menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grifo, le pagelle: difesa insuperabile, ma gli attaccanti non trovano il gol vittoria

Tutti i voti della compagine biancorossa al termine della sfida con il Bari: in gran spolvero la retroguardia e Zebli. Appannati gli attaccanti

Rosati: Buonissima prova del portiere biancorosso. Al 21’ nega un gran gol a Sansone con un intervento di piede. Nella ripresa fa sempre buona guardia e a tempo scaduto dice di no a Romizi. Voto: 6,5

Belmonte: L’ex di giornata se la cava discretamente anche da terzino destro. Al 13’ si prende il giallo per un fallo di mano che impedisce la ripartenza del Bari, poi è bravo a contenere Sansone. Prova superata. Voto: 6,5 (dal 39'st Spinazzola: s.v)

Mancini: Ottima prova del centrale scuola Fiorentina. Maniero è una brutta gatta da pelare ma lui lo contrasta sempre con efficacia. Chiusure e anticipi da veterano, il ragazzo è cresciuto molto nel girone di ritorno e potrebbe essere confermato per la prossima stagione. Voto: 7

Volta: Dopo un paio di partite al di sotto delle sue possibilità torna ad essere un vero muro. Nella ripresa compie un paio di anticipi decisivi su Valiani e Maniero. Voto: 7

Rossi: Dalla sua parte gravita Rosina e il terzino biancorosso cerca di contenerlo come può. Nella ripresa prova a spingere sulla fascia ma sbaglia ripetutamente i traversoni. Voto: 6

Fabinho: Giornata a fasi alterne per il brasiliano. In alcuni momenti riesce a creare qualche grattacapo alla retroguardia biancorossa, in altri si spegne ed esce dalla partita. Voto: 6 (dal 31'st Parigini: Un paio di percussioni importanti per il ragazzo di proprietà del Torino. Peccato per il lungo infortunio che gli ha fatto saltare gran parte del girone di ritorno. Voto: s.v.)

Zebli: Nonostante la giovane età è stato uno dei giocatori più costanti. Anche oggi sbaglia qualcosa in fase di impostazione, ma corre moltissimo e si dà da fare anche in fase di ripiegamento. Può diventare veramente un gran centrocampista. Voto: 6,5

Prcic: Il bosniaco torna titolare e dà delle buone geometrie alla squadra. Nel primo tempo ha due buone chance per portare avanti il Grifo ma manca la precisione. Nella ripresa gestisce discretamente il possesso del pallone. Voto: 6,5

Guberti: Finché ha la birra in corpo dimostra di essere un giocatore di categoria superiore. Nella prima metà di partita risulta tra i migliori in campo, poi cala pian piano e Bisoli è costretto a toglierlo. Voto: 6 (dal 14'st Drolè: Molto meglio rispetto alla figuraccia di Modena. Con la sua velocità mette in grande apprensione la difesa del Bari. Donkor lo ferma con le cattive, ma l’arbitro non concede il rigore. Su un’altra percussione mette un cross respinto da Tonucci, forse con un braccio, ma Saia non gli concede nulla. Voto: 6,5)

Aguirre: Corre molto come sempre e dimostra di avere un ottimo feeling con Ardemagni. Oggi però non è preciso in fase di conclusione e dimostra una buona dose di nervosismo sin dall’inizio della partita. Voto: 6

Ardemagni: L’attaccante scende in campo con grande cattiveria agonistica e al 6’ sfiora il gol del vantaggio. Ad inizio ripresa si mangia due grandi chance: sulla prima sbaglia a schiacciare il pallone di testa e Micai para. Sulla seconda fallisce sottoporta il tap in vincente. Voto: 6

Bisoli: A questa squadra manca sempre qualcosa: in un match quasi perfetto a livello difensivo non è arrivata la zampata vincente. In altre circostanze sono arrivate le reti ma è mancata l’attenzione della retroguardia. Ennesima partita che lascerà rimpianti: il tecnico biancorosso l’aveva preparata bene e ha vinto la sfida a distanza con il suo predecessore sul piano tattico. Ma il risultato finale dice 0-0 e ora il Grifo è troppo lontano per poter sperare in una rimonta. Voto: 6,5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento