menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grifo, Santopadre ruggisce: "Basta figure da tonti. Non si può calpestare la storia recente"

Il presidente del Perugia dice la sua sulla brutta partenza dei biancorossi in un'intervista a "quotidiani unificati"

La stagione del Perugia è iniziata decisamente sottotono e Massimiliano Santopadre è, per usare un eufemismo, molto scontento di quanto raccolto sinora (solo tre pareggi e due sconfitte). Il presidente biancorosso ha così deciso di dare un segnale forte all’ambiente rilasciando un’intervista ai tre principali quotidiani cartacei della regione – Corriere dell’Umbria, Il Messaggero, La Nazione. Parole schiette e pungenti quelle di Santopadre, che ormai abbiamo imparato a conoscere sia nei momenti positivi sia in quelli più difficili.

Sveglia – “Il nostro allenatore ha fatto bene con Gubbio, Torres e Maceratese, ma bisogna avere la percezione che la B è un’altra cosa”: il presidente non le manda certo a dire a Bucchi, dal quale si attende molto di più rispetto a quanto visto sinora. Il patron del Grifo vuole vedere una squadra più cinica: “Troppi complimenti, si fa la fine di quelli bellini… ma tonti”. E ancora: “Dobbiamo svegliarci perché se qualcuno non se ne fosse accorto siamo ultimi”.

Scelte e futuro – Santopadre non è contento soprattutto della brutta prova di Chiavari, partita in cui Bucchi ha fatto molto turnover (“Le scelte non le ho capite. Un azzardo”) e della poca cattiveria in area di rigore (“Non facciamo gol, nonostante quest’anno le occasioni ci siano”). Questo però non significa rinnegare immediatamente un progetto avviato solo pochi mesi fa. Il presidente infatti ha ancora fiducia nella scelta fatta e annuncia che Bucchi non è in discussione: “Assolutamente no”.

Giocatori – Ma il “pres” si aspetta molto di più anche dai giocatori e invita tutti a prendere esempio dal Pisa, squadra in grande difficoltà dal punto di vista economico che sta comunque mettendo il massimo impegno in ogni partita. I biancorossi “non possono calpestare la storia recente con prestazioni senza mordente”. Ci vuole un cambio di passo, una scossa che dovrà arrivare già lunedì prossimo, in casa contro la neopromossa Spal.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento