Volley, gara 3 senza storia: la Sir si impone per 3-0 su Civitanova con la firma di Leon

Il cubano chiude la sfida con un ace. Adeso in casa Lube per provare a cucirsi di nuovo lo scudetto

Un ace di Leon chiude la partita: 3-0 per la Sir Safety Perugia nella terza sifda scudetto contro la Cucine Lube Civitanova. Partita a senso unico per i padroni di casa che al PalaBarton trovano la motivazione in più per imporsi in maniera netta sugli avversari e portarsi avanti nella serie. 

Sabato a Civitanova, la prima occasione per cucirsi di nuovo lo scudetto sulla maglia. 25-17, 25-20-25-18 i parziali.

La Sir Safety Conad Perugia rispetta il fattore campo in gara 3 di finale scudetto con un match di grandissima qualità tecnica ed intensità, mettendo pressione fin dai primi palloni con il servizio, giocando con efficienza pazzesca in attacco e non concedendo nulla per quello che riguarda il numero degli errori gratuiti (appena 3, non contando quelli al servizio). Il tutto condito da un palazzetto incredibile per entusiasmo e passione, per tifo e correttezza con i quattromila del PalaBarton che hanno garantito una cornice invidiabile al match.

Match che Perugia ha condotto dal fischio d’inizio, non concedendo a Civitanova, con la sola eccezione della fase iniziale della terza frazione, possibilità di andare avanti nel punteggio.

In un complesso di squadra che gira come un orologio (con Bernardi che ha gettato nella mischia fin dal primo punto la carta Galassi al centro per un Ricci non al meglio), emerge un immarcabile Mvp, Wilfredo Leon. Il fenomeno cubano piazza il “partitone” chiudendo con 20 punti a referto, il 70% in attacco, 3 ace ed un muro vincente. Doppia cifra anche per Atanasijevic con 14 palloni vincenti, 4 muri punto per Podrascanin e menzione d’obbligo per Colaci, che tira su tutto in seconda linea, De Cecco, che incanta in cabina di regia, e Lanza, metronomo insostituibile nella metà campo bianconera. Senza dimenticare l’ormai classico ace di Nicholas Hoag.

Applaude convinto i suoi ragazzi un soddisfatto Lorenzo Bernardi. Perugia è ad una vittoria dal titolo e sabato arriva subito gara 4 a Civitanova Marche, casa della Lube. Altro match da vivere tutto d’un fiato con i marchigiani a caccia della bella e con i Block Devils all’inseguimento di un sogno.

IL MATCH

C’è Galassi al centro in coppia con Podrascanin nella metà campo bianconera. Subito a segno due volte Leon (3-0). Fuori Leal (5-1). La pipe di Leon mantiene le quattro lunghezze di vantaggio (8-4). Out l’attacco di Juantorena, poi a segno quello di Atanasijevic (11-5). Juantorena e Leal accorciano (11-8). Due missili di Leon fanno ripartire i Block Devils (15-9). Due ace di Sokolov ricuciono (15-12). Super difesa di Colaci con Atanasijevic che capitalizza, poi ace di Leon (18-12). Lanza va a segno due volte da posto quattro (21-14). Leon in diagonale stretta (23-16). Fuori il servizio di Stankovic, set point Perugia (24-17). Chiude subito Leon (25-17).

Avvio più equilibrato nella seconda frazione. Il muro di Podrascanin dice 5-5. Perugia avanti con il muro di Galassi e l’ace di Atanasijevic (10-8). Ancora l’opposto serbo fantastico da seconda linea (11-8). Ace anche di Leon (13-9). Pallonetto millimetrico di Leon, Perugia a +5 (17-12). Sempre Leon (19-13). Stankovic accorcia (19-15). Atanasijevic tiene il vantaggio per i suoi (22-17). Entra Hoag dai nove metri ed è subito ace (23-17). Muro di Podrascanin e set point Perugia (24-17). Civitanova annulla tre set point con Kovar al servizio (24-20). Al quarto tentativo, con l’errore in battuta proprio di Kovar, Perugia raddoppia (25-20).

Terzo parziale in equilibrio nelle fasi iniziali (4-4). +2 Lube dopo il fallo di De Cecco (4-6). Muro di Juantorena (6-9). Fuori Leal, poi Leon ed è parità (10-10). La pipe di Leon e l’errore di Leal mandano avanti Perugia (13-11). Arriva l’ace di Galassi (15-12). +5 Perugia con il muro di Podrascanin (18-13). Il muro di Simon accorcia (20-16). Due in fila di Leon (22-16). Sempre Leon (23-17). In rete il servizio di Simon, match point Perugia (24-18). Chiude l’ace di un super Leon (25-18).

I COMMENTI

“Era una partita molto importante, non era facile vincere dopo la sconfitta di Civitanova, ma abbiamo messo tanta grinta davanti ai nostri tifosi e Leon è stato grande, ha fatto una prestazione spettacolare - commenta Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia) - Ora andiamo a Civitanova e non dobbiamo sbagliare. Spero che abbiamo imparato dagli errori fatti in passato e che andiamo là cattivi e concentrati”.

“Adesso dipende molto dalla nostra reazione, ancora una volta - è la valutazione di Ferdinando De Giorgi (Cucine Lube Civitanova) - Oggi oggettivamente hanno avuto più qualità e non siamo riusciti a metterci al loro livello di gioco, la voglia c’era ma non la qualità. Loro in casa si sa che giocano bene ma noi ora dobbiamo orientarci direttamente sulla partita di sabato”.

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica, come richiederla o rinnovarla

  • Lavastoviglie pulita e profumata, ecco i rimedi naturali

  • Grande Fratello 2019, vince la concorrente umbra Martina Nasoni

  • Farmaci equivalenti e farmaci di marca: sono proprio uguali?

I più letti della settimana

  • Ballottaggi: i nuovi sindaci di Marsciano, Foligno, Bastia Umbra e Gubbio

  • Tragico incidente stradale a Ponte Valleceppi, muore l'imprenditore perugino Massimo Bendini

  • Umbria, vaga a piedi in superstrada: "Sono stato licenziato e mia moglie mi ha lasciato"

  • Perugia, follia al Pronto Soccorso: familiare di un paziente aggredisce e colpisce in faccia un infermiere

  • Città di Castello, marito e moglie scomparsi: la ricerca finisce in tragedia, trovati morti

  • Una figlia di 14 anni da incubo, picchia con una pala la madre e la minaccia: "Ti sgozzo di notte"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento