menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torneo tennis Perugia, tanti azzurri agli ottavi: bravi Cecchinato e Mager

Seconda giornata di spettacolo al Tennis Club di Perugia, palcoscenico della Blu-Express.com Tennis Cup. Tutti i risultati e la cronaca degli incontri

Seconda giornata di spettacolo al Tennis Club di Perugia, palcoscenico della Blu-Express.com Tennis Cup. Il programma di oggi prevedeva la chiusura del primo turno del torneo con ben quattro campi impegnati, pronti ad ospitare i vari giocatori indicati come possibili finalisti. Ieri Matteo Viola ha infiammato il centrale battendo la testa di serie numero 2, Cristian Berlocq, successo bissato due ore più tardi da Filippo Volandri, uno dei giocatori più attesi del torneo. Anche oggi bella la cornice di pubblico che ha sostenuto i tanti tennisti italiani in competizione, a dimostrazione che la città aspettava da tempo un evento di questo livello. 

I match in primo piano – C'era grande curiosità e attesa per il debutto della testa di serie numero 3 del torneo, Marco Cecchinato (126esimo nella classifica Atp), uno dei giovani emergenti nel panorama tennistico italiano. Il palermitano ha affrontato nel primo turno Nils Langer, tedesco numero 252 del mondo, e si è aggiudicato in scioltezza l'incontro con il punteggio di 6-3, 6-1 in appena un'ora di gioco. Il 25enne di Ludwigsburg rimane nel match solo nei primissimi giochi, costringendo immediatamente l'avversario a cedere il turno di battuta con delle risposte precise ed efficaci. Cecchinato, molto nervoso ad inizio incontro, riesce pian piano a sciogliersi e a recuperare il break di svantaggio. 

Langer prova a tenere il passo del rivale che però aumenta la profondità dei colpi e fugge sfruttando un'altra palla break al termine del sesto gioco. Le prime palle sui turni di servizio cominciano a entrare e la sfida prende una direzione nettamente favorevole a Cecchinato. Nel secondo set non c'è storia: la differenza tra i due contendenti comincia a notarsi sempre di più, Langer con due ingenui doppi falli regala subito il break all'avversario. Il tedesco si demoralizza, diventa molto falloso, specialmente con il rovescio, e Cecchinato ha la strada spianata per un facile 6-1, che chiude i conti e manda al secondo turno il numero 126 del ranking.  

La mattinata sul centrale "Luigi Guerrieri" è calda, gli spettatori cercano un po' di riparo dal sole in attesa di vedere in campo l'altro peso massimo di giornata, lo spagnolo Pablo Carreño Busta, n.1 del seeding, contrapposto alla wild card Salvatore Caruso. Alla vigilia l'esito appariva scontato, eppure il giocatore di Avola ha dato tutto, tanto che per metà incontro il pubblico ha sperato in un incredibile ribaltamento del pronostico. Nel primo set l'italiano si tiene bene in partita fino al nono game: colpi profondi e angolati per costringere lo spagnolo a correre e annullare così il maggior tasso qualitativo. 

Alla fine però il divario tecnico in favore del numero 66 del mondo si fa sentire e il ragazzo di Gijon va a prendersi i due giochi che gli consentono di aggiudicarsi il primo set. Meno storie nel secondo con Carreño Busta che amministra le energie e si porta a casa il passaggio del turno. Peccato per Caruso che merita comunque gli applausi dei perugini per aver messo 
in difficoltà un avversario dato nettamente per favorito.  

Gli altri italiani – Nel frattempo la sfida Italia-Spagna si rinnovava sul Grandstand grazie ad altri due incontri appassionanti: Travaglia-Giner, con l’italiano che ha avuto ragione del contendente grazie a un doppio 6-3, e Giustino contro Roca Batalla, con quest’ultimo che ha ribaltato il 6-1 del primo set, aggiudicandosi il secondo e il terzo (6-2, 6-1). Nel pomeriggio grande soddisfazione per Gianluca Naso che è riuscito ad avere la meglio sul francese Jules Marie in poco meno di due ore di partita (1-6, 6-0, 6-1). Continua dunque il periodo d’oro del trapanese, iniziato la settimana scorsa con il successo nel Future di Bergamo. 

Meno gioie per gli italiani se si vanno a leggere i risultati del doppio: Cipolla – dopo essere stato battuto nel singolare da Garin – abbandona definitivamente il torneo perdendo pesantemente insieme al croato Marcan contro il temibile duo formato da Carreño Busta e Roca Batalla (6-1,6-3). Stessa sorte per Cecchinato e Viola, sconfitti dal peruviano Beretta 
e dal boliviano Dellien (3-6, 6-2, 10-5): ora i nostri connazionali potranno concentrarsi totalmente sulle loro partite nel torneo singolare. Altra delusione anche per la coppia “giovane” Caruso-Travaglia, piegata dagli argentini Collarini e Molteni con il punteggio di 6-7(7), 6-2, 10-7. 

Il primo turno si è però chiuso con il botto: la wild card Mager ha steso il colombiano Barrientos dopo una maratona durata più di due ore e mezzo, e tra le polemiche per un presunto fallo di invasione da parte del tennista italiano non ravvisato dall’arbitro di sedia nel tie-break decisivo. Il risultato finale è stato di 6-4, 5-7, 7-6 (6) in favore di Mager, spinto dal pubblico che ha deciso di non abbandonare il centrale nonostante l’orario.  Il resto della giornata – Il quarto favorito per la vittoria finale non tradisce le attese: lo statunitense Bjorn Fratangelo vince in rimonta il derby americano con Krueger (3-6, 6-4, 6-3) e si qualifica per gli ottavi. Nella mattinata lo spettacolo che non ti aspetti con oltre due ore di sfida tra il dominicano Hernandez e il mancino argentino Collarini: alla fine ha avuto 

la meglio il caraibico con il punteggio di 4-6, 6-3, 6-4. Tutto facile invece per lo spagnolo  Ramirez Hidalgo che ha avuto la meglio sul boliviano Dellien in un’ora e 35 minuti di gioco (6-3, 6-4). Nel pomeriggio, altro iberico, altro successo: Carballes Baena ha strapazzato 6-0, 6-3 Sikora. Troppa la differenza tra il numero 170 del ranking Atp (quinta testa di serie del torneo) e lo slovacco, il quale ha ceduto dopo un’ora e 13 minuti di partita. Nulla da fare invece per Checa-Calvo, nettamente sconfitto dal bosniaco Brkic per 6-3, 6-2. Un mercoledì con l’incognita pioggia – Domani dovrebbero prendere il via gli ottavi di finale del singolare e i quarti del doppio. Ma le previsioni non promettono nulla di buono e il rischio di uno slittamento delle partite è molto probabile. 

Nel caso in cui il tempo dovesse essere clemente avremo la possibilità di vedere nuovamente in campo Filippo Volandri, impegnato nella sfida tutta italiana con Roberto Marcora. Gli appassionati potranno assistere anche al match di Matteo Viola, impegnato contro il cileno Garin, giustiziere di Cipolla nel primo turno. A chiudere il quadro il bosniaco Brkic contro lo spagnolo Carballes Baena e lo statunitense Fratangelo impegnato con il taiwanese Yang, il quale ha debuttato ieri battendo l’argentino Molteni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento