menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

C'è un grifo che vince in queste ore difficili. La Primavera di mister Mancini rifila 3 sberle al Cittadella

PERUGIA: Cucchiararo, Patrignani, Berci, Achy, Ceccuzzi, Pessot, Kouan Oulai, Panaioli, Loffredo, Amadio (27′ st Bagnolo), Traore. A disp.: De Maio, Barbarossa, Orlandi, Della Morte, Ranocchia,
Santini, Torregrossa, Pietrangeli, Subbicini, Settimi, Martinelli. All. Luciano Mancini
CITTADELLA: Vettorel, Cerasio, Fornasier, Gentile, Dalla Bernardina, Stefani (1′ st Barzon), Borsato (1′ st Pasha), Pizzinato, Ballarin (32′ st Salata), Sartori, Fasolo. A disp.: Zordan, Guerra,
Zarpellon, Nocerino, Pasinato, Spadera. All. Massimo Beghetto
ARBITRO: Luciani di Roma 1 (Spensieri di Genova – Barone di
Roma 2)
RETE: 8′ pt Loffredo, 38′ pt e 47′ st Traore, 17′ pt Fasolo (C)
NOTE
: giornata tiepida, presenti circa 100 spettatori. Espulso a fine
partita Sartori (C) per proteste. Ammoniti Pessot, Bagnolo, Stefani,
Pizzinato, Pasha

PERUGIA – Dopo aver eliminato il Sassuolo la Primavera biancorossa compie un’altra impresa eliminando nel 2° turno di Tim Cup con un perentorio 3-1 il Cittadella allenato dall’ex indimenticato Grifone Massimo Beghetto che è al comando del Campionato Primavera 2 Tim Girone A. Grande partita quella disputata dal gruppo di Mancini, soprattutto nel primo tempo, con intensità e buone trame di gioco, una costante da inizio stagione. Archiviata così la sconfitta di Palermo e l’amarezza per il rigore inesistente concesso al 90′.

Perugia in vantaggio con Loffredo all’8′ con una conclusione dal limite dell’area al termine di un’azione corale. Il Cittadella non reagisce e approfitta dell’unico errore della difesa biancorossa per pareggiare, Fasolo ruba palla ad un difensore biancorosso in area e trafigge Cucchiararo in uscita. Ci pensa Traore a portare in vantaggio i suoi con un diagonale di destro da posizione defilata. Nella ripresa gli ospiti provano a reagire ma Cucchiararo si oppone bene alla conclusione di Pasha. Amadio e Traore non concretizzano altre due occasioni ma è lo stesso Traore a chiudere la gara in pieno recupero appoggiando in rete un assist di Loffredo, bravo a liberarsi del suo diretto avversario. Finisce 3-1. Prossimo turno in gara unica in casa del Chievo Verona, mercoledì 29 novembre. “Ci tenevamo a fare una bella figura in questa gara e i ragazzi ci hanno ripagato con una grande prestazione – ha spiegato a fine partita il tecnico Mancini. Dopo l’amarezza di Palermo è una vittoria toccasana, ottenuta contro una squadra prima in classifica nel proprio girone. Contro il Crotone sabato prossimo abbiamo la possibilità di dare una svolta al nostro campionato”.

“Dedico i due gol al mio procuratore e alla mia famiglia che è rimasta a Bergamo – commenta felice Abdoulaye Traore, attaccante classe 2000 – dovevamo riscattare la sconfitta contro il
Palermo e ce l’abbiamo fatta, siamo contenti della vittoria. Ora giochiamo così anche contro il Crotone e ce la faremo”.

PROSSIMO TURNO: Chievo Verona-Perugia, mercoledì 29 novembre (orario da definire).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento