menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley, semifinale scudetto: Sir Safety Perugia parte benissimo, Trento ko

Muro di Ivan Zaytsev… esplode il PalaEvangelisti. Grandi emozioni a Pian di Massiano per gara 1 di semifinale scudetto con la Sir Safety Conad Perugia che parte con il piede giusto nella serie superando in quattro set la Diatec Trentino

Muro di Ivan Zaytsev… esplode il PalaEvangelisti. Grandi emozioni a Pian di Massiano per gara 1 di semifinale scudetto con la Sir Safety Conad Perugia che parte con il piede giusto nella serie superando in quattro set la Diatec Trentino. Il boato del pubblico perugino saluta i Block Devils capaci di portare a casa un match combattuto, tirato, a tratti anche nervoso e deciso dalla determinazione della formazione di Lorenzo Bernardi nei momenti caldi del match.

Nonostante i 20 errori diretti, è il servizio l’arma decisiva di Perugia in questo primo atto della serie. Oltre ai 7 ace (due a testa per Berger ed Atanasijevic), costante la pressione dai nove metri di capitan De Cecco e compagni, cosa che alla lunga ha costretto Trento, una Trento apparsa assolutamente in forma, ad uscite scontate in attacco. Al resto ha pensato il cuore dei ragazzi del presidente Sirci. Quel cuore che è arrivato dove non riusciva più la tecnica, quel cuore che, a dispetto delle grandi qualità di questa squadra, ha fatto ancora una volta la differenza.

Splendido, come spesso in questi playoff, Alexander Berger. 14 i punti del martello austriaco (best scorer dei suoi) e prestazione a tutto campo per l’eclettico posto quattro perugino, molto più di una semplice alternativa nella rosa di Bernardi. Da sottolineare anche i 6 muri vincenti di Podrascanin ed un ottimo Zaytsev in ricezione (63%) ed in attacco (57%), ma un plauso, in particolare nella gestione dei punti finali di primo, terzo e quarto set, lo merita davvero tutta la squadra. Una squadra unita, determinata, combattiva, dove Colaci vola in difesa, dove Anzani colpisce con regolarità dal centro, dove De Cecco dirige le operazione con lucidità, dove Atanasijevic, pur non straripante come al solito, esce di prepotenza nel quarto set. E dove ognuno porta il proprio mattoncino, vedi Shaw che entra per il muro e prende il muro e vedi Della Lunga inserito al servizio che crea lo scompiglio nella seconda linea avversaria.

Dunque, parafrasando una terminologia calcistica, 1 a 0 a palla al centro. La serie si sposta ora a Trento dove domenica, giorno di Pasqua, è in programma gara 2. Sarà ancora grande spettacolo con Perugia decisa, il tema ormai lo avete capito, al raddoppio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento