menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Podismo, Strasimeno 2021: nell'ultramaratona primo acuto per Hajjy

Grande partecipazione alla corsa di Castiglione del Lago (circa 900 al via), gli organizzatori: "Protocolli sanitari rispettati, anche nell’era del Covid si può allestire un grande evento podistico"

Nella prova principlae (l'ultra maratona da 58 km) prima vittoria alla 'Strasimeno' per l’ex campione italiano di maratona Mohamed Hajjy (Atl.Celtic Druid Castenaso) che ha dominato la competizione chiudendo in 3h34’32”, con un vantaggio di ben 9’07” su Matteo Lucchese (Atl.Avis Castel San Pietro) e di 10’06” su Riccardo Vanetti (Pod.Pontelungo). Doppietta marchigiana fra le donne e prima piazza per l’ex campionessa europea master Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona), alla sua prima uscita importante sull’ultramaratona: 4h03’25” il suo tempo finale con 5’01” di vantaggio su Francesca Bravi (Grottini Team) e 7’01” su Chiara Milanesi (Fo di Pe).

A vincere in questa domenica di sport a Castiglione del Lago sono stati però un po' tutti i partecipanti e gli amanti del podismo, che hanno così potuto festeggiare una giornata di ripartenza nelle difficoltà dell'emergenza coronavirus. "Al via della Acea Ambiente Strasimeno qualcosa come 900 corridori - spiegano gli organizzatori del Gs Filippide e dell’Atletica Avis Perugia -, perfettamente gestiti ed equidistanti nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, a dimostrazione che anche nell’era del Covid si può allestire un grande evento podistico, basta farlo con senso di responsabilità".

L’Acea Ambiente Strasimeno è stata anche una delle primissime maratone di questa tormentata stagione. Ad aggiudicarsi la gara è stato Andrea Sgaravatto (Salcus) che in 2h33’08” ha inflitto 3’07” a Lorenzo Lotti (Corri Forrest) e 11’03” a Martino Marzari (Pol.Santa Lucia). Bel successo per Silvia Luca (Grottini Team) che in 2h56’01” è riuscita a scendere sotto le tre ore al pari di Francesca Rimonda (Vigonechecorre), seconda in 2h58’10”. Terza la compagna di colori della vincitrice, Angela Emily Castellani in 3h01’44”.

Successo kenyano nella mezza maratona: Simon Kibet Loitianyang (TX Fitness), alla sua ultima uscita prima di iniziare la lunga fatica del Giro dell’Umbria dove da giovedì difenderà il suo titolo, ha vinto la prova in 1h09’23” battendo di 2’40” Domenico Passuello (Gs Il Fiorino) e di 5’40” Alessandro Bossi (G Garlaschese). In campo femminile prima un’autentica istituzione del podismo umbro, Paola Garinei (Atl.Avis Perugia) che in 1h28’18” ha prevalso per 2’22” su Ana Nanu (Atl.Rimini Nord) che in volata ha preceduto Elisa Benini (Atl.Faenza 85). 

Anche il tempo atmosferico ha premiato gli organizzatori, con un clima freddo ma senza pioggia. "La gestione della gara è stata impeccabile - spiegano ancora -, grazie alla Polizia Municipale, alle forze dell’ordine dei vari comuni attraversati dalla gara, ai tanti volontari impiegati sui percorsi, ma non va dimenticato l’impegno che ci hanno messo le amministrazioni comunali del territorio del Trasimeno, che pur in un momento così difficile non hanno smesso di credere nell’evento e nelle sue possibilità di effettuazione dando agli organizzatori una spinta decisiva. Correre si può, basta farlo con attenzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento