menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, emergenza senza fine: il rosso costa caro a Falasco, squalificato e diffidato

Due turni di stop dopo l'espulsione alla fine della gara di Verona per il difensore del Grifo, che prima aveva preso anche la quarta ammonizione della sua stagione. Inguaiato anche il Livorno, prossimo avversario dei biancorossi al 'Curi', con tre giocatori fermati dal Giudice sportivo

Costa caro a Nicola Falasco, e di conseguenza al Perugia, il rosso rimediato dopo il triplice fischio finale della gara persa al 'Bentegodi' di Verona contro il Chievo. Al difensore del Grifo, che durante il match era stato ammonito ("per comportamento scorretto nei confronti di un avversario") ed entra così anche in diffida, sono state inflitte dal Giudice sportivo due giornate di stop " per avere, al termine della gara, rivolto all'arbitro un'espressione ingiuriosa". Una tegola per il tecnico biancorosso Serse Cosmi, che è già in emergenza e aveva rimproverato duramente Falasco all'uscita dal campo. Inguaiato anche il Livorno, prossimo avversario dei biancorossi al 'Curi', con quattro giocatori fermati dal Giudice sportivo.

Falasco chiede scusa a compagni e tifosi: ecco il suo post Instagram

STOP PER 19 - Tre giornate: Di Gennaro (Livorno), Schenetti (Virtus Entella). Due giornate: Falasco (Perugia). Una giornata: Claiton Dos Santos Machado (Cremonese), Da Cruz e Gerbo (Ascoli), Grillo Prates (Trapani), Settembrini, Contini Baranovsky e Paolucci (Virtus Entella), Siega (Pisa), Fiordilino (Venezia), Boben, Luci e Marras (Livorno), Busellato (Pescara), Canotto (Juve Stabia), Ciano e Dionisi (Frosinone).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento