Sport

Volley Superlega, gara 3 di finale scudetto: Perugia-Civitanova 0-3

La Sir stecca la partita, la Lube va sul 2-1 nella serie di finale scudetto

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3
Parziali: 20-25, 18-25, 14-25
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica, Atanasijevic 12, Russo 3, Solè 4, Leon 12, Plotnytskyi 8, Colaci (libero), Ricci, Ter Horst, Vernon-Evans. N.e.: Zimmermann, Muzaj, Piccinelli, Biglino (libero). All. Fontana, vice all. Cadeddu.
CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 1, Rychlicki 8, Simon 9, Anzani 6, Leal 15, Juantorena 10, Balaso (libero), Kovar, Hadrava. N.e.: Marchisio, Falaschi, Larizza (libero), Diamantini, Yant Herrera. All. Blengini, vice all. Massaccesi.
Arbitri: Daniele Rapisarda - Dominga Lot
LE CIFRE – PERUGIA: 12 b.s., 1 ace, 51% ric. pos., 17% ric. prf., 52% att., 0 muri. CIVITANOVA: 11 b.s., 7 ace, 44% ric. pos., 22% ric. prf., 61% att., 5 muri.

 

Cade pesantemente in gara 3 la Sir Safety Conad Perugia.
I Block Devils cedono in tre set ad una eccellente Cucine Lube Civitanova restando in partita solo nella prima parte del primo set ed ora si trovano nuovamente sotto nella serie che assegna lo scudetto.
Prova incolore di Perugia che non trova mai il bandolo della matassa. Tralasciando le varie percentuali, pesano in negativo il saldo errori al servizio/ace (12 battute sbagliate, un solo punto diretto), lo zero nella casella dei muri vincenti e soprattutto i 26 errori gratuiti in tre set, un’enormità sempre e soprattutto contro un avversario come la Lube.
Serata difficile per gli uomini di Fontana anche perché, dall’altra parte della rete, c’è stata una squadra che ha girato a mille in attacco (61% di squadra), al servizio (7 ace) ed a muro (5 punti diretti nel fondamentale), sbagliando praticamente nulla (appena 13 gli errori diretti di cui 11 al servizio) e trovando in uno scatenato Leal il match winner.
In casa Sir 12 punti a testa per Atanasijevic e Leon, il migliore in attacco come percentuali è Plotnytskyi che ne mette 8 con l’80% in attacco.
La sconfitta, come detto, è pesante. Ma (e questa è davvero l’unica nota da salvare della serata) non decisiva. Perugia deve ricaricare energie e morale in questi tre giorni che la separano da gara 4 in programma sabato a Civitanova. I Block Devils saranno spalle al muro, l’unica strada per allungare la serie alla bella sarà quella di tornare dall’Eurosuole Forum con una vittoria.

IL MATCH

Formazione di gara 2 per Fontana. Out la pipe di Leon, vantaggio Civitanova (3-4). Muro di Simon (5-7). Ace di Juantorena (6-9). Maniout di Leon, Perugia accorcia (8-9). Ancora Leon in contrattacco e parità (10-10). Incomprensione tra Travica e Plotnytskyi (10-12). Altro errore in attacco dei padroni di casa (12-15). Plotnytskyi e poi ace di Atanasijevic (14-15). In rete Solè (14-17). Muro di Juantorena, la Lube scappa via (18-22). Pipe di Leal, set point Civitanova (20-24). Chiude subito il muro di Simon (20-25).
Parta a razzo la Lube nel secondo set con Leal scatenato in attacco ed al servizio con tre ace consecutivi (3-9). Ancora Leal in pipe, poi ace di De Cecco (5-13). Contrattacco di Leon (7-13). Perugia sistema la fase di primo attacco, ma non riesce a ricucire (14-20). Juantorena porta i suoi al set point (18-24). Out Solè, la Lube raddoppia (18-25).
Avvio equilibrato nel secondo set (6-6). Ace di Juantorena (6-8). Leal in contrattacco (7-10). Invasione aerea di De Cecco (9-10). Altri due per Leal (9-13). Muro di Simon, poi contrattacco di Leal (12-18). Perugia commette errori in serie (13-21). Leal chiude la diagonale (13-23). Il match è segnato, chiude Anzani (14-25).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Superlega, gara 3 di finale scudetto: Perugia-Civitanova 0-3

PerugiaToday è in caricamento