Serie B, Perugia: ritiro a Cascia dal 4 al 10 agosto, mentre Fernandes punta la Roma e sogna un gol sotto la Nord

Dopo aver sudato a Pietralunga i biancorossi svolgeranno la seconda parte della preparazione in Valnerina prima dell'esordio in Coppa Italia. Lo spagnolo intanto si confessa: "Ho scelto il Grifo per i suoi tifosi, voglio segnare per fare felici loro e la città"

Il ritiro di Pietralunga è agli sgoccioli ma in casa Perugia si pensa già alla seconda fase della preparazione che dovrà portare la squadra in buone condizioni e con le idee chiare al primo impegno ufficiale. E dopo aver sudato in Alto Tevere, dove il Grifo resterà fino a domani (vigilia della sfida del 31 luglio al Curi contro la Roma), i biancorossi di Oddo si trasferiranno in Valnerina per allenarsi a Cascia (dove ora c'è invece la Primavera) dal 4 al 10 agosto. A comunicarlo è stato lo stesso club di Pian di Massiano: “Continua la preparazione del Perugia in vista della nuova stagione. La seconda parte del ritiro pre-season - si legge nella nota - comincerà domenica 4 agosto quando i biancorossi si trasferiranno da Pian di Massiano al Grand Hotel Élite di Cascia dove rimarranno fino a sabato 10. Il giorno dopo andrà in scena allo stadio Renato Curi la prima partita ufficiale di mister Oddo sulla panchina dei Grifoni valevole per il secondo turno eliminatorio di Coppa Italia contro la vincente fra Triestina e Cavese”.

PAROLA A FERNANDES - Sempre attraverso il sito ufficiale del Perugia si è presentato poi Paolo Fernandes, 20enne fantasista spagnolo arrivato in prestito dal Manchester City ma cresciuto nel Saragozza e reduce dal prestito agli olandesi del NAC Breda: “Sono un giocatore rapido, mi piace l’uno contro uno, cercare lo scambio con i compagni e credo di avere un buon tiro da fuori. In Italia posso migliorare soprattutto dal punto di vista tattico (...) e nel cercare la miglior posizione in campo (...) lavorando duro e seguendo le indicazioni del mister”. Il giovane talento iberico ha spiegato poi le motivazioni che lo hanno portato a sposare la causa biancorossa: “Mi hanno convinto i tifosi. Mi è stato detto che il tifo qui a Perugia è molto bello, uno dei migliori d’Italia. Sono molto importanti perché ti trasmettono energia, soprattutto quando sei in difficoltà. È bello segnare un gol e festeggiare con loro, vedere che la città è felice. Anche parlare con l’allenatore e il direttore Goretti è stato determinante nella mia scelta di venire qui". Il primo impatto con la Curva Nord gremita lo avrà intanto mercoledì 31 luglio, quando al Curi arriverà la Roma in amichevole: “Sono già emozionato (..)non vedo l’ora di conoscere lo stadio e i tifosi". Intanto nei giorni di 'clausura' a Pietralunga ha conosciuto i nuovi compagni, tra cui Iemmello che ha parlato già molto bene di lui: "Le parole di Pietro mi hanno fatto piacere, ci alleniamo insieme da poche settimane e mi trovo bene con tutti i compagni. Pietro secondo me è un goleador nato. Uno di quei giocatori che quando è in area la può buttare dentro sempre". Infine le parole al miele per le due donne della sua vita: “Sono molto legato alla mia sorellina Valeria di quattro anni e mezzo, è la mia piccola principessa. Già mi manca! A Perugia vivrò con la mia fidanzata Susana. Stiamo insieme da quando ho 14 anni. Stiamo molto bene insieme”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • Arresti per 'ndrangheta, la cosca perugina faceva paura: "Basta una mia parola e si pisciano addosso"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento