menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia alla prova del Brescia, Giunti calma gli animi: "Non pensiamo di essere i primi della classe"

Il tecnico perugino frena i suoi ragazzi in vista della trasferta contro il Brescia :"Sottovalutare il nostro avversario sarebbe un grave errore. Credo nella squadra perchè ho visto buonissime cose in settimana"

Prima posizione in classifica per il Perugia e campionato che prosegue senza sosta con la trasferta di sabato contro il Brescia. Un altro test importante per i biancorossi in attesa di ulteriore conferme dopo questo avvio di stagione entusiamante. Rondinelle con 6 punti all'attivo. Sembrerebbe un match quasi in discesa per il Grifo ma mister Giunti richiama tutti all'ordine. "Ci sono alcune partite che si preparano da sole ed altre che vanno studiate attentamente per non avere cali di tensione" ha commentato "Non bisogna lasciarsi ingannare dalla posizione in classifica perchè il Brescia è vivo ed ha fatto vedere buone prestazioni nonostante i pochi punti". 

Settimana. Sono stati giorni duri per la squadra. Tre partite in7 giorni e poi, per concludere, c'è stato il polverone per l'assenza di Han alla Domenica Sportiva dopo il si del giocatore. "E'stata una bella settimana. Ho visto molte cose interessanti in alleanemento ed i ragazzi con tanta voglia di fare bene. Spero che i ragazzi non mi deludano in campo" ha commentato "Per quanto rigaurda Han è assolutamentes ereno e sta recuperando molte energie dal punto di vista fisico e non posso che essere contento". 

Recuperi. In casa Perugia questi giorni sonostati importanti anche per recuperare un pezzo da novanta come Belmonte. Non al meglio ma potrà comunque partire con la squadra.- "Nicola ha fatto una grande cosa e mi ha sorpreso molto per l'impegno che ha messo nel cercare di tornare arruolabile il prima possibile" ha proseguito Giunti "Abbiamo molti ricamni, soprattutto dietro, e adesso che abbiamo sul groppone diversi gialli non può che essere un bene". 

Formazione. 11 deciso per Brescia. Almeno nella testa del tecnico che dovrebbe ritoccare, poco o niente la sua squadra facendo ancora a meno di Cerri e Brighi. "Ho più o meno deciso tutto" ha detto parlando anche dei possibili impieghi di Falco e Mustacchio. "Falco sta bene ma il suo utilizzo va ponderato benissimo. Lo abbiamo rischiato e abbiamo sbagliato, soprattutto io che non ho avuto la forza di non farlo entrare in campo. Mustacchio sta facendo cose diverse rispetto al solito. Per sabato si è detto prontissimo, essendo anche brescaino doc, ma non ne avevo dubbi". 

Spogliatoi. Insomma c'è serenità dalle parti di Pian di Massiano che può anche essere letta come una delle chiavi del successo del Perugia. "Lo spogliatoio è molto unito e ciò significa che in campo ci va una squadra vera, che sa aiutarsi e lottare insieme. I ragazzi più vecchi spronano sempre i più giovani perchè abbiamo la consapevolezza forte che possaiamo fare grandi cose. Sappiamo che fisologicaemnte affronteremo momenti negativi ma così avremo la forza di uscirne fuori. Sono molto fortunato ad allenare questo gruppo che ha valori forti morali e tecnici e dove possiamo contare su svaritai ricambi". 

Ex. Stavolta l'ex di turno sarà proprio il tecnico Giunti che con il Brescia ci giocò qualche stagione fa. "Non fu il mio periodo migliore ma con me ho avuto l'immensa fortuna di vedere un giocatore del calibro di Roberto Baggio. Mai ho visto fare le cose che faceva lui anche durante l'allenamento.Poi arrivò anche Guardiola ma io non stavo bene, non per il suo arrivo come scrissero all'epoca, ma per altre ragioni ed a gennaio mi trasferì a Istambul" ha concluso Giunti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento