rotate-mobile
Sport

Serie B, Perugia-Reggina 0-2: Galabinov e Bellomo gelano il Curi e 'risvegliano' il Grifo

Dopo sette risultati utili consecutivi la squadra di Alvini viene superata dai calabresi nel turno infrasettimanale, punita da un gol in avvio e dal raddoppio prima del riposo

Seconda sconfitta stagionale per il Perugia (che non prendeva gol da tre partite e non perdeva da sette), battuto al Curi dalla Reggina nel turno infrasettimanale. Sorpreso in avvio dal gol di Galabinov e punito di nuovo prima del riposo da Bellomo, nella ripresa il Grifo non è riuscito a trovare il modo di riaprire il match contro una squadra che ha chiuso ogni varco.

Perugia-Reggina 0-2, le pagelle: Segre e Ghion in palla, ma stavolta tradisce la difesa

LE SCELTE - Alvini conferma il 3-4-1-2 ma cambia diversi titolari rispetto al match pareggiato 0-0 a Lecce. In difesa c'è Zanandrea al posto di Dell'Orco non al top, mentre in mediana Ghion prende il posto di Santoro al fianco di Segre e a sinistra torna Lisi dalla squalifica (con Ferrarrini confermato a destra e Falzerano in panchina), mentre in attacco torna Matos a fare tandem con De Luca. Sull'altro fronte Aglietti ridisegna la sua squadra con una sorta di 4-2-3-1 in cui è Galabinov unica punta (in panchina sia Denis che Montalto come l'ex romanista Menez), mentre in porta viene confermato Turati nonostante il rientro di Micai dalla squalifica così come nel ruolo di terzino sinistro c'è ancora l'ex grifone Di Chiara.

GRIFONERIE La metamorfosi di un Perugia bello a metà e le soluzioni per l’attacco

SUBITO IN SALITA - Il Grifo prova subito ad 'abbaiare' un paio di volte (percussione e sinistro a lato di Zanadrea, poi un cross basso in area di Kouan che non arriva a De Luca) ma a mordere sono i calabresi, che passano al primo tentativo: pennellata dalla trequarti di Bellomo per Galabinov, che si infila tra Angella e Zanandrea per superare Chichizola di testa. Doccia gelata e strada subito in salita per il Perugia (che non prendeva gol da tre partite e non perdeva da sette), che si trova subito costretto a inseguire. 

Perugia-Reggina 0-2, Alvini: "Il Grifo del primo tempo mi è piaciuto molto"

COLPO DEL KO - I biancorossi ci mettono intensità e dopo un bel destro alto di Matos l'occasione per rimettersi in corsa arriva al 16': cross di Ferrarini dalla destra e colpo di testa di Matos, che a pochi passi dalla porta spedisce però la palla fuori. Un errore che assume sempre più peso con il passare dei minuti, perché i calabresi concedono sempre meno a un Grifo che ci prova invano con Segre (bel destro al volo murato al 40') e prima del riposo si fa sorprendere ancora: Bellomo innesca Rivas a sinistra, sovrapposizione di Di Chiara e la palla crossata in area dall'ex grifone viene respinta sui piedi dello stesso Bellomo che di sinistro infila Chichizola (44').

Serie B: Perugia ko ma ancora nel 'mucchio' in zona playoff, Reggina seconda

MAI RIAPERTA - Nella ripresa c'è Cortinovis al posto di Rivas nella Reggina mentre Alvini aspetta un quarto d'ora per cambiare ma lo fa drasticamente: fuori Ghion, Lisi e Matos, dentro Burrai, Falzerano e Carretta che dopo due minuti si fa male e lascia il posto a Murano. Come nel primo tempo non mancano voglia e corsa ma soluzioni offensive a un Grifo che come nel primo tempo ci prova solo dalla distanza e solo con Segre, tra gli ultimi ad arrendersi (nel finale minutaggio anche per Murgia). La Reggina col passare dei minuti rinuncia alle ripartenze ma non concede praticamente nulla al Perugia, che spaventa i calabresi solo nel recupero con un destro a lato di De Luca.

IL TABELLINO

PERUGIA-REGGINA 0-2, LA CRONACA 'LIVE'

Continua a leggere >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Perugia-Reggina 0-2: Galabinov e Bellomo gelano il Curi e 'risvegliano' il Grifo

PerugiaToday è in caricamento