Meravigliosa Sir Safety, partita al cardiopalma: Perugia batte Modena e vola in finale

La Sir Safety Conad Perugia si impone al tie break nella bella di semifinale playoff contro l’Azimut Leo Shoes Modena e stacca il biglietto per la finale scudetto contro Civitanova

Partita al cardiopalma al PalaBarton. La Sir Safety Conad Perugia si impone al tie break nella bella di semifinale playoff contro l’Azimut Leo Shoes Modena e stacca il biglietto per la finale scudetto contro Civitanova, la quarta negli ultimi sei anni per la società del presidente Sirci. Perugia ci arriva probabilmente nel modo più incredibile, sempre in rincorsa ma senza mai mollare di un centimetro, grazie anche ad un palazzetto che non ha smesso un attimo di crederci.
Sarà come la passata stagione, Perugia-Civitanova l’atto conclusivo della Superlega. Si parte per un nuovo appassionante viaggio con gara 1 in programma mercoledì 1 maggio alle ore 20:30.

Tante partite in una. La prima con Modena avanti di un set e 17-23 nel secondo quando Bernardi pesca il jolly con l’ingresso in battuta di Hoag (3 ace) e, complice anche l’infortunio alla caviglia di Bednorz, i bianconeri piazzano la rimontona firmata Atanasijevic.

La seconda nel quarto con Perugia ancora sotto di un set e 7-11 nel punteggio. È Leon stavolta a suonare la carica dai nove metri con due ace e da quel momento i padroni di casa non si fermano più. Arriva la parità e nel tie break Atanasijevic, Leon e Lanza non sbagliano un colpo fino al missile finale del cubano di passaporto polacco che fa impazzire tutto il PalaBarton.

22 e 21. Sono questi i tabellini di Leon ed Atanasijevic e se il primo diventa un fattore dal quarto set, il secondo si prende l’Mvp perché è decisivo nelle fasi concitate della seconda frazione ed un punto di rifermento imprescindibile per il gioco di De Cecco. Doppia cifra anche per Lanza con 10 palle a terra di cui alcune pesantissime al tie break, Colaci dà spettacolo in seconda linea, Ricci e Podrascanin (9 punti a testa) mettono insieme 5 muri vincenti. Menzione a parte per Nicholas Hoag, forse il vero spartiacque del match. Il suo ingresso nel secondo set cambia la storia di questa stagione bianconera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento