menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia-Spezia: le probabili formazioni, per una sfida che sa di playoff

In conferenza stampa Andrea Camplone ha ricordato il famoso detto - "Squadra che vince non si cambia" - che lascerebbe pensare a un undici titolare identico a quello visto sabato scorso contro il Brescia

Mancano ormai poche ore all'inizio di Perugia-Spezia, incontro valido per la ventottesima giornata di serie B. Un campionato, quello cadetto, che ogni anno regala exploit inattesi ed emozioni a non finire: il piccolo Carpi in testa alla graduatoria, il Catania in grande difficoltà e un Vicenza che, dopo il roboante 2-0 di ieri in casa del Bologna, si propone come ulteriore candidato alla promozione diretta.

Tutto ciò a ricordare che di spazio per sognare in grande ce n'è, ora però tocca ai ragazzi di Camplone meritarselo. Il Grifo viene da due importantissime vittorie consecutive che hanno messo a debita distanza la zona pericolosa della classifica e rilanciato le ambizioni playoff. Oggi arriva al “Curi” lo Spezia di Bjelica, squadra che si trova al settimo posto, a sole tre lunghezze dai biancorossi: una vittoria del Perugia significherebbe aggancio, significherebbe vendicare la sconfitta dell'andata che ha aperto un lunghissimo ciclo negativo per la formazione umbra.

In conferenza stampa Andrea Camplone ha ricordato il famoso detto – “Squadra che vince non si cambia” – che lascerebbe pensare a un undici titolare identico a quello visto sabato scorso contro il Brescia: 3-5-2 con Koprivec in porta, linea di difesa composta da Goldaniga, Giacomazzi e Hegazy; a centrocampo Fossati, Verre e la sorpresa Rizzo, a sinistra il recuperato Crescenzi, mentre sulla fascia destra dovrebbe trovare un'importante conferma Faraoni, attualmente in vantaggio su un Fazzi non ancora al cento per cento. In avanti spazio all' “uomo dal dente avvelenato” Ardemagni, che farà di tutto per segnare contro il suo recentissimo passato, mentre c'è incertezza sul compagno da affiancargli: Fabinho non ha avuto una settimana facile, Falcinelli è stato il match-winner contro il Brescia e Lanzafame scalpita. Per Camplone una scelta più che ardua.

Lo Spezia di Nenad Bjelica, che oggi guarderà la partita dalla tribuna a causa delle due giornate di squalifica prese a Carpi, arriva a Perugia senza gli squalificati Luna e Catellani, ma può contare sul rientro di capitan Migliore. Il tecnico croato non le ha mandate a dire al suo ex attaccante, che in conferenza stampa aveva usato parole al vetriolo per descrivere le scelte dell'allenatore (“Allo Spezia giocavi solo se ti chiamavi Ardemagnovic”): “Davanti avevo Ebagua, Giannetti, Catellani, Cisotti, Situm, non trovo un ic”.

A quei nomi si è aggiunto il brasiliano Nenê, arrivato in prestito dal Verona, che è già andato a segno contro il Modena nel 3-2 di sette giorni fa. La sfida è stata lanciata, ora sarà il campo a stabilire chi dei due aveva torto.

PROBABILI FORMAZIONI

PERUGIA (3-5-2): Koprivec; Goldaniga, Giacomazzi, Hegazy; Faraoni, Rizzo, Fossati, Verre, Crescenzi; Fabinho (o Falcinelli), Ardemagni. All.: Andrea Camplone.

SPEZIA (3-5-2): Chichizola; Datkovic, Valentini, Piccolo; Milos, Brezovec, Bakic, De Las Cuevas, Migliore; Nené, Situm. All.: Renè Poms (all. in seconda).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento