Domenica, 20 Giugno 2021
Sport

Supercoppa, Perugia-Como 2-1: il Grifo vince e punta il derby con la Ternana da 'capolista'

Inutile il pari di Gabrielloni a inizio ripresa: al Curi vincono i biancorossi di Caserta con i gol di Melchiorri ed Elia, rigore sbagliato e poi una traversa per Minesso

Il Perugia non si ferma più e dopo la strepitosa promozione in Serie B, ottenuta in rimonta ai danni del Padova, stende il Como al Curi nella prima gara del triangolare di Supercoppa tra le tre 'regine' dei gironi di Serie C a cui partecipa anche la Ternana (prossima avversaria nel derby del 22 maggio al Liberati. ultima gara della stagione). Una vittoria che fa volare il Grifo subito in testa alla classifica della competizione, in attesa di capire come andrà poi Como-Ternana in programma sabato prossimo (15 maggio)

Supercoppa, Perugia-Como 2-1: la cronaca 'live'

LE SCELTE - Turnover nel Perugia, con Caserta che schiera il solito Grifo camaleontico: davanti a Fulignati sono Angella e Sgarbi i centrali, con Favalli pronto ad accentrarsi dalla sinistra per lasciare la fascia a Di Noia mentre dall'altra parte c'è Cancellotti, con Moscati e Burrai in mediana e Minesso a sostegno di Melchiorri e Bianchimano. Sull'altro fronte emergenza in difesa per Giacomo Gattuso che senza Iovine (squalificato), Bertoncini e Solini (entrambi positivi al Covid) schiera il Como con il 3-4-1-2: a destra l'ex grifone Terrani, mentre davanti ci sono Gabrielloni e Rosseti a fare coppia con Arrigoni a supporto.

Supercoppa, Perugia-Como 2-1: il tabellino

SUBITO EMOZIONI - Pronti-via e Fulignati salva subito su Gabrielloni, che era però in fuorigioco, mentre all'8' è Bianchimano sull'altro fronte a involarsi in area senza poi riuscire a servire Melchiorri al centro. I lariani ci riprovano al 9' con l'ex grifone Terrani (conclusione alta) e poi con un sinistro in controbalzo di H’Maidat sul quale si distende bene Fulignati per respingere. Col passare dei minuti cresce il Grifo che dopo un colpo di testa impreciso di Minesso protesta al 17', quando Melchiorri va giù in area dopo un contatto con Bovolon e chiede invano il rigore. Il Como però non sta a guardare: prima Gabrielloni testa ancora i riflessi di Fulignati (grande respinta di piede sul tocco ravvicinato di Gabrielloni) e poi colpisce un palo con Gatto servito da Terrani (alto poi il tap-in di Gabrielloni).

Santopadre: "Ora difendere la B con le unghie e ripartire uniti"

IL GRIFO LA SBLOCCA - Pochi tatticismi e partita giocata a viso aperto dalle due formazioni, con il Perugia che dopo un 'liscio' di Bianchimano su cross di Melchiorri (25') la sblocca alla mezz'ora proprio con i due attaccanti: lancio di Burrai e grande aggancio di Bianchimano, assist per Melchiorri che dopo la respinta di Facchin trova la porta al secondo tentativo (29'). Il Como accusa il colpo e rischia di andare ko poco dopo, quando su corner calciato da Burrai c'è un tocco di mano di H’Maidat: rigore per il Perugia che Minesso calcia però in curva col sinistro (33'). IL fantasista ci riprova tre minuti dopo con un sinistro respinto da Bovolon, ma a chiudere avanti sono gli ospiti: sinistro di Arrigoni neutralizzato da Fulignati (40') e poi clamoroso errore di Rosseti, che a due passi dalla porta calcia incredibilmente a lato dopo l'uno-due con Gabrielloni.

I 'sassolini' di Caserta: "Certi opinionisti mi hanno fatto sorridere"

PARI COMO - Dopo il riposo si riparte senza cambi e il Como pareggia dopo appena tre minuti: cross di Terrani dalla destra, velo di Rosseti e Gabrielloni insacca dopo aver anticipato Angella. Caserta non ci sta e fa subito due cambi: dentro Elia e Murano al posto di Cancellotti e Bianchimano (53') ma la musica non cambia ed è ancora Fulignati a salvare il Perugia, deviando in corner una gran conclusione di Arrigoni dalla distanza. I lariani attaccano e il Grifo ci prova allora in ripartenza con Angella, che dopo un buon anticipo porta palla e poi la cede a Murano la cui 'puntata' non sorprendere però Facchin (64').

Supercoppa, Perugia-Como 2-1: per il derby con la Ternana c'è da aspettare

CI PENSA ELIA - Nel Grifo c'è voglia di 'double' e lo fa capire Caserta, che getta nella mischia anche Rosi e Vanbaleghem (fuori Melchiorri e Burrai) per passare al 3-4-3 e dopo tre minuti arriva il nuovo vantaggio: Elia anticipa in area Arrigoni che lo stende, altro rigore ed è ancora Elia a insaccare in tap-in dopo la respinta di Facchin sul tentativo dal dischetto di Moscati. È il colpo del ko per il Como, che ora è stanco e non riesce a ritrovare verve con gli ultimi cambi (dentro Daniels e De Nuzzo al posto di Terrani e Dkidak prima e poi  Ferrari e Koffi al posto di Gatto e Rosseti): è anzi il Perugia, dopo un rigore negato a Di Noia atterrato in area da Daniels) a sfiorare il tris nel finale, con Minesso che colpisce la traversa su cross di Rosi. Finisce 2-1 e la festa continua in casa Grifo, con il derby del 22 maggio al Liberati contro la Ternana nel mirino.

Continua a leggere >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supercoppa, Perugia-Como 2-1: il Grifo vince e punta il derby con la Ternana da 'capolista'

PerugiaToday è in caricamento