Volley A1, Perugia batte Verona 3-0 e vola nella serie dei quarti di finale

Un pubblico strepitoso è l'uomo in più dei Block Devils, protagonisti di una prova eccellente in gara 2. Russell è una furia in attacco, la squadra un blocco compatto che gioca una grande pallavolo

È finita con l’invasione di campo, bellissima e pacifica, del pubblico del PalaEvangelisti ad osannare i loro campioni! La Sir Safety Conad Perugia supera 3-0 la Calzedonia Verona in gara 2 dei quarti di finale Playoff Scudetto UnipolSai e mercoledì 23, giorno di gara 3 al PalaOlimpia, avrà la prima chance di staccare il biglietto per la semifinale. È doveroso partire dall’atmosfera di Pian di Massiano. Un palazzetto stracolmo, entusiasta, travolgente e coinvolgente, con i Sirmaniaci capopopolo unico. Un palazzetto che stasera è stato davvero l’arma in più di Perugia. E non è una frase fatta!

Ci hanno messo molto del loro anche i Block Devils, giocando un match ai limiti della perfezione. Battuta efficace, ricezione puntuale, difesa “carta moschicida” con Giovi che ha fatto spellare le mani ai supporters, attacco su altissime percentuali e muro che tra toccate e punti (9) ha sovente imbavagliato le pur notevoli bocche da fuoco avversarie.

Proscenio d’obbligo per l’Mvp di serata “Spider” Russell. Prova monstre per il martello americano con 16 punti ed il 70% in attacco, punto di riferimento per la regia illuminata di De Cecco. E poi gioco al centro fluido con Birarelli e Buti, puntualità con Kaliberda, capacità di risolvere i palloni caldi con Atanasijevic.

Questa la Sir, per la soddisfazione di Boban Kovac. Un Kovac che ora, con Verona impegnata nella doppia semifinale di Challenge Cup, avrà dieci giorni di tempo per preparare gara 3 con tanto lavoro al PalaEvangelisti. È fin troppo semplice sapere che la serie è ancora aperta e che, al tempo stesso, Perugia ha un buon vantaggio. Ma il playoff è questo, una gara alla volta e pedalare. Con il pubblico del PalaEvangelisti a spingere però sognare, almeno stasera, si può!

La cronaca - Stessi sette di giovedì per Kovac in campo nel frastuono del PalaEvangelisti. Primo break dei Block Devils con i muri di De Cecco e Buti (4-1). Accorcia subito Verona con Zingel (4-3). Nuovo +3 Perugia con il primo tempo di Birarelli (8-5). Grandi giocate in campo con Sander che riporta gli ospiti a -1 (9-8). Ace corto di Kovacevic e parità (9-9). Due errori scaligeri propiziano il nuovo break bianconero (12-9). Vantaggio confermato dall’attacco vincente di Buti (14-11). Scalda il braccio Atanasijevic (16-12). Tiene in primo attacco Perugia ed arriva quota 20 con un altro primo tempo a terra di Buti (20-16). Allungano i padroni di casa con due missili al servizio di Atanasijevic trasformati in punto da Russell e Buti (22-16). Ancora l’opposto serbo per il set point (24-17). E ancora “Magnum” manda le squadre al cambio di campo (25-17).

Avvio di secondo set favorevole agli ospiti che, dopo vari video check richiesti (di cui uno anche dal primo arbitro Satanassi), scappano con l’ace di Sander ed il muro di Zingel (4-8). Tre in fila di Atanasijevic (due attacchi ed un muro) rimettono in corsa Perugia (7-8), ma Kovacevic e Starovic danno nuovo sprint agli scaligeri (7-11). Si va avanti a break e quello di Perugia sfrutta il nuovo -1 (11-12). Il muro di Russell certifica la parità (12-12). Strappo bianconero con le illuminazioni di De Cecco che mandano a segno Atanasijevic e Russell (16-14). Muro di Birarelli su Kovacevic (18-15) e poi due di Starovic (18-17). Parità con il muro di Kovacevic su Kaliberda (19-19). Si va punto su punto con Russell che firma il 23-22 in attacco. Il contrattacco di Atanasijevic è imprendibile e frutta due set point (24-22). Sander annulla il primo (24-23). Nell’azione successiva Kaliberda tira la parallela perfetta e fa esplodere il PalaEvangelisti (25-23).

Prova subito l’allungo Perugia in avvio di terzo set spinta dal servizio di Russell (6-2). Dentro Kaliberda, fuori Starovic (11-5). Efficace il gioco al centro De Cecco-Buti (15-9). Ancora +6 Block Devils dopo il maniout di Atanasijevic (18-12). Kaliberda è lesto sotto rete (21-15). È una bolgia il palazzetto dopo il punto di Birarelli che vale il match point (24-17). Ne annulla due Sander (24-19). Muro di Zingel (24-20). Chiude Birarelli (25-20).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • Università di Perugia, premio alla miglior tesi di laurea: ecco la vincitrice

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Cancella la striscia continua con pennello e vernice: "Ero stanco di fare il giro lungo per rientrare a casa"

  • Tragico incidente con il furgone, muore a 58 anni: addio a Luca

Torna su
PerugiaToday è in caricamento