menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grifo, pagelle amare dopo la sconfitta: l'errore di Rosati spiana la strada all'Ascoli

Tutti i voti dei Grifoni al termine della sfida contro il Picchio: insufficienza per il portiere e per le punte, si salvano il centrocampo e Fabinho, entrato nella ripresa

Rosati: Dopo tante partite in cui ne abbiamo tessuto le lodi, oggi gli va imputata la responsabilità sulla prima rete ascolana. Uscita avventata, rinvio di testa proprio sui piedi di Jankto che si inventa un gran gol. Voto: 5

Molina: Cerca qualche sortita in avanti ma i risultati sono scarsi, anche perché i continui affondi di Jankto gli impediscono di appoggiare la manovra offensiva con continuità. Voto: 5

Volta: Il centrale ex Cesena cerca di tenere a bada Cacia, che ha comunque un paio di chance importanti nel corso della partita. Nel finale sfiora la rete e, quando la trova, gli viene annullata per fuorigioco. Voto: 6

Mancini: Nel primo tempo compie un grande intervento su Cacia, lanciato a rete da Tommaso Bianchi. Nella ripresa il Perugia attacca alla ricerca del pari e va in affanno in alcune circostanze sui contropiedi del Picchio. Voto: 5,5

Spinazzola: Alterna ottime giocate a scelte rivedibili. Il folignate è il solito pendolino sulla fascia sinistra, arriva con facilità sul fondo e cerca i compagni in area. Ecco, su quest’ultimo punto c’è da migliorare, serve maggior lucidità al momento dell’assist. Non rientra nel secondo tempo per problemi fisici. Voto: 6 (dal 1’st Milos: Il croato non riesce ad entrare in partita e sbaglia molto sulla sinistra. Voto: 5)

Zebli: L’ivoriano fa tutto bene nel primo tempo recuperando diversi palloni importanti e proponendosi in avanti. Nella ripresa cala un po’ di intensità, ma se non altro continua a lottare. Voto: 6

Prcic: Nella prima metà di partita è il migliore del Grifo. Gestisce bene il pallone e va alla conclusione con una certa continuità, sfiorando la rete. Nel secondo tempo perde un po’ la bussola e si ritrova solo nel finale con un paio di aperture pregevoli. Voto: 6,5

Rizzo: Partita senza infamia e senza lode per il n.8 biancorosso. Dà il proprio contributo in fase di ripiegamento e cerca di aiutare i compagni in avanti, senza però risultare decisivo. Un piccolo passo indietro rispetto alla scorsa settimana. Voto: 6

Della Rocca: Primo tempo di buona fattura per il centrocampista ex Palermo. Sa giocare sulla trequarti e prova a scardinare la retroguardia ascolana, senza però riuscirci. Bisoli lo toglie dopo appena 45 minuti di partita. Voto: 6 (dal 1’st Bianchi R.: In condizioni fisiche precarie, riesce a combinare poco o nulla al centro dell’attacco. Voto: 5)

Zapata: Sprazzi di ottimo calcio, ma – appunto – solo sprazzi. Si accende e si spegne con troppa facilità e quando ha sul sinistro l’occasione per accorciare le distanze, calcia addosso a un difensore avversario. Voto: 5 (dal 24’st Fabinho: Entra e dopo appena un minuto fa partire una rasoiata sulla quale Lanni si oppone alla grande. Con una condizione fisica migliore Bisoli lo avrebbe potuto inserire prima. Voto: 6)

Aguirre: L’uruguaiano corre molto, a volte si intestardisce in giocata complicate che non portano a nulla, ma al 20’ ha l’occasione per portare avanti il Grifo. La spreca malamente tirando addosso a Lanni. Voto: 5,5

Bisoli: Al Grifo non basta un buon primo tempo per portare a casa punti preziosi. I 40 minuti iniziali sono fatti di grande intensità e agonismo, ma manca la rete. Il gol di Jankto cambia l’inerzia della sfida e la disattenzione difensiva sul raddoppio marchigiano taglia le gambe alla squadra. Resta il problema delle partite casalinghe, quando cioè il Perugia è chiamato a fare il match. Voto: 5,5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento