menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mistero sullo sceicco "socio" della Roma. Imam: Mai sentito nominare

Dopo la scoperta di Umbria24.it sulla casa su due piani che non è certo la villa perugina faraonica descritta dai media. Perugiatoday.it ha interpellato Abdel Qader giordano, coetaneo e capo della comunità islamica


Mentre Roma e i tifosi giallo-rossi impazziscono per lo sceicco giordano ma residente in Umbria  Adnan Adel Aref Qaddumi Al Shtewi che dovrebbe diventare il socio danaroso della squadra, Perugia si interroga su questo suo sceicco con moglie che lavora in Comune, due figli - tra cui uno nell forze dell'ordine - e che in pochi conoscono, compresi i vicini. I colleghi di Umbria24.it per primi hanno scoperto che la villa lussuosa descritta dalla stampa nazionale - prima individuata nell'assisano ma non era così - è invece una normalissima casetta su due piani anche con diversi decenni sulle spalle. Uno sceicco che fa il pendolare a Roma, con una casa come tante delle nostre, certamente crea curiosità soprattutto tra cui chi ha letto che sarebbe a capo di un impero che potrebbe permettersi non solo di comparare la Roma ma addirittua la serie A.

Perugiatoday.it ha quindi contattato in serata uno dei personaggi più influenti a Perugia della comunità giordana, anche lui venuto a studiare a Perugia negli anni '70, e la famiglia originaria della Palestina. Insomma un uomo che non può non conoscere uno sceicco coetaneo, islamico, perugino e tra altro con entrature con la gente che conta del mondo arabo. Un po' come lui. Stiamo parlando dell'Imam Abdel Qader. "Sono sincero io non conosco questo uomo. Strano perchè la nostra non è una comunità così grande. Mai visto alla preghiera del venerdì o alle nostre feste religiose. Ma nessuno me ne ha mai parlato e io sto qui a Perugia da 40 anni. Potrebbe essere un intermediario di importanti capitali arabi, ma certo parlare di sceicco mi rende perplesso. Al Shtewi è un cognome di una famiglia palestinese che noi conosciamo, ma di lui non sappiamo nulla".

Neanche l'Imam lo conosce e pure avrebbe certamente avuto bisogno di uno sceicco perugino anche solo per poter aver qualche contributo per la realizzazione del centro islamico di via settevalli che è stato fatto con le risorse sue e dei fedeli. Che non sono certo sceicchi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento