menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie B - Deferite dalla Figc Perugia e Atalanta

Secondo un'indagine della Figc le due società, i due presidenti Santopadre e Percassi e i due direttori dell'area tecnica Goretti e Sartori sarebbero responsabili di violazioni nelle cessioni di Gianluca Mancini e Alessandro Santopadre

Non c'è molta pace in casa Perugia nelle ultime settimane. E',infatti, arrivato un deferimento a carico del Perugia calcio, per il presidente Santopadre ed il responsabile dell'area tecnica Roberto Goretti. Insieme a loro sono state deferite la società Atalanta, il suo patron Percassi ed il dt Sartori. Il motivo? Secondo il Procuratore Federale le due società avrebbe commesso qualche illecìto nell'operazione che portò il difensore Gianluca Mancini a Perugia e lo scambio, verso Bergamo, di Alessandro Santopadre. Le due società avrebbero sottoscritto nei contratti di cessione un valore totalmente fittizio dei giocatori e di gran lunga inferiore, nel caso di Mancini, e superiore, per Santopadre, a quelli reali dei giocatori. 

Secondo quanto si legge nel comunicato, le due società ,nel frattempo deferite per responsabilità oggettiva, avrebbero indicato “un valore fittizio di cessione di gran lunga inferiore rispetto all’effettivo valore del calciatore stesso […], così determinando un significativo danno economico ad altra Società calcistica (la Fiorentina), con la quale il Perugia […] aveva stipulato un accordo che prevedeva la corresponsione di un premio di rendimento in favore di tale società in caso di futura cessione ad una società calcistica terza, in misura pari al 50% dell’importo del prezzo di vendita”.In pratica, il Perugia avrebbe dovuto pagare il 50% della cifra sborsata dall’Atalanta per Mancini alla Fiorentina e per questo avrebbe riportato sui contratti un prezzo inferiore. 

Insomma una gran brutta botta per il club umbro che adesso dovrà rispondere di di questi "fittiziscambi di mercato" alla Federazione. Non è ancora chiaro quali saranno le sanzioni per le due società e per le figure coinvolte nell'affare. Intanto si attende anche la risposta della società perugina in merito. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento