menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia stoico a Pescara: rimonta due reti in inferiorità numerica e porta a casa un punto d'oro

Un match non senza poche ansie quello di oggi contro il Pescara. Il Perugia è pronto a giocarsi il tutto e per tutto. la diretta della partita

Commento finale: Rimonta bellissima del Perugia che in 10 uomini recupera il doppio svantaggio e tiene a debita distanza il Pescara. La partita si è accesa improvvisamente nel secondo tempo dopo l'espulsione di Comotto per fallo da ultimo uomo su Melchiorri e il rigore trasformato da Memushaj. I delfini hanno addirittura trovato il 2-0 con Melchiorri che ha bucato nuovamente la difesa biancorossa e infilato Koprivec. Ma la reazione rabbiosa dei biancorossi ha ristabilito la parità nel giro di 5 minuti: rete di Ardemagni, servito bene da Verre e poi 2-2 di Goldaniga che ha dovuto solo appoggiare in porta il pallone respinto dal palo, dopo la botta del sempre presente Verre. Il finale è stato palpitante: altro rosso per i Grifoni, questa volta all'autore del pareggio, per un fallo molto dubbio su Bjarnason. Come conseguenza di ciò è stato espulso anche Andrea Camplone, inferocito con il direttore di gara per la decisione presa. Il fortino dei biancorossi ha retto però fino in fondo e ha permesso agli umbri di riportare a casa un punto preziosissimo nella corsa play-off. Il Perugia è salito così a quota 60 punti: forse ci sarà da mangiarsi le mani tenuti presenti anche gli altri risultati (lo Spezia ha pareggiato, così come l'Avellino nello scontro di vertice con il Bologna), ma visto l'andamento del match, ci si può accontentare. Ora ci sarà da lottare fino alla fine perché dietro ai Grifoni c'è un trenino di 3 squadre a 58 punti e una di queste dovrà per forza di cose guardare gli spareggi per la serie A in tv. 

Secondo tempo

46'-  Ripartiti! Non ci sono stati cambi nelle due formazioni. 

50'-  Riparte bene il Pescara che al secondo minuto della ripresa va alla conclusione con Melchiorri: il pallone viene intercettato dentro l'area di rigore da Bjarnason ma Koprivec riesce a metterci una pezza. 

55'- Il Grifo ci prova con Lanzafame che con un bel numero si libera di un avversario e calcia in porta, Fiorillo risponde bene e para. Ardemagni tenta la ribattuta ma era in fuorigioco. Al 55' di gioco la svolta: Melchiorri se ne va e viene steso in area di rigore da Comotto. Rosso per il difensore e penalty per il Pescara. 

56'- Gol Pescara!  Memushaj va dal dischetto e non lascia scampo a Koprivec. Pescara in vantaggio: ora il Grifo dovrà reagire nonostante l'inferiorità numerica. 

59'-  Raddoppio Pescara!  Ancora Melchiorri, lasciato solo dalla difesa perugina, entra in area, supera Koprivec e deposita in rete il 2-0. Ora è durissima. 

65'- Il Grifo prova a reagire con Lanzafame sulla destra, nettamente strattonato da Bjarnason: l'arbitro assegna punizione e ammonisce l'islandese. Faraoni batte sul secondo palo, ma il cross è lungo e si spegne in un nulla di fatto. I biancorossi ci mettono il cuore, ma con un uomo in meno ora diventa un'impresa rimontare. 

68'- GOOOOOL PERUGIA! ARDEMAGNI!  Il n.45 accorcia le distanze sfruttando un cross dal vertice destro dell'area di rigore. Nulla da fare per Fiorillo.

70'-  Al 70' ammonito Lanzafame. Ora però il Grifo deve crederci, la retroguardia del Pescara non è insuperabile. 

73'- GOOOOLLLL PERUGIA! GOLDANIGA!  Pareggio del Perugia: punizione dalla destra di Fossati respinta dalla difesa, il pallone carambola sui piedi di Verra che di destro centra il palo ma Goldaniga trova il tap-in vincente. 

75'- Entra l'ex della partita, fuori Selasi dentro Politano.

80'- Perugia vicino addirittura al sorpasso con Lanzafame che lascia andare una gran botta di destro: pallone alto di pochissimo. Grandissima reazione della squadra di Camplone. Ora i Grifoni devono stare attenti: Memushaj sulla destra crossa per Pettinari che impatta bene di testa, Koprivec para a terra. All'80' ancora Pettinari pericoloso con un tiro dal limite dell'area, pare il n.1 biancorosso. Arriva il momento di un altro ex: Nielsen entra al posto di Verre. 

85'- Ora il Pescara tenta l'assedio: bomba di Memushaj, Koprivec devia sopra la traversa.  Al 37' della ripresa fiammata di Fabinho che costringe Zampano al fallo: cartellino giallo per il terzino dei delfini. Punizione di Fossati che da posizione impossibile calcia in porta, la difesa manda in angolo. Baroni cambia: fuori Pettinari, dentro Caprari. Ora i padroni di casa sono passati al 4-3-3. 

86'- Altro rosso per il Perugia! Espulso Goldaniga per un fallo inesistente su Bjaranson. Errore colossale dell'arbitro che espelle anche Camplone per proteste. Grifo in nove. 

90'- Perugia che deve far entrare un difensore: dentro Hegazy, fuori Lanzafame al minuto 88'. Punizione per il Pescara sul fallo da rosso (inesistente) di Goldaniga: Caprari va alla battuta, la barriera devia in angolo. I padroni di casa giocano l'ultimo cambio: entra Pasquato ed esce Bjarnason. Saranno 4 i minuti di recupero. 

94'-  Al 2' di recupero, bomba di Pasquato dalla lunga distanza, ma Koprivec c'è. Ultimi attimi di sofferenza per il Grifo: tutta la squadra difende in maniera encomiabile e tiene lontano il Pescara dalla porta. E' finita! Finisce 2-2 con una rimonta incredibile dei Grifoni.

Commento fine primo tempo: Sin qui è stato un match equilibrato tra due squadre che hanno pensato soprattutto a non prenderle. Nonostante questo ci sono state almeno 2 buone chance per parte: il Pescara ha sprecato con la coppia d'attacco, che non ha sfruttato la distrazione della difesa perugina, e con Bjarnason, il quale non è riuscito a deviare in porta il bel cross di Melchiorri. Dall'altra parte il Perugia ha risposto con Ardemagni, ma in entrambe le circostanze il n.45 non è riuscito ad imprimere forza al pallone e Fiorillo ha mantenuto il risultato sullo 0-0.

Primo tempo 

1'- Camplone rischia tutto mandando in campo tutti gli attaccanti a disposizione: Fabinho e Ardemagni in avanti, Lanzafame come mezzala. Per il resto tutto confermato, ad eccezione di capitan Comotto inserito al posto di Giacomazzi. Baroni invece prosegue con il 4-3-1-2 visto ad Avellino e cerca il tutto per tutto mandando in campo sia Selasi che Bjarnason, entrambi non al meglio delle condizioni fisiche. La giornata è calda e alla fine i tifosi perugini saranno circa un migliaio: altri 300 infatti sono riusciti ad accedere alla tribuna dell' "Adriatico". 

5'- Dopo 10 secondi ci prova subito Melchiorri di destro, Koprivec blocca senza problemi. La punta pescarese ci riprova 2 minuti dopo, stavolta di sinistro, palla alle stelle. Ritmo non particolarmente alto in questi minuti, le due squadre vogliono gestire le energie a causa dell'alta temperatura.

10'- Al 6' punizione interessante non sfruttata dal Perugia: Fossati tocca per Faraoni che prova a crossare, un difensore del Pescara respinge e sventa la minaccia. Passano 2 minuti e Faraoni crea una grande chance sulla destra: il tornante se ne va sulla fascia e mette dentro per Fabinho, Aresti gli toglie il pallone dalla testa. 

15'- Buon momento del Perugia che riesce a chiudere il Pescara nella propria trequarti, ora però serve la zampata vincente. Al 14' Goldaniga schiaccia di testa un angolo battuto dalla sinistra: poca forza al pallone, Fiorillo para senza difficoltà. 

20'- Occasione Pescara al 16': pasticcio clamoroso della retroguardia del Perugia, Koprivec esce senza poter arrivare sul pallone, ma per fortuna della squadra di Camplone né Pettinari, né Melchiorri riescono ad approfittarne. Sul prosieguo dell'azione proteste dei padroni di casa per un presunto fallo di mano di Mantovani, ma l'arbitro lascia proseguire. Ora è il momento del Pescara di schiacciare indietro gli avversari. 

25'-  Prosegue la situazione di equilibrio. Le due squadre si affrontano a viso aperto ma manca la precisione nell'ultimo passaggio. Precisione che arriva al 24' con Faraoni che mette l'ennesimo traversone in favore di Ardemagni: il 45 la piazza di testa senza riuscire a dare grande potenza, Fiorillo vola e manda in corner. 

30'- La partita sta andando nella direzione prevista da Camplone: il Perugia tiene palla e cerca di lavorare l'avversario ai fianchi, il Pescara attende e riparte in contropiede. Alla mezz'ora Ardemagni si scontra con Memushaj e si fa male: apprensione tra i biancorossi perché il Grifo non ha cambi in attacco. Per fortuna la punta perugina riesce a rientrare in campo.

35'- Al 32' azione personale di Fabinho che arriva al limite dell'area ma non trova lo spazio per il tiro. Selasi lo rimonta e gli strappa il pallone tra gli applausi del pubblico di casa. Quando riparte il Pescara fa paura: azione in velocità dei delfini sul lato sinistro del campo che favorisce l'inserimento di Bjarnason: Melchiorri lo vede e prova a servirlo, ma la palla sbatte sul corpo dell'islandese e viene bloccato da Koprivec. 

40'- Al 39' chance per Bjarnason che riesce a portarsi al limite dell'area e a calciare, provvidenziale l'intervento di un difensore perugino che respinge la conclusione dell'islandese. 

45'- Finale di primo tempo di marca biancazzurra: il Perugia ora fa fatica ad uscire dalla propria trequarti. Al 42' punizione per i pescaresi: Brugman la mette al centro, Ardemagni interviene e sventa la minaccia. Allo scadere Fabinho riceve palla sulla sinistra e la mette al centro per Ardemagni, ma la punta conclude debolmente tra le braccia di Fiorillo. Il quarto uomo alza la lavagnetta: 2 minuti di recupero. 

47'-  Ultima chance del primo tempo sui piedi di Verre, il cui destro termina nettamente alto sopra la traversa di Fiorillo. L'arbitro fischia la fine della prima frazione di gioco: Pescara-Perugia 0 a 0.

Pescara- Perugia, una partita che ha già il sapore dei play-off: gli abruzzesi sono ottavi a quota 57 punti, 2 in meno del Grifo, che occupa la sesta posizione e vuole chiudere la corsa per gli spareggi il prima possibile. 

La formazione di Baroni viene dal ko esterno contro un'altra rivale, l'Avellino, in ripresa dopo un periodo difficile. I biancorossi sono invece in striscia positiva da 10 incontri (5 vittorie e 5 pareggi) e vogliono bissare il sofferto successo ottenuto sette giorni fa contro il Trapani di Serse Cosmi. 
La settimana è stata tutta incentrata su due temi, uno relativo al pubblico, l'altro all'allenatore del Perugia. All' "Adriatico" ci saranno solo 733 tifosi del Grifo perché la dirigenza pescarese si è rifiutata di aumentare il numero di tagliandi a disposizione degli ospiti, sperando di riuscire a riempire lo stadio con i propri supporter (obiettivo che si sapeva già essere molto difficile da raggiungere). L'altro protagonista di giornata sarà Camplone, pescarese alla guida degli umbri, che sfiderà il proprio passato e i propri ricordi. 
LE FORMAZIONI

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Pucino, Zuparic, Rossi; Selasi (30’st Politano), Memushaj, Bjarnason (45’st Pasquato); Brugman; Melchiorri, Pettinari (38’st Caprari). A disp.: Aresti, Fornasier, Abecasis, Gessa, Lazzari, Torreira. All.: Marco Baroni.

PERUGIA (3-5-2): Koprivec; Goldaniga, Comotto, Mantovani; Faraoni, Lanzafame (43’st Hegazy), Fossati, Verre (36’st Nielsen), Crescenzi; Ardemagni, Fabinho. A disp.: Amelia, Lo Porto, Nicco, Taddei, Lignani, Boscolo, Giacomazzi.All.: Andrea Camplone.

ARBITRO: Abbattista di Molfetta (Assistenti: Liberti di Pisa – Santoro di Catania).

MARCATORI: 11’st Memushaj (Pe) su rig., 14’st Melchiorri (Pe), 23’st Ardemagni (Pg), 28’st Goldaniga (Pg). 

NOTE – Ammoniti: 12’st Brugman (Pe), 16’st Bjarnason (Pe), 25’st Lanzafame (Pg), 27’st Rossi (Pe), 29’st Goldaniga (Pg). Espulsi: 10’st Comotto (Pg), 40’st Goldaniga (Pg), Camplone (all. Pg).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Umbria, sanità in lutto: è morto il dottor Giulio Tazza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento