menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grifo, le pagelle: Ardemagni illude dopo il rosso a Prcic. Bisoli non azzecca i cambi

I voti dei Grifoni dopo il ko in casa del Cesena. Ardemagni è bravo a sfruttare l'unico pallone giocabile della partita. Prcic si prende un rosso ingenuo e i cambi nella ripresa non bastano a salvare il vantaggio

Rosati: Nel primo tempo compie una gran parata sul bel calcio di punizione di Ciano. Sul seguente calcio d’angolo rischia la papera sbagliando la presa bassa, ma si salva. Nella seconda metà di partita sembra poter risultare ancora una volta decisivo, alla fine però deve capitolare sotto i colpi di Falco e Ciano. Voto: 6,5

Belmonte: Primo tempo senza grandi preoccupazioni per l’ex Catania, mentre nei secondi 45’ di gioco rischia qualcosa trattenendo Djuric al limite dell’area di rigore. I cross per i due gol del Cesena arrivano dalla sua parte, ma è mancata la copertura di Del Prete e Milos. Voto: 5,5

Volta: Grande ex di giornata insieme a Bisoli, rischia la rissa nel primo tempo per una gomitata di Perico non vista dall’arbitro e si prende il giallo. Duella con Djuric e alla fine sembra poter prevalere, ma a fare la differenza sono gli uomini che ruotano attorno al bosniaco. Voto: 6

Rossi: Anche per lui è un ritorno al “Manuzzi” ma di certo non se lo ricorderà con grande piacere. Nel finale si fa sovrastare da Ciano sul cross di Renzetti e il Cesena porta a casa i 3 punti. Voto: 5

Del Prete: Si prende il giallo per un fallo di mano dopo appena 2 minuti di partita. Al 54’ trova però la solita incursione e pennella un cross perfetto per la testa di Ardemagni. Nel finale è stanco, soffre Renzetti e Bisoli lo cambia con Milos. Voto: 6,5 (dall’82’ Milos: Entra per contenere le avanzate sulla sinistra di Renzetti. Il gol beffa arriva proprio su un cross del terzino cesenate. Voto: s.v.)

Rizzo: Mancano i suoi inserimenti offensivi, limitati nella ripresa dall’espulsione di Prcic. Nei minuti conclusivi è stremato e non riesce a scattare per tentare la chiusura di Renzetti. Pochi istanti dopo arriva il gol del 2-1 del Cesena. Voto: 5,5

Prcic: Disastro del bosniaco che, dopo un buon avvio con un tiro terminato a lato, si prende due gialli nel giro di mezzora per dei falli a metà campo assolutamente evitabili. Espulsione ingenua. Voto: 4

Zebli: Il giovane ivoriano gioca una partita di grandissimo sacrificio lottando contro il centrocampo cesenate, dotato di grande tecnica. Subito dopo il gol del vantaggio perugino Bisoli decide di toglierlo per inserire un giocatore più di ragionamento. Voto: 6 (dal 54’ Della Rocca: Entra in un momento delicatissimo dell’incontro e prova a gestire il pallone. Non basta. Voto: 5,5)

Spinazzola: E’ l’uomo delle accelerazioni che mettono in difficoltà il Cesena. Nel primo tempo supera alla grande due avversari ma non trova un compagno in area. Nella ripresa si fa tutto il campo in solitaria senza però riuscire a guadagnare un fallo e sbaglia anche l’opportunità del raddoppio. Voto: 6

Aguirre: Non riesce a fare molto in fase offensiva, specialmente dopo il rosso a Prcic. Il voto è sufficiente per il grande impegno che mette nel tentativo di dare supporto dal centrocampo rimasto orfano del centrocampista. Voto: 6 (dal 72’ Molina: Entra tra i fischi del “Manuzzi”, dopotutto se n’è andato da Cesena appena 2 settimane fa senza lasciare il segno. Oggi fa lo stesso, ma con la maglia del Perugia. Voto: 5)

Ardemagni: Un tiro un gol per la punta milanese che torna a segnare con un bellissimo colpo di testa su assist di Del Prete. Nel corso della partita tanto lavoro di sacrificio e pochissimi palloni giocabili, ma “Ardegol” ha dimostrato di potersi tranquillamente giocare un posto da titolare con Bianchi. Voto: 6,5

Bisoli: Torna a Cesena da avversario, per 25 minuti crede pure di poter dare una delusione ai suoi ex tifosi, ma alla fine quello che esce a testa bassa è lui. Il Perugia gioca un brutto primo tempo senza trovare mai la porta di Gomis. Il 3-5-2 funziona a fasi alterne e Prcic rovina tutto con un rosso evitabilissimo. Nella ripresa il solito Del Prete regala l’assist che può cambiare la sfida, ma alla fine la stanchezza è decisiva. Da rivedere il cambio Aguirre-Molina: l’uruguaiano aveva chiesto di uscire, ma il centrocampista non è in forma e non è stato in grado di tenere alto il pallone come ha fatto il compagno per buona parte del match. Voto: 5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento