menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli Internazionali di Perugia non sorridono all’Ital-tennis: eliminati Volandri e altri quattro

Giornata storta per i tennisti italiani, che non riescono a brillare sulla terra rossa del Tennis Club. Avanza solo Cecchinato

Giornata nera per gli italiani impegnati agli Internazionali di tennis “Città di Perugia – Blue Panorama Tennis Cup”: tra primi turni da recuperare e ottavi di finale i connazionali eliminati sono tantissimi. Si salva solo Marco Cecchinato che ha però battuto Sonego, portando così a 5 il numero di portabandiera azzurri estromessi dalla manifestazione nella sola giornata di oggi (a Sonego vanno aggiunti Giannessi, Vanni, Mager e Volandri).

Vanni al tappeto – Uno dei match più combattuti di giornata è stato quello tra l’aretino Luca Vanni e il salvadoregno Marcelo Arevalo, recuperato dopo il rinvio di ieri a causa della pioggia. E’ stata una sfida aspra, nervosa, con molti errori, ma alla fine il campo ha premiato la maggior concretezza del ragazzo centramericano. In avvio di partita tanta imprecisione in battuta per Vanni: il n. 170 del ranking Atp concede subito il break all’avversario, che in pochi minuti si porta sul 3-0. Il 31enne della Val di Chiana riesce però a prendere le misure al contendente: le statistiche in battuta migliorano drasticamente, piovono ace e nel settimo game il pubblico del Centrale “Luigi Guerrieri” assiste a un vero show con Vanni che mette a segno un punto in diagonale dopo uno scambio infinito. Sembra essere la svolta, di nuovo tutto in equilibrio (4-4), ma il salvadoregno riprende in mano il gioco e l’italiano torna a sbagliare in battuta: sul 6-5 Arevalo e 30 pari nel game decisivo, Vanni commette un doppio fallo sanguinoso che da al ragazzo di Sonsonate la possibilità di vincere 7-5 il primo set.

L’aretino soffre anche in avvio della seconda partita, ma è bravo ad annullare 4 palla break e a strappare a sua volta il servizio all’avversario (2-1). Vanni riesce a mantenere le distanze e a conquistare la possibilità di servire per il set (5-4). Il game decisivo si apre però con una piccola discussione: sul 15-30 servizio vincente di Vanni che crea qualche discussione, Arevalo chiede il fallo ma l’arbitro controlla il segno sulla terra rossa e convalida il punto. Il salvadoregno perde la concentrazione e l’avversario ne approfitta piazzando un paio di battute efficaci che gli consentono di andare sull’1 pari in fatto di set.

Nella partita decisiva il nervosismo sale ai massimo livelli, in campo e sugli spalti: Arevalo contesta molte decisioni dell’arbitro di sedia fino ad accusarlo di parteggiare per il suo avversario. La discussione più grande avviene nel quarto game (2-1 il punteggio in favore del centramericano): Arevalo pizzica la linea di fondo e Vanni spara la risposta sui gradoni, forse infastidito dall’erronea chiamata del direttore di gara, il quale aveva valutato fuori il dritto del salvadoregno. La decisione è quella di ripetere il punto, ma il n. 170 del mondo non ci sta e protesta vivacemente. Anche l’italiano si spazientisce e dagli spalti parte qualche fischio di disapprovazione. La querelle non tocca più di tanto Arevalo, il quale è bravo a ricomporsi e a brekkare il contendente (4-2). Vanni non ne ha davvero più e dopo 2 ore e 43 minuti di gioco alza bandiera bianca: Arevalo si impone 7-5, 4-6, 6-2 e vola agli ottavi di finale contro Carballes Baena.

Maratone infinite – Il primo a raggiungere i quarti è Blaz Rola, anch’esso autore di una maratona insieme al tedesco Mader. Lo sloveno ha vinto una sfida tiratissima terminata 2-6, 7-5, 7-6(6) in suo favore. Altrettanto emozionante e lungo (2 ore e 41 minuti) è stato l’incontro di metà pomeriggio tra la testa di serie n. 4 del torneo Elias Ymer e lo spagnolo Enrique Lopez-Perez. Dopo aver eliminato nel primo turno Matteo Viola, finalista della scorsa edizione, lo svedese di origini etiopi è riuscito a prevalere sul madrileno con il punteggio di 7-5, 6-7(5), 6-3 e ai quarti si troverà di fronte Cecchinato.

