Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Perugia-Entella, Oddo: "Di Chiara gioca, nessun problema. Vogliamo restare in zona playoff"

Coi liguri al 'Curi' (sabato 21 dicembre, ore 15) la prima delle 3 gare in 8 giorni che chiuderanno l'andata e il 2019 del Grifo. Il tecnico chiude il 'caso', sicuro alla vigilia: "Dobbiamo rimanere agganciati al treno delle prime e sono certo che la squadra non deluderà. Avanti col 4-3-2-1"

Al 'Curi' arriva l'Entella (sabato 21 dicembre ore 15) e parte così il rush finale del girone di andata che vedrà il Perugia chiudere il suo 2019 con la trasferta di Santo Stefano a Trapani (giovedì 26, ore 15) e la gara interna contro il Venezia (domenica 29, ore 15). Un Grifo a caccia di punti dopo il pari casalingo contro il Cosenza e il ko di Cremona.

Perugia-Entella: le probabili formazioni

RUSH FINALE - “Tutte le partite sono importanti – ha detto Massimo Oddo alla vigilia del match contro i liguri - ma in queste tre prima della sosta dobbiamo cercare di fare più punti possibili per rimanere agganciati alla zona playoff. Abbiamo recuperato Melchiorri ma Fernandes è ancora out e da valutare il problema alla tibia per le prossime gare con Trapani e Venezia. Intanto c'è da pensare all'Entella: dobbiamo andare in campo per vincere la partita contro una squadra ostica e in salute ma pensiamo di averla preparata bene. Dobbiamo cercare di evitare gli errori difensivi, che sono spesso individuali più che di reparto ma ci stanno costando un po' troppi gol, con maggiore attenzione e partecipazione da parte di tutti. E continuare a crescere. Sul secondo gol della Cremonese ad esempio non ha sbagliato Nzita, che si è visto fare un gran gol da Piccolo. L'errore è stato invece concedere troppo facilmente il cross e magari prima da un errato posizionamento dei centrocampisti. Dobbiamo migliorare in questo: capire quando arriva il pericolo e gestire meglio i momenti della gara. Serve più attenzione da parte di tutta la squadra, perché quando si prende gol non è solo colpa della difesa”.

GRIFONERIE": urge Falcinelli per salvare il soldato Iemmello

'FALCIO' IN NAFTALINA - Il tecnico ha poi spiegato di voler insistere anche nelle prossime gare sul 4-3-2-1 riabbracciato nelle ultime uscite: “Non ci saranno dei cambiamenti, piuttosto degli adattamenti, con trequartisti un po' più aperti o stretti in base alla partita da affrontare. Ci siamo resi conto che questo è l'assetto che ci calza meglio e che ci sta consentendo di migliorare nel gioco e nel numero dipalle gol create. Bisogna però crescere nella compattezza”. Oltre a Melchiorri a farne le spese è anche Falcinelli: “Melchiorri può fare l'esterno ma non la 'sottopunta' come Capone o Fernandes, così come Falcinelli può fare l'esterno ma per accentrarsi e stare vicino alla porta. Sono certo che se chiedessi a Diego di fare tutta la fascia e difendere lo farebbe tranquillamente perché uno generoso, che si allena sempre forte e trascina il gruppo, ma lui è una punta centrale non è nelle sue caratteristiche e in questo momento io devo pensare al Perugia e non ai singoli. Mi sono reso conto che con questo sistema siamo più equilibrati e giochiamo meglio, mentre la squadra ha dimostrato di non riuscire a supportare le due punte e questo non necessariamente per colpa degli attaccanti. È un dato oggettivo e in questo momento non posso togliere Iemmello che ha fatto 13 gol in 16 partite, poi arriverà anche il momento di Falcinelli che magari con l'Entella entra, fa una doppietta e si meriterà la maglia. Ora però devo fare delle scelte funzionali”.

Cremonese-Perugia 2-1, le pagelle: "NZita sovrastato, ma Di Chiara..."

DI CHIARA 'PERDONATO' - Oddo mette poi una pietra sopra anche sul 'caso' Di Chiara, con cui c'erano state scintille a Cremona al momento della sua sostituzione: “Con Gianluca non c'è problema, i calciatori sostituiti sono tutti arrabbiati e se ci fosse sempre un problema il calcio non andrebbe avanti. Lui domani sarà in campo come del resto è successo sempre, a parte un paio di partite. Strasichi? Le sconfitte lasciano sempre strascichi. Quando vinci crei morale e c'è entusiasmo e la scia diventa positiva, quando perdi ovviamente ne risenti anche in questi aspetti. Questo però è un gruppo lavora bene e tutti credono nel percorso che stiamo facendo, perseverando sulle cose buone e cercando di migliorare. Continuando a giocare così e limando gli errori certamente verranno anche le vittorie, perché quando giochi bene hai più possibilità di vincere le gare”. 

GRIFO DA BATTAGLIA - Al di là del risultato che uscirà dalla sfida con l'Entella, il timoniere biancorosso chiude poi dicendosi convinto che in campo scenderà in campo un Grifo da battaglia: “Sono certo che la prestazione, ci sarà perché i ragazzi hanno voglia di rivalsa e sono convinti di quello che facciamo. Le gare sono tutte difficili ma ora dobbiamo vedere l'Entella come un ostacolo insormontabile e dare tutto quello che abbiamo dentro per superarlo. È una squadra in salute, che solitamente non è particolarmente aggressiva ma è molto compatta e tiene i reparti molto stretti, ruotando intorno a una punta di struttura e giocando molto sulle seconde palle. Sarà una partita complicata ma come conosciamo il valore dell'avversario conosciamo anche il nostro: ora dobbiamo mettere in cmapo quello che ci ha contraddistinto in altre gare e ci ha consentito di fare risultato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia-Entella, Oddo: "Di Chiara gioca, nessun problema. Vogliamo restare in zona playoff"

PerugiaToday è in caricamento