Sport

Varese-Perugia / Camplone ai suoi: "Grifo non pensare al derby: vinciamo in Lombardia"

Subito prima della partenza per la Lombardia Andrea Camplone incontra i giornalisti per fare il punto della situazione. Il punto si infortuni, su convocati e sulla strategia da portare avanti sul campo bunker del Varese

È la vigilia della 14esima giornata di serie B, quella che vedrà il Perugia scendere in campo al “Franco Ossola” di Varese contro la formazione di Franco Bettinelli. Subito prima della partenza per la Lombardia Andrea Camplone incontra i giornalisti per fare il punto della situazione. L’attenzione si rivolge subito ai nazionali, in particolare a Verre e Provedel, appena rientrati dalla convocazione con l’Under 20: “Valerio ha fatto un po’ di defaticante ieri, mentre oggi si è allenato con il gruppo così come Ivan, quindi sono entrambi arruolabili. 

Gli under 19 Parigini e Lo Porto rientrano stasera, quindi dovremo valutare. Gli unici non a disposizione sono gli infortunati Baldan, Giacomazzi e Rabusic, e Taddei che è squalificato. Lanzafame si è unito al resto della rosa e si sta mettendo in evidenza. Valuteremo se schierarlo o no”. L’avversario di domani è di quelli che costruiscono un intero campionato tra le mura amiche: “Il Varese non ha mai perso in casa, gioca molto bene e consente a molti uomini di arrivare sottoporta, non a caso hanno segnato quasi tutti. Ma è una squadra che lascia giocare, toccherà a noi sfruttare le occasioni. Cosa mi aspetto dopo sabato scorso? Continuità. Sto rivedendo il Perugia di inizio stagione e una vittoria in trasferta ci permetterebbe di rimettere a posto i precedenti passi falsi”.

Molti tifosi e non solo, però, sono già proiettati al derby con la Ternana: “Non ne abbiamo mai parlato, perché pensiamo partita per partita. Dall’inizio della prossima settimana cominceremo a concentrarci su una sfida che sicuramente non sarà come le altre”. Le ultime prestazioni hanno mostrato un Grifo dai due volti, più propositivo al “Curi”, troppo impaurito e rinunciatario in trasferta, ma Camplone crede che non sia stato certo questo  ad aver bloccato la marcia dei suoi ragazzi: “Si sono viste tante cose in queste ultime partite. Non eravamo il Perugia di inizio campionato".

"È ovvio, abbiamo lavorato tanto sulla testa e sulle motivazioni, e ora la squadra è molto più carica di prima: forse le prime vittorie hanno distolto l’attenzione dal vero obiettivo e siamo in una serie nella quale se non metti tanto agonismo non vai da nessuna parte. Ma sono sicuro che domani vedremo una squadra più cattiva, compatta e aggressiva”.

In chiusura il mister ribadisce la sua idea di calcio: “Non si deve pensare al risultato, ma alla prestazione. Dobbiamo fare gioco, ci saranno degli accorgimenti, ma dobbiamo attaccare: possesso palla e aggressività. Questo ci espone a qualche rischio, ma è l’unico modo per fare punti, almeno secondo il mio punto di vista, e in questi tre anni i risultati si sono visti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Varese-Perugia / Camplone ai suoi: "Grifo non pensare al derby: vinciamo in Lombardia"

PerugiaToday è in caricamento