rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Sport Pian di Massiano

Le pagelle del Grifo: Belmonte in stato di grazia, Guberti si trasforma in centravanti

I voti dei biancorossi dopo la vittoria casalinga contro la Pro Vercelli. Tante note positive e un'unica incognita legata alla difficoltà nel realizzare gol

Rosati: In tutta la partita deve compiere un solo grande intervento al 39’ sul diagonale di Ardizzone. Parata che non viene neanche notata dall’arbitro che non concede il corner. Nella ripresa resta immobile sulla girata di Mustacchio. Voto: 6

Belmonte: Partita al limite della perfezione per il terzino destro. Si fa tutta la fascia, trova un cross al bacio per l’incornata di Guberti e difensivamente è insuperabile. Il migliore in campo. Voto: 7,5

Volta: Partita senza troppi patemi per il centralone biancorosso. La difesa si fa sorprendere una sola volta in tutta la partita. Voto: 6,5

Mancini: Sfiora la rete con un’incornata sulla quale si oppone Provedel. Al 28’ altra incornata, corretta in rete da Di Carmine che era però in fuorigioco. Sul finire di primo tempo è costretto a uscire dopo un contrasto con Mustacchio e Ardizzone. Voto: 6,5 (dal 45’ Monaco: Entra a freddo e nella ripresa subisce la pressione di Ebagua che per poco non gli scippa il pallone. Secondo tempo non eccezionale, ma riesce comunque a portare a casa la pelle. Voto: 5,5)

Di Chiara: La risposta del terzino sinistro dopo qualche critica ricevuta nel post Verona. Spinge bene sulla sinistra, crossa e si rende pericoloso con un paio di tiri che impensieriscono Provedel. Voto: 6,5

Brighi: La partita della mezzala dura solo 45 minuti. Non commette errori ma allo stesso tempo non riesce a velocizzare il gioco a metà campo. Voto: 6 (dal 46’ Acampora: Dà maggiore brillantezza e corsa al centrocampo biancorosso. All’81’ ha l’occasione per il 2-0 ma spreca scheggiando la traversa. Voto: 6,5)

Zebli: Prestazione positiva in fase di contenimento, anche se poi manca un po’ di precisione quando c’è da impostare. Il 19enne ivoriano resta comunque una pedina fondamentale nello scacchiere di Bucchi. Voto: 6

Dezi: Le sue accelerazioni tornano devastanti e il Perugia ne giova eccome. Dopo appena 2 minuti sfiora il gol dopo un grande numero in area, nella ripresa spacca in due la Pro Vercelli con le sue ripartenze e serve un assist perfetto ad Acampora che non sfrutta a dovere. Voto: 7

Nicastro: Al 15’ segna ma il gol gli viene annullato per un tocco con il braccio. Nel secondo tempo è la traversa a dirgli di no. Sfortunato, ma la sua presenza in campo è ormai una certezza. Voto: 6,5

Di Carmine: Al 28’ del primo tempo trova una rete di rapina che avrebbe potuto sbloccarlo mentalmente ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Per il resto della partita è costretto a lottare contro i tre centrali della Pro. Voto: 6

Guberti: Nei minuti iniziali non riesce a trovare grandi spazi. Allora aumenta il suo raggio d’azione e il Perugia cresce con lui. Al 49’ inserimento super a premiare il bell’assist di Belmonte: Berra anticipato e Provedel battuto. Al 65’ ha anche l’occasione per il raddoppio ma si intestardisce e perde il tempo per calciare a rete. Vot: 7 (dal 67’ Drole: La sua rapidità risveglia il Perugia in un momento di sofferenza del match. Alterna ottime giocate a qualche errore, ma svolge bene il suo ruolo. Voto: 6,5)

Bucchi: Doveva essere un Perugia rivoluzionato, invece scendono in campo i soliti undici con l’unica eccezione di Mancini al posto di Monaco. L’avvio di gara è perentorio, anche se per varie ragioni il gol non arriva. Nella ripresa la sblocca Guberti e il Grifo torna a vincere in casa dopo circa due mesi. Tante note positive, a partire dal dominio sul piano del gioco, e una sola incognita legata alla difficoltà nel realizzare gol. Voto: 6,5

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le pagelle del Grifo: Belmonte in stato di grazia, Guberti si trasforma in centravanti

PerugiaToday è in caricamento