menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie B, Trapani-Perugia: le probabili formazioni e dove seguirla in diretta. Oddo: "Niente turnover"

Dubbio Buonaiuto per il tecnico, che nella sfida di Santo Stefano non avrà Rosi (squalificato come Dragomir) e Fernandes (ai box con Angella e Kouan): "Avanti col 4-3-2-1: in Sicilia e col Venezia per dare una scossa all'ambiente e alla società in vista del mercato. Il sintetico? Peggio il campo del Curi, ma occhio a Castori..."

Dubbio Buonaiuto e Dragomir ancora fuori (per squalifica come capitan Rosi) nel Perugia che si prepara alla trasferta sul campo del Trapani (giovedì 26 dicembre, ore 15) dopo aver battuto l'Entella al 'Curi'. Sostituito nella ripresa del match contro i liguri in cui ha vestito i panni del mattatore, il fantasista napoletano è alle prese con un fastidio muscolare e non ha lavorato in gruppo negli ultimi allenamenti ma dopo la rifinitura è stato convocato da Massimo Oddo. Ddifficile per il tecnico fare calcoli e centellinare le risorse in vista della successiva e ravvicinata sfida casalinga contro il Venezia (domenica 29 dicembre, ore 15) che chiuderà il girone di andata: al Grifo ora, incastrato nel mucchione della zona playoff, servono i punti per imprimere una svolta a una stagione finora altalenante. “Rotazione o continuità? Questo è il tempo della continuità – ha spiegato lo stesso Oddo a due giorni dalla sfida di Trapani -, almeno fino a che i giocatori in campo lo consentono. Se tutti hanno recuperato e stanno bene non ci sarà bisogno di turnover, al massimo potrebbe esserci un cambio tattico. Prima della sosta è fondamentale per noi fare punti. Fin qui abbiamo vissuto di alti e bassi e una volta in alto c'è stata la ricaduta, stavolta siamo determinati nel voler dare continuità ai risultati”. 

Ecco come Buonaiuto ha vinto la sfida con Schenetti e si è ripreso il Grifo

BUONAIUTO NON AL TOP - Servono punti e dunque servirebbe il Buonaiuto visto con l'Entella, anche se Oddo ha delle alternative che non prevedono però Fernandes, fermo ai box per un problema alla tibia come i lungodegenti Angella e Kouan. “Se c'è un piano B nel caso di un forfait di Buonaiuto? Contiamo di recuperarlo ma abbiamo il piano B e anche quello C: il modulo resta quello e non cambiamo: si può giocare con Balic e Falzerano aperto, oppure con Falcinelli o Melchiorri in quella posizione”. Avanti con il 4-3-2-1 dunque, con Mazzocchi terzino destro al posto dello squalificato Dragomir e Balic a contendersi una maglia con Falcinelli qualora Buonaiuto partisse della panchina: con il croato in campo si rivedrebbe Falzerano più avanzato come a Cremona.

MERCATO, MESSAGGIO AL CLUB - Al di là dei singoli però, Oddo è conscio del peso che possono avere le prossime due gare nel prossimo futuro del Perugia: “È importante per la classifica, per il morale, è importante prima dell'inizio del mercato: a Trapani dobbiamo assolutamente fare una grande partita e fare punti. Il nostro percorso fin qui non è stato semplice per alcuni problemi che sono fisiologici per un allenatore nuovo e un gruppo nuovo, che hanno bisogno di conoscersi e di cercare le giuste alchimie tattiche e di intesa calcistica. Credo che abbiamo intrapreso la retta via, capito qual è la strada di questa squadra e se a gennaio si potrà aggiustare questa rosa sono certo che la società lo farà. Lo ha sempre fatto e non vedo perché non dovrebbe farlo quest'anno, detto questo comunque siamo un buon gruppo che è molto giovane e per questo ha ampi margini di miglioramento. Fare tanti punti in queste due partite però darebbe una bella scossa al campionato, all'ambiente, allo spogliatoio e anche una bella scossa alla società”.

Perugia-Entella 2-0, le pagelle: papà Buonaiuto è super, giallo pesante per Rosi

INSIDIA CASTORI, INCUBO 'CURI' - La prima insidia sarà Fabrizio Castori, nuovo allenatore del Trapani penultimo in classifica (in campo ci sarà Marco Moscati, non l'altro ex Del Prete che è infortunato) che ha debuttato sulla panchina dei siciliano con un prezioso 1-1 a Pescara. Un avversario che Oddo teme ben più del campo in sintetico su cui si giocherà in Sicilia: “Problema sintetico? Già non giocare al 'Curi' è un grande vantaggio di questi tempi, perché il nostro campo è molto, molto pesante e diventa melmoso e pesante con l'arrivo della stagione invernale e questo non avvantaggia le qualità tecniche della nostra squadra. Il sintetico di Trapani comunque è un buon sintetico e non ci saranno problemi a giocare a calcio e dovremo stare piuttosto attenti a Castori. Bisognerà avere grandissima pazienza, intelligenza tattica e non farci prendere dalla smania di attaccare perdendo l'equilibrio. Castori è un allenatore navigato e molto esperto, con un suo stile ben riconoscibile: si difende benissimo e sa ripartire alla grande. Nell'ultima sfida con lui lo score a fine partita era di 21 tiri contro uno e la partita è finita 1-1. Ci sono gare che pensi di avere in mano, con la sensazione di poter fare gol in qualsiasi momento e poi le squadre di Castori ti puniscono, perché fanno benissimo la fase difensiva e benissimo le ripartenze. Probabilmente avremo il pallino del gioco, ma l'attenzione e la personalità dovranno essere al massimo”.

CRITICHE A MBIZIONI - Oddo ha poi chiuso rispondendo così a chi gli chiedeva come avesse vissuto le critiche che in alcuni momenti gli sono arrivate: “Le critiche servono per crescere, l'importante è che siano costruttive e oggettivo. Fanno parte del nostro mondo, alcune le condividiamo e altre no ma le accettiamo. Il calcio italiano poi è fatto di risultati: se vinci sei bravo, altrimenti c'è la critica. È così e lo sappiamo, a cinque anni seguivo mio papà allenatore (Francesco Oddo, curiosamente nato a Trapani, ndr) e sentivo le critiche a lui che a sua volta mi critica sempre - ha detto sorridendo -. Chi ti critica però lo fa perché crede in te e questo vale per la famiglia come per la società e i tifosi. E se uno è ambizioso e vincente deve far riferimento alle critiche e non agli elogi, altrimenti ci si sente arrivati. Chi è ambizioso davanti ai problemi cerca le soluzioni e non gli alibi. E questo vale per l'allenatore, per i giocatori, per la società: per tutti”.

ARBITRO CAPITOLINO - Ad arbitrare Trapani-Perugia (diretta tv su Dazn, diretta testuale su perugiatoday. It e radiofonica su Umbria Radio) sarà Valerio Marini della sezione di Roma 1, designato insieme agli assistenti Damiano Margani di Latina e Michele Grossi di Frosinone, mentre il quarto uomo sarà Francesco Forneau di Roma 1. Bilancio positivo per il Grifo negli 8 precedenti con il 'fischietto' laziale (5 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta) che in questa stagione ha diretto i biancorossi nella vittoriosa trasferta di Livorno (0-1).

Trapani-Perugia (giovedì 26 dicembre, ore 15)

LE PROBABILI FORMAZIONI:

TRAPANI (3-5-2): Carnesecchi; Fornasier, Strandberg, Scognamiglio; Moscati, Luperini, Taugourdeau, Colpani, Grillo; Pettinari, Biabiany. All. Fabrizio Castori

PERUGIA (4-3-2-1): Vicario; Mazzocchi, Gyomber, Sgarbi, Di Chiara; Falzerano, Carraro, Nicolussi Caviglia; Buonaiuto, Capone; Iemmello. All. Massimo Oddo

ARBITRO: Valerio Marini di Roma 1

NEL 2020 SUBITO DUE POSTICIPI - Intanto è stato ufficializzato dalla Lega di Serie B il programma delle gare dalla prima alla sesta giornata di ritorno, con il Perugia che dopo la sosta sarà di scena a Verona contro il Chievo (sabato 18 gennaio alle ore 18) mentre la prima gara del 2010 al 'Curi' vedrà il Grifo sfidare il Livorno (lunedì 27 gennaio, ore 21). Questo il calendario dei biancorossi...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento