Volley, San Giustino fa fuori il Latina: ma ci vogliono 5 set

Incontro deciso al tie break in favore di San Giustino che si giocherà il tutto per tutto domenica prossima al Pala Bianchini di Latina per l'approdo ai quarti di finale dei play-off

San Giustino, con una partita di grande spessore, vince gara due play off e costringe Latina a giocarsi la qualificazione ai quarti in gara tre. Match dai due volti con Vivi Altotevere, che fa la gara nei primi due set, ma che subisce il ritorno veemente della formazione ospite, brava a rimanere viva nel terzo e quarto parziale. Incontro deciso al tie break in favore di San Giustino che si giocherà il tutto per tutto domenica prossima al Pala Bianchini di Latina.

Primo set

Equilbrato, almeno nella fase iniziale: le due formazioni si affrontano a viso aperto. Per San Giustino, e non è una novità, a brillare è Goran Maric, coadiuvato in fase di attacco da Cebulj e Mattioli, dall'altro lato del campo ottima la prova del polacco
Jarosz, vero punto di riferimento della squadra ospite. Poi Vivi Altotevere, sospinta dal proprio pubblico inizia a spingere, Mckibbin gioca veloce e mette in difficoltà la ricezione di Latina. Primo time out tecnico e azzurri avanti di quattro punti (8/4) grazie ad una ace del tedesco Bohme. Fase centrale con San Giustino che mantiene costantemente il pallino del gioco, bene ai lati ma sale anche il muro grazie ad un De Togni che sembra aver smaltito i postumi di un leggero infortunio. Dall'altro lato,
oltre ad un Rossini positivo in fase di ricezione, bene Sottile, sempre lucido e presente in ogni fase del gioco ed il centrale Verhees, ma sono sempre i padroni di casa a rimanere saldamente avanti spingendosi fino a + 5(16/11). Fase finale del set con Vivi
Altotevere che gestisce bene il vantaggio accumulato, è sempre il serbo Maric la chiave vincente in fase offensiva ma regge bene anche il pacchetto arretrato grazie a Cesarini. Set che si chiude grazie ad un ace dello sloveno Cebulj 25/17 in favore dei padroni
di casa.

Secondo set

Inizia sulla falsa riga del primo: le due formazioni si marcano a vista e giocano punto a punto fino al 6/6. Gli attori sono sempre gli stessi, Jarosz, Verhess da una parte, Maric, Cebulj dall'altra. Fase centrale con San Giustino che prova più volte l'allungo ma Latina risponde colpo su colpo. Vivi Altotevere rimane nel set grazie al contributo del capitano De Togni, autore di punti pesanti. La formazione ospite risponde dall'altro
lato del campo con Rauwerdink e Noda Blanco, chiamati spesso in causa e con successo dal palleggiatore Sottile. Fase che vede le due squadre forzare molto il servizio; il gioco è veloce e piacevole, senza pause. Si va al secondo Time Out tecnico con San Giustino avanti di un punto (16/15). Ultima parte di set con la formazione ospite che inizia a spingere molto, prende ritmo e continuità. Fenoglio chiama time out (18/19)e chiede calma ai suoi, serve lucidità per restare agganciati al set. Messaggio ricevuto, Mckibbin, autore di una prova impeccabile fino a questo momento, gioca bene, chiama molto spesso Bohme e De Togni: gli attacchi partono dal centro, questo mette in grande difficolta la fase muro difesa della formazione ospite. Rossini pare in evidente difficoltà e Sottile non riesce a servire con continuità e precisione Jarosz, Rauwerdink e Blanco; Prandi prova la carta Troy, ma senza successo. Set che si chiude in favore di Vivi Altotevere per 25/23, grazie ad un attacco vincente del solito Maric. Dalla tribina i sostenitori di casa lanciano messaggi d'amore al coach Marco Fenoglio e chiedono, con tanto di cartello esposto in favore di telecamera, la convocazione del libero
azzurro, Cesarini, in nazionale.

Terzo Set

Latina sembra entrare in campo con un piglio diverso, più decisa, ma Vivi Altotevere non molla. Regna l'equilibrio, come nella fase iniziale dei primi due set. I due registi, giocano in modo speculare: entrambe le parti non vogliono dare punti di riferimento all'avversario. Equilibrio che non dura molto, il gioco di Latina è più incisivo, questo grazie al turno di battuta, fondamentale che in questa parte del match sembra favorire la formazione ospite. Il servizio di Latina è forte e preciso e questo infastisce Vivi Altotevere. Primo time out tecnico con la Andreoli avanti di due punti (8/6); sorge qualche piccola contestazione. Al rientro in campo Vivi Altotevere torna a giocare
bene, come nei primi due set, ed è subito parità 8/8, grazie ad un Mattioli decisivo e concreto. Ora gli scambi sono veloci, sale il livello di gioco di Noda Blanco. Lo schiacciatore spagnolo è presente, sia a muro che in attacco, questo garantisce più opzioni di gioco a Sottile, e consente a Jarosz, Rauwerdink, e Verhess di respirare. Nella fase centrale del set Latina prende il largo grazie alla sapiente regia di Sottile, il palleggiatore pontino chiama più volte Troy dalla seconda linea e lo schiacciatore a stelle e striscie lo ripaga con tre punti consecutivi che permettono a Latina di portarsi sul 18/13 in loro favore. Fenoglio prova la carta Van Den Dries: cerca più freschezza, Maric sembra pagare lo sforzo di una gara sino ad ora perfetta, ma la scelta non da risultati. Il set rimane saldamente nelle mani del sestetto di Prandi, il vantaggio è rassicurante e ben gestito dalla Andreoli che chiude con facilità grazie ad un muro fuori dei padroni di casa su attacco dello spagnolo Noda Blanco.

Quarto set

Torna in campo, per Vivi Altotevere, il serbo Goran Maric. Il peso specifico dello schiacciatore serbo sul gioco azzurro è evidente. San Giustino torna a ruggire, sopratutto in attacco, ma Latina non molla, sente che può rientrare nel set, si porta avanti di due punti grazie ad uno muro vincente di Noda Blanco. Lo spagnolo
in questa fase è l'ago della bilancia, si affida a lui Sottile per passare le fitte maglie del muro di Vivi Altotevere: questo permette a Prandi di non rischiare Jarosz, che sembra accusare un leggero infortunio alla spalla. Sale in percentuale anche il muro
dove Verhess sembra una montagna difficile da superare. L'Andreoli prende ritmo e si porta avanti di +5 (10/5) su San Giustino che accusa fatica. Fenoglio prova a dare la scossa nel primo time out discrezionale, sente che l'inerzia della gara pende in favore
degli ospiti, vede i suoi in difficoltà, cerca di infondere coraggio, chiede un ultimo sforzo, non ha nessuna intenzione di portare la gara al tie break. Rimangono cinque punti di distanza a favore di Latina (18/13) anche nella parte centrale del set. Il
gioco dei pontini si sviluppa sull'asse Blanco, Troy, Verhees, con un Rossini in formato nazionale, bravo a ricevere con precisione sugli attacchi di San Giustino. I padroni di casa provano a risponedere con Cebulj e Maric, ma il gioco non è più quello della
fase iniziale. Bene tra i pontini Patriarca, il centrale chiude non permettendo a Vivi Altotevere attacchi puliti. San Giustino prova a rientrare, ma il vantaggio di Latina è incolmabile. Il set si chiude 25/20 per Latina, su attacco vincente di Noda Blanco.
Sarà il tie break a decidere le sorti della gara.

Quinto set

Latina parte subito bene spinta ancora da Noda Blanco, Vivi Altotevere risponde con Maric. Mckibbin gioca al centro, il palleggiatore statunitense cerca soluzioni diverse per creare problemi alla difesa, molto efficace, dei pontini. Rossini riceve
bene e permette a Sottile di servire pulito Troy, Noda Blanco e Rauwerink. Formazione ospite avanti di due punti nella fase centrale del set (8/6). Ancora contestazioni per un punto chiamato fuori (7/9) su servizio di Mattioli. Il giudice di gara decide
ancora in favore di Latina sul punto successivo e scatena le proteste del pubblico. Ma San Giustino non molla, tira fuori la grinta dei primi due set ed aggancia Latina sul 10 pari. Ora la gara è avvincente: dalle due panchine inizia una gara nella gara
con i due coach che si studiano e si marcano a vista. Prandi chiama Time out, chiede calma, Fenoglio spinge i suoi, vuole l'impresa. Maric alza il ritmo, spinto dal pubblico. Recupero spettacolare di Noda blanco e Latina di nuovo avanti + 1 (12/
13). Maric risponde 13 pari, di nuovo Noda Blanco 14/13 per la Andreoli. E' punto a punto, gara spettacolare, attacco fuori di Blanco e San Giustino avanti. Gara che si chiude con un attacco vincente di Maric su un recupero spettacolare di Lo Bianco. Vince
Vivi Altotevere, 16/14, prima vittoria nei play off per San Giustino, tutto su deciderà domenica prossima in gara 3 a Latina.

ALTOTEVERE SAN GIUSTINO - ANDREOLI LATINA 3-2 (25-17, 25-23, 16-
25, 20-25, 16-14) -

ALTOTEVERE SAN GIUSTINO: Fiore, Van Den Dries 1, Mc Kibbin 2,
Coali, Cesarini (L), Bohme 10, Mattioli 13, Torre, De Togni 10,
Maric 34, Lo Bianco (L), Cebulj 11. Non entrati Guttmann, Gradi.
All. Fenoglio.

ANDREOLI LATINA: Rauwerdink 16, Rossini (L), Gitto, Sottile 3,
Jarosz 11, Patriarca 12, Verhees 8, Prandi (L), Troy 14, Noda
Blanco 13, Fragkos 1, Guemart. All. Prandi. ARBITRI: Pasquali, La
Micela.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

NOTE - durata set: 24', 30', 24', 26', 18'; tot: 122'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento