menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, Santopadre è una furia: “Mi hanno deluso tutti: allenatore, giocatori e dirigenti”

Il presidente del Grifo non risparmia nessuno dopo il ko di Modena: sotto accusa Bisoli e l'intera squadra

Massimiliano Santopadre è infuriato, come mai prima d’ora. Già lo si era capito ieri, dopo la pubblicazione del comunicato sul sito del Perugia in cui si faceva presente che la squadra avrebbe preparato la trasferta di Novara in ritiro. La conferma è arrivata stamattina con l’uscita in edicola dei vari quotidiani locali (Corriere dell’Umbria, La Nazione, Il Messaggero e Nuovo Corriere Nazionale), che hanno potuto intervistare il presidente biancorosso e chiedirgli di quanto accaduto nel turno infrasettimanale.

Tutti colpevoli – L’imprenditore romano non sa spiegare perché i Grifoni abbiano giocato così male a Modena, regalando 3 punti a una formazione in piena lotta per non retrocedere. Il ritiro al Mancini Park Hotel di Roma servirà proprio a questo: Santopadre vuole guardare tutti in faccia, parlare con ogni singolo elemento della rosa e individuare le ragioni di una stagione al di sotto delle aspettative. Colpevoli? Il presidente, nell’intervista al Corriere dell’Umbria, non concede alibi a nessuno, e si dice deluso “da tutti. Da Bisoli, dalla squadra, da Goretti, Pizzimenti e Comotto”.

Mentalità e futuro – E lo stesso Santopadre non si tira indietro, ammettendo di aver sbagliato a delegare la gestione del gruppo all’allenatore solo perché, ed ecco un’altra stoccata micidiale a Bisoli, “mi dicevano che ci pensava lui. Invece la verità è che gli allenatori devono fare gli allenatori e i dirigenti devono fare i dirigenti”.  E’ mancata la mentalità vincente, che si è vista solo a tratti, quando invece ci sarebbe voluta per la maggior parte della stagione. Così non è stato e ora il presidente attende di vedere queste ultime 5 sfide, a partire da quella di Novara, per decidere chi confermare e chi lasciar partire.

Di sicuro Santopadre si attende una reazione: “Bisogna vincerle tutte. E non commettere più nessun errore”. Insomma, almeno a parole, il massimo dirigente del Grifo crede ancora che la squadra possa fare qualcosa di buono da qui a maggio. Certo è che, se fino a qualche settimana fa il tecnico emiliano sembrava intoccabile, dopo la figuraccia di Modena le cose sembrano essere nettamente cambiate e le probabilità che le strade del Perugia e di Bisoli si separino al termine del campionato diventano ogni giorno più alte.

Le scuse di Drolè – Al “Braglia” è stato il peggiore in campo, ma sarebbe ingiusto imputare questa situazione al 18enne Jean Armel Drolè, tornato a giocare da titolare dopo 3 mesi di stop per l’infortunio al braccio destro. L’ivoriano salterà il match di Novara per squalifica e quello con il Bari, in quanto è stato convocato dall’under 20 del suo paese. Nella giornata di ieri ci ha tenuto a far sapere ai tifosi quanto fosse dispiaciuto per la brutta partita di martedì sera, pubblicando un breve post sulla propria pagina Facebook: “Volevo dare tanto, non ci sono riuscito. Chiedo scusa a tutti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento