menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PERUGIA IN B "Pronti a cedere lo stadio alla società": torna l'ipotesi del Grande Curi

Il giorno dopo il ritorno in serie B la politica scalda i motori e ritorna di moda il progetto del Grande Curi, sul modello inglese, aperto tutti i giorni con diversi servizi e attività

"Pronti a discutere con l’A.C. Perugia sulla la cessione alla società dello stadio “Renato Curi” per realizzare un super-impianto sul modello inglese": la notizia porta la firma del candidato a sindaco del centrodestra Andrea Romizi che ha colto l'occasione della conquista della serie B del Perugia per ribadire una parte del proprio programma elettorale.

Cedere il Curi per realizzare quel Grande Curi con ristorazione, centro commerciale, palestre....aperto tutti i giorni agli appassionati perugini. Un sogno che si ripete dai tempi dell'era Gaucci con tanto di scontri tra società sportiva e amministrazione. "La società potrebbe senz'altro valorizzare lo stadio, facendolo divenire primo fattore di sviluppo per una moderna impresa calcistica": ha spiegato Romizi

"Per quanto riguarda le altre espressioni - ha continuato il candidato a sindaco - dell'attività sportiva si avverte la necessità di un progetto globale riferito alla multidisciplinarietà. Con il concorso di Coni e federazioni si dovrebbe avviare una riflessione per rispondere ai fabbisogni emergenti come le carenze di piscina olimpionica, sala di scherma, pista coperta di pattinaggio a rotelle, ecc.  In generale occorre integrare la riflessione sullo sport e il tempo libero nella progettazione dei quartieri. Si devono valorizzare i percorsi della salute nei parchi e creare un osservatorio sulla “Qualità della vita”, al fine di incentivare stili di vita corretti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento