rotate-mobile
Sport

Serie B, il Tar del Lazio dà ragione al Lecco e boccia il ricorso del Perugia

Respinto il ricorso della Reggina. La sentenza del Tribunale amministrativo regionale

Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio ha accolto il ricorso della società calcio Lecco 1912 e respinto quello della Reggina.

I giudici amministrativi hanno accolto la richiesta di annullamento della “Decisione n. 66/2023 prot. n. 720/2023 con cui il Collegio di Garanzia dello Sport presso il C.O.N.I. ha accolto il ricorso n. 62/2023 presentato in data 10 luglio 2023 dalla società AC Perugia Calcio contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.), la Lega Nazionale Professionisti Serie B (L.N.P.B.) e nei confronti della società Calcio Lecco 1912 s.r.l., per l’annullamento del Comunicato Ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio –F.I.G.C. n. 10/A del 7 luglio 2023, recante la delibera del Consiglio Federale con la quale è stato deliberato di accogliere il ricorso della società CALCIO LECCO 1912 S.r.l. per le motivazioni di cui al già richiamato parere della Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi del 6 luglio 2023 e per l’effetto di concedere alla medesima società la Licenza Nazionale 2023/2024, con conseguente ammissione della CALCIO LECCO 1912 S.r.l. al Campionato di Serie B 2023/2024 , nonché del relativo dispositivo prot. n. 709/2023 pubblicato in data 17 luglio 2023”.

Respinto il ricorso incidentale presentato dal Perugia Calcio “per la conseguente conferma della non ammissione del Calcio Lecco 1912 s.r.l. alla Serie B 2023/2024”.

Discorso opposto per il ricorso presentato dalla Reggina contro il diniego di riammissione al campionato cadetto.

Sentenza Lecco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, il Tar del Lazio dà ragione al Lecco e boccia il ricorso del Perugia

PerugiaToday è in caricamento