menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le pagelle dei Grifoni: Prcic segna, ma rovina tutto. Bisoli appare in confusione

I voti ai giocatori del Perugia dopo la sconfitta contro l'Entella. La squadra si impegna, ma non gira a sufficienza. L'allenatore cambia continuamente assetto tattico e il gioco ne risente

Rosati: Non ha grandissime responsabilità sul gol di testa di Masucci, fortunato a trovare la deviazione della traversa. Per il resto rimane a guardare il match fino al 92’, quando Caputo realizza il rigore della vittoria. Voto: 6

Del Prete: Lontano anni luce dall’ottimo terzino visto fino a poco tempo fa. Gli avversari lo contengono bene, lui ci mette del suo sbagliando molti cross e alla fine è costretto ad uscire per l’ennesimo problema muscolare. Voto: 5 (dal 40’st Zebli: Bisoli decide di lasciarlo in panchina e in molti si chiedono il perché. Voto: s.v.)

Mancini: Avvio difficile per il giovane centrale di proprietà della Fiorentina: Masucci lo fa impazzire, ma rispetto all’inizio della stagione il ragazzo è maturato e si riscatta con degli ottimi interventi. Voto: 6

Volta: I primi minuti sono da incubo per la retroguardia del Perugia che, dopo l’1-0, rischia di capitolare nuovamente. L’ex Cesena però ha esperienza da vendere e prende le misure agli avversari, provando anche qualche sortita offensiva su palla inattiva. Voto: 6

Milos: La mossa a sorpresa di Bisoli dura appena un tempo. Parte come terzino sinistro, poi viene spostato a fare il quinto di centrocampo dopo i primi minuti di dominio dell’Entella. Il croato non c’è con la testa e si fa anche ammonire per un fallo su Di Carmine. Voto: 5 (dal 1’st Zapata: L’unica cosa buona della sua partita è un sinistro che si spegne di poco a lato alla destra del palo. Per il resto, tanti dribbling fini a se stessi e zero sostanza. Voto: 5,5)

Rizzo: Il messinese è irriconoscibile. Si impegna quando c’è da recuperare palla, ma a livello offensivo combina poco e niente. Nella ripresa l’unico guizzo da segnalare, con un tiro da fuori area parato da Iacobucci. Voto: 5

Prcic: Cerca di dare un po’ di ritmo e geometrie ad una squadra che gioca solo quando si trova alle strette. Nel finale trova un gol stupendo che sembra poter rendere meno amaro il pomeriggio del Perugia. Nel recupero però rovina tutto: fallo in area su Palermo e l’Entella ringrazia. Voto: 5

Spinazzola: Bisoli lo fa girare come una trottola e il folignate ne risente. A sorpresa inizia da mezzala, ma nei minuti iniziali appare in difficoltà. Al 14’ fa partire un gran tiro ma la traversa gli nega la gioia del gol. L’allenatore lo sposta in posizione di terzino sinistro, i giocatori dell’Entella, però, gli riservano delle attenzioni speciali e non riesce ad esprimersi al meglio. Voto: 5,5

Aguirre: Uno dei pochi Grifoni a provarci, anche se la giocata è sempre la stessa. Parte dall’esterno, si accentra e calcia dal limite dell’area. In una delle poche occasioni in cui si ricorda che il calcio è un gioco di squadra, serve Spinazzola che centra la traversa. Volenteroso, anche se deve ancora crescere. Voto: 6

Bianchi: Lotta contro i difensori dell’Entella e nel primo tempo cerca un gol con una girata di testa bloccata bene da Iacobucci. Troppo spesso isolato rispetto al resto della squadra, cerca di abbassarsi e fare da boa per i compagni, ma nella ripresa Bisoli lo toglie. Voto: 5,5 (dal 14’st Ardemagni: Entra ma non se ne accorge nessuno, ad esclusione del quarto uomo che lo deve segnalare sulla lavagna luminosa. Zero palloni giocabili, zero circostanze in cui si abbassa per provare a riceverne. Voto: 5)

Molina: Cerca il pareggio con un bel colpo di testa su angolo di Aguirre, ma Iacobucci gli dice di no. Gioca da esterno alto e fa fatica, a un mese dal suo arrivo a Perugia deve ancora dimostrare di essere stata una scelta azzeccata da parte della dirigenza. Voto: 5

Bisoli: Chiude nel peggiore dei modi una settimana difficilissima. Torna al 4-3-3, ma l’invenzione di Milos in difesa e Spinazzola a centrocampo non produce effetti. Anzi, li produce ma in negativo ed è costretto a correre ai ripari. In questo momento sembra che la confusione regni sovrana nella testa del mister, nonostante la squadra mostri di non averlo abbandonato. Santopadre ha detto di avere fiducia in lui, vedremo cosa accadrà nelle prossime partite. Piccolo promemoria: tra una settimana c’è il derby. Voto: 5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento