menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley A1, Modena vince anche gara 2. Ora il sogno scudetto della Sir rischia di svanire

Mille emozioni ed amarezza finale per i Block Devils che lottano per cinque set in un meraviglioso PalaEvangelisti. La serie scudetto si sposta nettamente dalla parte emiliana

Modena vince anche in gara 2 di finale scudetto violando un meraviglioso PalaEvangelisti e fa un grande passo verso la conquista del titolo. Esce dal campo con l’onore delle armi e con l’applauso dei 5000 sostenitori bianconeri la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils prendono la via dello spogliatoio a capo chino e non potrebbe essere altrimenti dopo una sconfitta. Ma i ragazzi di Kovac devono essere orgogliosi di come hanno tenuto il campo, di come hanno lottato, del cuore che hanno messo in ogni scambio. Hanno perso certo, hanno commesso errori tecnici sicuro, hanno fatto molto meglio in ricezione rispetto a gara 1 ma peggio in attacco. Ma hanno lottato, questo è fuori discussione.

La Sir bussa – Grande equilibrio in avvio di partita, poi la Sir comincia a prendere il distacco grazie ad un’ottima difesa e alle giocate di Kaliberda, Russell e Birarelli, supportate dalle sassate di “Magnum” Atanasijevic (17-10). Si arriva fino al 20-13, sembra fatta senza particolare fatica, ma Modena ha sette vite e riapre il discorso trascinata da Ngapeth. In pochi scambi i canarini si rifanno sotto, i Block Devils perdono un po’ di lucidità e il set si riapre (22-20). Per fortuna dei padroni di casa la furia del nazionale francese si conclude con una battuta che termina in rete. Atanasijevic ringrazia e sigla un ace magistrale che dà 4 set point a Perugia. Il primo viene annullato da Bruno che ferma a muro proprio il serbo della Sir, ma il successivo attacco fuori di Petric regala il punto decisivo alla squadra di Kovac.

Modena risponde – Nel secondo parziale i gialloblù si ricordano di essere la formazione che ha chiuso al secondo posto in regular season e creano immediatamente un divario che Perugia non riesce a colmare. De Cecco sbaglia la misura di qualche palleggio, Atanasijevic e Russell vengono prontamente fermati dal muro modenese e il club emiliano vola sul 19-10. Il tentativo di Kovac di sparigliare le carte con l’ingresso in campo di Tzioumakas non paga: la Dhl resta solidissima sia in fase d’attacco sia in difesa, Bruno e Petric prendono per mano la squadra e la portano a vincere il set 25-17.

Cuore Perugia – Nel terzo set si va punto a punto, la Sir riesce ad andare sul più 2, ma tutto è ancora possibile. Gli errori sottorete di Ngapeth e compagni permettono ai Block Devils di ampliare il distacco a metà set ma il muro modenese riporta sotto gli ospiti (16-14). Tanti errori da una parte e dall’altra, Vettori sale di livello e consente a Modena di trovare il pari e addirittura il sorpasso (22-23). L’opposto degli emiliani rovina la rimonta sparando a rete la battuta e sul successivo scambio Perugia controsorpassa con il muro di Elia. Finita? Assolutamente no: Petric manda il set ai vantaggi, ma sbaglia il successivo servizio e dà alla squadra di Kovac un’altra occasione per tornare in vantaggio nella partita. Perugia difende e Kaliberda e mette giù il 26-24.

Miracolo mancato – Avvio distruttivo della Dhl che si porta sul 5-1. Perugia sembra poter tenere botta restando a 2-3 punti di distacco, poi sul 16-13 le cose cambiano. Quattro mazzate una dietro l’altra per i bianconeri: Atanasijevic sbaglia due colpi in diagonale, Bruno sigla un gran punto e Sartoretti non fallisce la battuta. Il set sembra saldamente nelle mani di Modena. Sembra, perché i canarini calano credendo di aver già conquistato il tie-break. Sul 23-17 per i gialloblù Perugia sfodera tutto il proprio orgoglio e, trascinata dal meraviglioso pubblico del PalaEvangelisti tenta una risalita impossibile. Russell diventa infallibile, la voragine si chiude pian piano e con due ace l’americano rimette tutto in parità, 23-23. La spinta propulsiva dei Block Devils si arresta qui, a causa di un Vettori monumentale. Il 25enne parmigiano attacca e porta a casa un set point che lui stesso sfrutta con un super turno di servizio. La contesa si chiude sul 25-23 per i modenesi, si va al tie-break con la consapevolezza di aver mancato una rimonta incredibile.

Maledetto tie-break – Purtroppo lo sforzo compiuto per ricucire nel quarto set viene pagato caro dai ragazzi di Kovac. Molti gli errori da parte della Sir dove un avvio di tie-break giocato alla pari con la formazione di Lorenzetti (7-7). Atanasijevic e soci appaiono stanchi e la lucidità comincia a mancare. Sbagli in battuta, un grande Vettori e un muro di Nikic spianano la strada ai canarini (9-14). L’estremo tentativo di “Magnum” non basta a cancellare una partita di rimpianti: Modena chiude 15-10 e sbanca il PalaEvangelisti.

La delusione alla fine c’è. Ovvia e inutile da negare. Il progetto era di impattare la serie. Non ci è riuscito. Ma adesso è il momento di stringere i denti, di fare quadrato, di recuperare energie psico-fisiche in tre giorni. E andare a Modena domenica per riaprire il discorso. No, non è pazzia. Sono evidenti le enormi difficoltà del match del PalaPanini. È semplicemente un dovere. Un dovere perché questi fantastici playoff bianconeri vanno onorati con l’ennesima grande prova. Perché non è mai finita finchè non è finita davvero. Perché Perugia ha un grande pubblico che si merita grandi emozioni.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA-DHL MODENA 2-3

Parziali: 25-21, 17-25, 26-24, 23-25, 10-15

Durata Parziali: 28, 27, 34, 31, 16. Tot.: 2h 16’

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 20, Birarelli 6, Buti 7, Kaliberda 11, Russell 17, Giovi (libero), Elia, Fromm, Tzioumakas, Fanuli. N.E.: Dimitrov, Holt. All. Kovac, vice all. Fontana.

DHL MODENA: Bruninho 3, Vettori 22, Bossi 2, Lucas 16, Ngapeth 20, Petric 11, Rossini (libero), Sartoretti 1, Sens, Nikic 6, Sighinolfi. N.E.: Donadio (libero), Soli, Casadei. All. Lorenzetti, vice all. Tubertini.

Arbitri: Daniele Rapisarda - Vittorio Sampaolo

LE CIFRE – PERUGIA: 18 b.s., 6 ace, 53% ric. pos., 27% ric. prf., 39% att., 10 muri. MODENA: 23 b.s., 5 ace, 54% ric. pos., 24% ric. prf., 48% att., 14 muri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento