Volley Supercoppa, Sir Safety Perugia con i piedi per terra: "Non siamo ancora in finale"

Dopo il 3-0 rifilato a Modena davanti a 620 tifosi nella semifinale di andata al PalaBarton, i bianconeri Solè e Travica tengono alta la guardia in vista del ritorno: "Al PalaPanini ci sarà da lottare"

Inizia con una grande vittoria la stagione della Sir Safety Conad Perugia, che ha battuto per 3-0 la Leo Shoes Modena nell'andata della Supercoppa di Volley, andata in scena in un PalaBarton che ha visto la presenza di 620 spettatori, tutti distanziati e in mascherina secondo le disposizioni anti-Covid grazie anche all’organizzazione della società bianconera.

Sul campo invece protagonisti i 'Block Devils', che dovranno sfruttare ora il vantaggio accumulato nella sfida di ritorno in programma domenica prossima al PalaPanini. Intanto però ci si gode questo successo: “Il campo mi era mancato tantissimo in questi mesi - dice Sebastian Solè, 'Mvp' del match di ieri -. È da tanti anni che gioco a pallavolo, ma stavolta al fischio d’inizio quasi mi tremavano le gambe, avevo l’ansia di quelle belle. Ed è quello che ci vuole, lo sport ci vuole, ci vuole la passione di chi segue la pallavolo e era al PalaBarton".

Felice anche Dragan Travica: “Un buon esordio ed un buon risultato - spiega regista bianconero -. Non siamo contentissimi del gioco, abbiamo tante cose da migliorare e su cui lavorare. Ma sono molto contento invece per come siamo stati in campo nei momenti caldi, ludici, pazienti e con la giusta cattiveria. L’atteggiamento è una cosa difficile da allenare, il nostro ieri sera mi è piaciuto molto ed è stato quello giusto. Poi certamente bisognerà essere più fluidi ed avere meno sbavature. Io capitano in campo per l’assenza di Atanasijevic? Bata mi farà subito portare la paste!”.

Si pensa già alla sfida di ritorno, perché sarà quella che assegnerà il biglietto per la finalissima. Ed in questo caso il pensiero di Solè e quello di Travica sono assolutamente in linea. “Dobbiamo subito cancellare la vittoria di ieri - dice l’argentino -. Ci aspetta una settimana di lavoro tosto per migliorare”. E il regista conferma: “È una vittoria da ricordare e da scordare subito allo stesso tempo. Sicuramente domenica a Modena troveremo un avversario più agguerrito e più preparato e noi dovremo esserlo altrettanto per fare risultato”.

IL TABELLINO:

SIR SAFETY CONAD PERUGIA - LEO SHOES MODENA 3-0
Parziali:
26-24, 25-23, 25-20
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 2, Vernon-Evans 7, Ricci 5, Solè 12, Leon 16, Plotnytskyi 10, Colaci (libero), Ter Horst 2, Zimmermann, Piccinelli. N.e.: Atanasijevic, Sossenheimer, Biglino, Russo (libero). All. Heynen, vice all Fontana.
LEO SHOES MODENA: Christenson 2, Karlitzek 15, Stankovic 11, Mazzone 1, Petric 3, Lavia 11, Grebennikov (libero), Porro 1, Bossi 3, Estrada Mazorra 1, Vettori 1. N.e.: Rinaldi, Iznnelli (libero), Sanguinetti. All. Giani, vice all. Carotti.
Arbitri: Marco Zavater - Armando Simbari
LE CIFRE - Perugia: 11 b.s., 5 ace, 44% ric. pos., 21% ric. prf., 44% att., 10 muri. Modena: 12 b.s., 6 ace, 56% ric. pos., 24% ric. prf., 39% att., 7 muri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento