Sport

Magione, non solo gare ma anche sicurezza e scuole di pilotaggio

L'autodromo dell'Umbria è anche sede del centro di guida sicura CNESS e da poco anche di una nuova scuola di pilotaggio su vetture monoposto

Da quasi 50 anni (fu inaugurato nella pasqua del 1973) l’autodromo di Magione è il fulcro dell’attività sportiva motoristica della regione e di tutto il centro Italia. L’autodromo, intitolato al grande pilota ternano Mario Umberto Borzacchini, non solo è stato ed è teatro di competizioni sportive auto e moto di livello nazionale ed internazionale, ma è anche sede di importanti iniziative dedicate alla sicurezza stradale ma anche alla formazione dei giovani piloti attraverso le scuole di pilotaggio che svolgono i loro corsi proprio all’autodromo dell’Umbria. Per quanto riguarda la sicurezza Magione da diversi anni è sede del CNESS, Centro Nazionale Educazione e Sicurezza Stradale, una struttura creata dall’Automobile Club di Perugia, dedicata soprattutto ai giovani neo patentati, ma non solo,  che svolge corsi di guida sicura teorici e pratici all’interno di spazi dedicati per insegnare la dinamica di comportamento della vettura e imparare ad affrontare le situazioni più diverse che possono presentarsi durante la guida su strada come una frenata d’emergenza sul bagnato o uno sbandamento imprevisto. Il centro si avvale di istruttori professionisti, molti dei quali sono piloti in attività, e tra questi si è aggiunta di recente Silvia Simoni, una ventenne romana, studente di ingegneria all’Università di Perugia, ma anche pilota e istruttore Aci Sport. E Proprio Silvia Simoni, forte della sua esperienza agonistica, e in virtù della sua qualifica di istruttore Aci Sport,  assieme all’ex pilota romano Massimo Ciccozzi, ha da poco creato a Magione una nuova struttura dedicata invece alla guida sportiva su vetture monoposto, la Motor Style Academy. Si tratta di una vera scuola di pilotaggio agonistico dedicata principalmente ai giovani che vogliono intraprendere l’attività sportiva al volante di una vettura monoposto, dove, oltre agli allenamenti in pista, viene curata una parte teorica che riguarda l’approccio con una monoposto da competizione, e lo stile di guida. . “E’ una pista che si adatta perfettamente alla nostra iniziativa – afferma Silvia Simoni – Magione ha tutte le caratteristiche per imparare a guidare una monoposto, non è molto lunga ma presenta tratti rettilinei veloci ma anche curve impegnative dove concentrazione e precisione sono fondamentali”. I corsi si svolgono essenzialmente con vetture monoposto, iniziando dal corso base con le Formula BMW, per poi salire di categoria con le Formula Renault Alps. Da marzo saranno disponibili anche le monoposto di Formula 4 ma anche delle monoposto di Formula 3,  ma per chi volesse avvicinarsi al motorsport in modo più graduale ci sarà anche l’opportunità di fare dei corsi di guida con vetture turismo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magione, non solo gare ma anche sicurezza e scuole di pilotaggio
PerugiaToday è in caricamento