Dutra schianta Volandri – Il secondo ottavo di finale in programma oggi era quello tra Dutra Silva e Filippo Volandri, uscito vincitore dal lungo derby con Arnaboldi. Purtroppo per il livornese e per i tanti appassionati arrivati sul Centrale, l’incontro è terminato in maniera chiara in favore del brasiliano: 6-2, 7-6(1). Dopotutto l’ex n. 25 del mondo se la doveva vedere con il favorito per la vittoria finale del torneo. Primo set che si chiude rapidamente: Dutra Silva domina e porta a casa i break necessari ad amministrare la sfida. Tutta un’altra storia nella seconda partita: Volandri cambia ritmo, riduce gli errori e illude il “Guerrieri” andando sul 5-3. Il livornese si presenta al servizio per vincere il set, ma il brasiliano tira fuori tutti i colpi migliori e recupera il break di svantaggio. A questo punto si va a braccetto fino al 6-6. Nel tie-break non c’è storia: Dutra Silva segna 5 punti di fila, ne concede uno solo all’avversario prima di piazzare i due colpi decisivi che rispediscono a casa Volandri. Ai quarti di finale sarà Dutra Silva contro Rola.

Eliminazioni giuste – Che la giornata non sarebbe stata particolarmente favorevole ai tennisti italiani si era già capito prima dell’ora di pranzo: il programma prevedeva la chiusura del primo turno con i recuperi delle partite di Giannessi e Mager, andate entrambe in scena sul Grandstand. Il risultato finale è stato però impietoso: il primo ha perso 6-2, 6-0 contro l’argentino Kicker, testa di serie n. 8 del torneo, il secondo ha alzato bandiera bianca contro Carballes Baena (6-3, 6-1), n. 2 del seeding. Due k.o. maturati nel giro di un’ora e del tutto preventivabili se si va a leggere la classifica Atp, ma in molti tra i presenti al Tennis Club Perugia auspicavano una maggior resistenza da parte dei due tennisti italiani.

Cecchinato a fatica – La lunga giornata tennistica si conclude con il derby italiano tra Cecchinato e Sonego. Nel primo set il palermitano parte a rilento e l’avversario ne approfitta sfruttando l’unica palla break a disposizione. A sua volta Sonego è bravo a gestire i momenti di difficoltà (annullate due occasioni per il contro break) e a vincere 6-4 la prima “battaglia”. Cecchinato si rende conto che c’è bisogno di scuotersi per non uscire prematuramente dagli Internazionali di Perugia e nel secondo set non lascia scampo al 21enne torinese: il n. 5 del torneo strappa subito il turno di servizio al giovane avversario e gestisce senza patemi la situazione. Sul 5-2 trova un paio di risposte eccellenti che gli permettono di portare il match al set decisivo. E i game finali sono davvero al cardiopalma: Sonego brekka immediatamente, sembra poter gestire bene il turno di battuta e invece sul 5-4 e il turno di servizio a favore Cecchinato tira fuori l’orgoglio e annulla il divario da Sonego. A questo punto a livello mentale la partita gira in favore del palermitano che tiene a zero il proprio turno di battuta e nel game successivo va a prendersi di forza la vittoria del match.

Risultati doppio – Chiudiamo con un riassunto di quanto avvenuto nel doppio: la coppia composta da Reyes-Varela e Schnur ha già conquistato l’accesso alle semifinali dopo aver battuto 6-3, 7-6(5) il duo Jarry-Quinzi. Seconda gioia di giornata per Dutra Silva che insieme a Molteni si è sbarazzato 6-3, 6-3 di Londero e Ferreira Silva, approdando così ai quarti. Stesso discorso anche per Barrientos e Neis (vittoriosi 7-6, 6-3 su Sorgi-Zormann Da Silva)  e per Caruso e Giannessi, usciti vincitori (7-6, 3-6, 10-7) nel derby tutto italiano con Basso e Mager.

Il programma del giovedì – Gli ottavi di finale del singolo proseguono domani: si inizia alle 11 con Arevalo-Carballes Baena e si prosegue con l'emiliano Bortolotti che sfida sul Centrale Juan Ignacio Londero. Alle 14,30 derby sudamericano tra il cileno Lama e l’argentino Kicker e per chiudere la wild card Stefano Napolitano contro Andreozzi. Sul Grandstand spazio ai restanti quarti di finale del doppio (inizio alle 11 con Caruso-Giannessi contro Barrientos-Neis)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento