rotate-mobile
Volley

Bartoccini Fortinfissi Perugia, niente da fare nel recupero: Novara vince 3-0 al PalaBarton

Finisce dopo poco più di un'ora e un quarto la sfida contro la capolista del campionato di A1. Per non correre rischi obbligatorio il successo a Casalmaggiore

Non era certo la partita adatta per portare a casa punti, ma le attenuanti almeno stavolta ci sono eccome. La Bartoccini Fortinfissi Perugia si è di fatto trovata a doversi giocare una stagione, a causa di un calendario assolutamente cervellotico, in quarantotto ore. Non sarebbe corretto affermare che Havelkova e compagne avrebbero dovuto "scegliere quale delle due partite giocare", ma decidere in quale riversare le maggiori energie sicuramente si. La Igor Novara così ha potuto avere vita facile aggiudicandosi il recupero della diciottesima giornata in poco più di un'ora e un quarto di gioco. Non che le magliette nere non ci abbiano provato: troppo era il divario tecnico con le ragazze di Lavarini, che per via del 3-0 del PalaBarton (15-25, 17-25, 17-25) possono ancora coltivare legittime ambizioni di primato. 

Per Havelkova e compagne, terz'ultime in classifica, dunque saranno quarantotto ore da farsi venire i capelli dritti: onde evitare di esporsi a dei rischi spaventosi (Trentino va a Monza, già certa del terzo posto, mentre Roma sarà di scena ad Urbino contro una Vallefoglia già aritmeticamente salva) non ci sarà alternativa che vincere a Casalmaggiore. Tutta la tifoseria e gli addetti ai lavori sono pronti ad incrociare le dita...

LE CIFRE - Non c'è praticamente partita e i dati parlano chiaro. Partendo dai muri (8 a 1 per le azzurre) e poi arrivando alla ricezione (57% vs 38%). Ma anche negli altri fondamentali non si scherza: in attacco la prevalenza piemontese è del 44% contro il 30% di Perugia, mentre la difesa ha concesso soltanto un ace alle padrone di casa (7 sono invece quelli realizzati). Ebrar Karakurt è risultata migliore in campo con 17 punti di cui 2 al servizio e 1 a muro (43% in attacco). 

LA PARTITA - Havelkova e Melandri tentano subito di rispondere agli attacchi di Novara (3-5), che tuttavia è intenzionata a regalare poco o nulla. Va in battuta Karakurt e fa centro (7-12). Sempre la turca si dimostra concreta ed efficace e permette alle azzurre il nuovo allungo (8-15). La ricezione delle padrone di casa va in affanno e il divario assume dimensioni incolmabili quando Bosetti realizza il 13-23. E' sempre di Karakurt la stoccata del 15-25. 

Novara trova subito il break point con Daalderop e Karakurt (1-5). Guerra tenta di rispondere (5-8), ma il fallo a rete di Perugia ristabilisce le distanze (6-11). La parallela out di Bosetti sembra riaccendere un barlume di speranza per le magliette nere (10-14), subito spento dalle iniziative di Daalderop (10-17). Il vantaggio è gestito senza particolari affanni e a chiudere è l'errore in attacco di Havelkova (17-25). 

Più equilibrate le primissime fasi del terzo set. Ben presto però Novara prenderà il largo con l'ace di Hanckock (7-11) e con rapidi capovolgimenti di fronte (della scatenata Karakurt l'8-15). Perugia proprio non riesce a controbattere ed il muro di Karakurt su Guerra sigilla definitivamente la contesa (17-25). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bartoccini Fortinfissi Perugia, niente da fare nel recupero: Novara vince 3-0 al PalaBarton

PerugiaToday è in caricamento