menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grifo contestato, la Curva Nord contro Santopadre: "Sei tu quello violento e offensivo"

I tifosi: "Violenza sono anche le prestazioni dei giocatori cosiddetti “professionisti” a discapito di tutti quei tifosi, che in nome della sola passione, spendono soldi, tempo e fanno sacrifici al seguito di una squadra indegna"

E la Curva Nord risponde a Santopadre. Argomento: la contestazione di sabato sera alla squadra dopo l’ennesima sconfitta. Il presidente ha indetto il silenzio stampa e attaccato i tifosi, accusandoli di “aver passato il limite”. E così arriva la risposta: “A fronte del comunicato farneticante firmato dal presidente del Perugia – scrive la tifoseria in un post sulla pagina Facebook della Curva Nord - , in merito ai fatti della contestazione di sabato sera, ci vediamo costretti a ribattere le accuse che ci vengono mosse”. 

Sassi e fumogeni contro il pullman del Grifo, Santopadre: "I tifosi hanno superato il limite" 

Serie B- Tifosi allo stadio ad aspettare la squadra. Contestazione feroce


Quindi, andiamo al sodo: “Parlare di comportamento violento o di aggressione è totalmente fuori luogo. Ciò che è avvenuto è nient’altro che una pesante contestazione, più che legittima e motivata a nostro avviso, dopo tutto il supporto e il calore dimostrato dalla Curva anche in questo difficile periodo e agli appelli d’impegno e determinazione rimasti inascoltati. Nessuno all’interno del pullman e fuori è stato oggetto di aggressione personale se non verbale, né è rimasto in qualche modo ferito, pertanto strumentalizzare un vetro rotto e qualche fumogeno è veramente un colpo basso e vile”.

E ancora: “Se ''Violenta'' viene considerata una contestazione, “violento” e offensivo è anche il presidente, che a più riprese in queste settimane si è espresso su quotidiani e televisioni locali con dichiarazioni finte e accomodanti, facendosi beffa di tutto il popolo biancorosso... ''violenza'' sono anche le prestazioni dei giocatori cosiddetti “professionisti” a discapito di tutti quei tifosi, che in nome della sola passione, spendono soldi, tempo e fanno sacrifici al seguito di una squadra indegna. Questo comunicato è il triste tentativo, da parte del presidente, di creare una frizione tra i tifosi biancorossi, di creare una spaccatura prima che questi si coalizzino, oltre che contro giocatori e allenatori, anche contro la società e la dirigenza tutta. Purtroppo questa strada non funziona, il popolo del Grifo, i Gruppi Ultras e la Tifoseria Perugina tutta domani sera sarà come sempre al fianco del Perugia e sosterranno la maglia uniti...Aldilà del risultato, categoria ,giocatori, allenatore e presidente”. E la pietra finale: “Perugia siamo noi, voi siete solo di passaggio”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento