Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Volley femminile, la Bartoccini scalda i motori. Giulia Melli: "Progetto chiaro, abbiamo la possibilità di toglierci soddisfazioni"

Prima settimana di preparazione e serata di benvenuto. Il neo acquisto tira un primo bilancio

La prima settimana di preparazione della Bartoccini Fortinfissi Perugia va in archivio con molte impressioni positive e tanta voglia di continuare a lavorare, un avvio graduale in attesa che si unisca al gruppo anche la regista Britt Bongaerts attualmente impegnata nel Campionato Europeo con la nazionale olandese. Per la ripresa coach Cristofani ha deciso di lavorare sui fondamentali in modo da avere un avvio graduale in progressione costante. In conclusione dei lavori poi il consueto appuntamento di benvenuto che si è svolto all'Handmade Caffè di Perugia dove le atlete hanno potuto conoscere meglio tutti i componenti dello staff societario.

Tra le protagoniste uno dei nuovi arrivi in maglia Bartoccini Fortinfissi Perugia, Giulia Melli. “Ho scelto di venire a Perugia perché quando mi è stata proposta la cosa c’era già un’idea molto chiara di quella che sarebbe stata la squadra ed una volta appreso quali sarebbero potute essere le mie compagne ho capito che erano tutte atlete capaci e con cui si può raggiungere qualche bel risultato, amo le sfide e non vedo l’ora di poter contribuire e dare quel qualcosa in più”.

La ripartenza con la preparazione. “Ci tengo a non lasciarmi troppo andare durante l’estate quindi ho continuato a lavorare per non perdere poi tempo quando si riparte, la cosa che mi fa piacere è che ho notato questa attitudine anche nelle mie compagne, questo ci consente di dare il massimo sin dai primi allenamenti, poi vedo che coach Cristofani è una persona a cui piace lavorare anche sui dettagli e sono convinta che questo ci farà fare la differenza in quei momenti concitati durante la partita, questa potrebbe essere una delle cose che ci potrà portare lontano, ci troveremo a dover affrontare grandissime squadre questa stagione ma sono le gare che preferisco perché ti consentono di giocare senza pressioni perché è loro l’onere di dover fare il risultato”.

In una squadra così ricca di varietà anagrafiche quanto è importante il giusto mix: “In una squadra esperienza e gioventù sono fondamentali, le squadre che giocano bene hanno sempre il giusto scambio di questi due fattori, noi più giovani possiamo attingere all’esperienza delle atlete più grandi mentre loro possono farsi contagiare dal nostro entusiasmo, è sempre bello guardarsi intorno e leggere nello sguardo delle compagne la grinta e la voglia di migliorarsi, è quella cosa che ti dà lo sprint per andare a recuperare quella palla in più, che poi spesso una volta sommate portano a fare la differenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley femminile, la Bartoccini scalda i motori. Giulia Melli: "Progetto chiaro, abbiamo la possibilità di toglierci soddisfazioni"

PerugiaToday è in caricamento