino del match:

SEAP SIGEL MARSALA – 3M PALLAVOLO PERUGIA 1-3 (25-16, 16-25, 23-25, 23-25)

MARSALA: D’este 13, Salkute 19, Szucs 8, Frigerio 11, Garofalo, Moneta 5, Ghibaudo 4, Bulovic 9, Norgini (L). N.e.: Guarena. All.: Buonavita

PERUGIA: Manig 1, Giudici 18, Pero 8, Agbortabi 7, Traballi 12, Salinas 15, Bosi 1, Negri, Patasce, Rota (L). All.: Marangi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2. La 3M Perugia batte Marsala in rimonta e la aggancia in classifica: addio all'ultimo posto solitario

PerugiaToday è in caricamento