rotate-mobile
Sport

Ha 16 anni, è perugina, ed è una delle "stelline" internazionali del tennis giovanile

Matilde ha chiuso tra le migliore 4 il torneo dell'Avvenire di Milano, uno dei massimi tornei internazionali

Ancora un buon risultato per Matilde Paoletti, tennista perugina classe 2003 tesserata per lo Junior Tennis Perugia ed al primo anno Under 16, che alla 54esima edizione del prestigiosissimo Torneo dell'Avvenire disputato sui campi in terra rossa del Tennis Club Ambrosiano Milano si ferma in semifinale. Un pizzico di amaro in bocca considerato che l'approdo in finale è stato sfiorato per un soffio: nel derby tutto azzurro contro l'empolese Asia Serafini, tra le altre cose compagna di nazionale della Paoletti (si allenano entrambe al Centro Tecnico Permanente della Federtennis di Foligno), un'autentica maratona sportiva ha premiato la toscana col punteggio di 64 36 64. 

Nei turni precedenti l'allieva del Maestro Andrea Grasselli, accreditata della sedicesima testa di serie del tabellone di singolare, aveva battuto con delle prestazioni impeccabili la qualificata Susanna Ranucci (60 61), quindi Rubina Marta de Ponti (63 61) anch'essa proveniente dalle 'quali', l'uruguaiana Guillermina Grant (75 61) e nei quarti di finale l'austriaca Elena Karner (62 61). 

Matilde chiude comunque la rassegna milanese tra le migliori quattro del tabellone. Il Torneo dell'Avvenire è da sempre un appuntamento di spessore per gli Under 16, basti pensare che nell'albo d'oro femminile figura gente del calibro di Martina Hingis (25 Slam in carriera tra singolare, doppio e doppio misto e più giovane nr.1 mondiale della storia del tennis), Jennifer Capriati (altra nr.1 mondiale con 3 Slam in bacheca) e più recentemente di Jelena Ostapenko nel 2017 vincitrice del Roland Garros.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha 16 anni, è perugina, ed è una delle "stelline" internazionali del tennis giovanile

PerugiaToday è in caricamento