Lunedì, 21 Giugno 2021
Sport

Supercoppa, Caserta carica il Perugia alla vigilia del derby: "Ternana fortissima, ma non imbattibile"

Il tecnico biancorosso (che non avrà a disposizione Angella, Negro, Burrai e Moscati) fa rotta sul Liberati: "Rispetto ma nessuna paura, vogliamo prenderci il trofeo"

La grande attesa sta per finire e alla vigila del derby sul campo della Ternana, che assegnerà la Supercoppa decretando la 'regina' della Serie B, Fabio Caserta indica la via al suo Grifo: "Siamo orgogliosi di aver riportato il Perugia in una categoria importante e nel calcio che conta - dice -, ora vogliamo regalare un'altra gioia ai tifosi anche se al di là della partita di domani questa resta una stagione straordinaria".

'ANTIPASTO' DI B - La sfida contro le quotatissime Fere di Cristiano Lucarelli è un 'antipasto' di Serie B e rappresenta un banco di prova importante per il tecnico e i suoi ragazzi: "Come ero curioso di confrontarmi con il Como lo sono anche con la Ternana - spiega Caserta -. È inutile nascondersi, andremo ad affrontare una squadra forte in ogni reparto, che è consapevole della sua forza e ha stravinto il campionato, ma questo non significa che è imbattibile: anche noi sappiamo di essere forti e di avere le armi per poterli superare così come abbiamo fatto con altre squadre forti del nostro girone, dal Padova al Sudtirol fino al Modena e la Triestina. Dopo una settimana di scarico in questi ultimi giorni i ragazzi hanno lavorato benissimo, dimostrando quanto tengono a questa sfida: vogliamo vincere derby e Supercoppa che per me è un trofeo importante".

OBBLIGATI A VINCERE - A differenza dei rossoverdi, il Grifo sarà obbligato a vincere per poterlo alzare sotto il cielo del Liberati: "Avere due risultati a disposizione sarà un vantaggio per loro, ma per come siamo fatti noi forse è meglio così. Quando avevamo la possibilità di fare calcoli, come nei recuperi di Cesena e Fermo, abbiamo lasciato per strada qualche punto importante, mentre quando abbiamo pensato solo a vincere le cose sono andate come sappiamo. Andremo a Terni con rispetto, ma senza paura". C'è voglia di cementare un rapporto d'amore ritrovato con il popolo biancorosso: "Per quanto mi riguarda sento l'affetto della gente e una stima dal punto di vista umano di cui sono fiero. La squadra è stata brava a riportare la gente dalla propria parte e a riavvicinarla alla società".

Perugia, appuntamento al Curi: la Nord chiama a raccolta i tifosi prima del derby

QUATTRO ASSENTI - Dando un'occhiata ai playoff poi Caserta tira un sospiro di sollievo: "Vendendo i risultati dico 'meno male', perché noi abbiamo speso tanto fisicamente e mentalmente e sarebbe stata dura dover giocare i playoff che sono sempre una lotteria. La dimostrazione anche in B, dove nessuno si sarebbe aspettato una finale tra Venezia e Cittadella, segno che nel calcio non si vince con il nome, con il blasone o con i soldi. Il giudice supremo è sempre il campo". E lo sarà anche al Liberati, dove il Grifo arriverà con qualche defezione: "Di sicuro non ci saranno Negro, Angella, Burrai e Moscati - anticipa Caserta -, mentre tutti gli altri stanno bene e anche Bianchimano ha recuperato. Vedremo ora se cambiare modulo o meno ma, rpipeto, andremo a Terni senza paura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supercoppa, Caserta carica il Perugia alla vigilia del derby: "Ternana fortissima, ma non imbattibile"

PerugiaToday è in caricamento