menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Primavera del Grifo segna, spreca tanto e si fa raggiungere nel finale dal Como

I biancorossi giocano un ottima gara sotto il diluvio, ma sprecano molto e nel finale arriva la beffa. Gara condizionata dall'arbitro, che ha annullato un gol regolare a Mirval

La Primavera di mister Recchi sciupa troppo e alla fine il Como trova il pareggio. Ma ci ha messo del suo pure l'arbitro Paterna di Teramo che annulla un gol regolare a Mirval e non punisce con il cartellino rosso un'entrata killer di Moleri ai danni di Salvucci. Finisce così 1-1 all'antistadio "R.Curi".

Si inizia sotto una pioggia battente che rende il campo al limite della praticabilità. I biancorossi sono attenti e concentrati e creano quattro palle gol, due con di Nolfo e due con Mirval, ma l'imprecisione e la bravura del portiere ospite Maimone negano la gioia del gol. Gol che arriva però al 40' sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la palla arriva a Salvucci che dal limite dell'area di destro trova il varco giusto tra una selva di gambe e infila Maimone.

Nella ripresa il tempo concede una piccola tregua. Al 25' st in un'azione di contropiede la palla arriva a Mirval,  un difensore lariano in scivolata anticipa sia il proprio portiere che la punta della Guadalupe che però torna in possesso del pallone e a porta vuota segna. L'arbitro incredibilmente annulla, forse per una posizione (passiva) di fuorigioco di Vicaroni entrato in campo poco prima. Il campo è pesante ma non al punto da giustificare l'entrata a piedi uniti di Moleri su Salvucci. Solo giallo per il difensore numero 2.

Al 35' uscita spericolata fuori area del portiere Maimone, palla a Pellegrini che da metà campo prova l'eurogol a porta vuota ma la sfera finisce di poco fuori. E nel finale ecco la beffa. Sugli sviluppi di una punizione la palla arriva sui piedi di Mangili che dal limite dell'area fa partite un potente destro che batte Santopadre, anche oggi autore di una buona gara. Il Como sale a quota 20 punti in classifica mentre il Perugia coglie il secondo pareggio in questo campionato e arriva a quota 14 a pari merito con la Salernitana.

"Una prestazione straordinaria rovinata dalle decisioni dell'arbitro". Così ha commentato a fine gara mister Recchi visibilmente deluso e amareggiato. "Dispiace per il risultato - spiega a fine gara Francesco Di Nolfo, alla sua terza presenza in maglia biancorossa. Abbiamo disputato un grande primo tempo, peccato per il gol subìto nel finale". Prime impressioni sull'esperienza perugina. "I miei compagni mi hanno già fatto sentire parte del gruppo, sono felice di essere qui".

PERUGIA-COMO 1-1 (1-0)

PERUGIA: Santopadre, Polidori, Trequattrini, De Iuliis (18'st Rondoni), Viola, Gualtieri, Di Nolfo (14'st Vicaroni), Varfaj, Mirval, Pellegrini, Salvucci (36'st Patrignani). A disp.: Torresi, Maestrelli, Ceccuzzi, Montacci, Laurenti, Castelletti, Bartolelli. All.: Recchi.

COMO: Maimone, Moleri (23'st Triveri), Tendarini, Bonaiti, Scaglione, Labano, Scaramuzza (32'st Mandelli), Calviello, Fusi (12'st Mutton), Cicconi, Mangili. A disp.: Del Gaudio, Carlone, Salaroli, Kolas. All.: Fontolan.

ARBITRO: Paterna di Teramo (Assistenti: Giuliani-Grieco)

MARCATORI: 40'pt Salvucci (P), 41' st Mangili (C)

NOTE – Ammoniti: Polidori, De Iuliis, Viola, Moleri, Bonaiti, Labano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento