Sabato, 19 Giugno 2021
Sport

Volley Superlega, Piacenza-Perugia 1-3: la Sir vince e vola in vetta alla classifica

Torna con i tre punti in palio dalla temuta trasferta di Piacenza la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils sbancano il PalaBanca in quattro set e si portano in vetta alla classifica di Superlega a braccetto con Milano

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA - SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3
Parziali: 22-25, 17-25, 25-19, 20-25
GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Izzo 2, Grozer 13, Candellaro 8, Polo 10, Russell 13, Clevenot 10, Scanferla (libero), Antonov, Botto. N.e.: Hierrezuelo, Tondo, Shaw, Fanuli (libero). All. Bernardi, vice all. Botti.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 2, Ter Horst 11, Ricci 9, Solè 10, Leon 19, Plotnytskyi 16, Colaci (libero), Vernon-Evans, Zimmermann, Sossenheimer. N.e.: Piccinelli, Biglino, Russo (libero). All. Heynen, vice all Fontana.
Arbitri: Marco Braico - Roberto Boris
LE CIFRE – PIACENZA: 16 b.s., 3 ace, 54% ric. pos., 31% ric. prf., 37% att., 13 muri. PERUGIA: 19 b.s., 4 ace, 57% ric. pos., 16% ric. prf., 47% att., 13 muri. 

Torna con i tre punti in palio dalla temuta trasferta di Piacenza la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils sbancano il PalaBanca in quattro set e si portano in vetta alla classifica di Superlega a braccetto con Milano.
Ma a prescindere dal primo posto, evidentemente provvisorio dopo sole due giornate, è importante soprattutto la prova di forza e di carattere messa in campo dai ragazzi di coach Heynen, sempre senza Atanasijevic e Russo. La squadra però sta trovando lo stesso il proprio ritmo e la propria quadra da un punto di vista tecnico-tattico a cui aggiunge un carattere di ferro che le consente, come successo stasera, di tenere la barra dritta nei momenti di difficoltà e di spingere con qualità tecnica e temperamentale quando il vento soffia forte alle proprie spalle.

In un PalaBanca eccellente quanto a distanziamento e sicurezza, con 569 spettatori presenti, Perugia fa la voce grossa in particolare in fase break. E se stasera, a differenza del match con Vibo, la battuta non porta a casa un fatturato importante (4 gli ace alla fine, 2 di Leon ed 1 a testa per Ricci e Plotnytskyi), la squadra la vince con il muro (13 punti nel fondamentale, 5 a testa per Leon e Solè) e soprattutto con la correlazione tra muro e difesa. Tantissimi i palloni tenuti dalla seconda linea bianconera, con un super Colaci a guidare i compagni, e tanti quindi i rifornimenti per un Travica sempre molto lucido nella gestione del gioco d’attacco.
Se Leon è l’Mvp della gara (19 i palloni messi a terra dal fenomeno cubano-polacco), medaglia sul petto per Oleh Plotnytskyi. Il ventitreenne mancino ucraino ne infila 16, incanta la platea con giocate sopraffine in ogni angolo del campo, tiene alla grande in ricezione e crea sempre scompiglio alla ricezione avversaria con il suo servizio al salto. Doppia cifra anche per Ter Horst, ancora una volta utilizzato nel ruolo di opposto, e Solè, 9 i punti di un Ricci giocatore sempre affidabile e concreto.
Tre punti d’oro dunque per Perugia ed ora attenzione rivolta a mercoledì quando al PalaBarton, per la terza di campionato, arriverà un’arrembante Padova.  

IL MATCH - Continua a leggere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Superlega, Piacenza-Perugia 1-3: la Sir vince e vola in vetta alla classifica

PerugiaToday è in caricamento