menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport: istituzioni preoccupate dopo la scomparsa della Sirio Volley

Dopo la scomparsa della Sirio Pallavolo, il presidente del Consiglio Provinciale, Giacomo Leonelli esprime tutta la sua preoccupazione per le sorti dello sport umbro professionistico

Il Presidente del Consiglio Provinciale, Giacomo Leonelli interviene sulla fine della Sirio Pallavolo, la squadra del volley femminile che ha portato il nome di Perugia in cima al tetto del mondo con i suoi successi internazionali e nazionali. Ricordiamo, purtroppo, che nell’estate del 2010 il capoluogo umbro assisteva alla scomparsa del Perugia calcio dallo sport professionistico.

Sempre nel 2010, anche la gloriosa squadra di A1 della pallavolo maschile dice addio al panorama dello sport. E quest'anno tocca alla Sirio Despar che dopo aver vinto tutto, con scudetti, Champions League e coppa CEV, esce in silenzio dalla scena.

Leonelli è preso da un'amara constatazione sul mondo dello sport umbro: "invece di fare lo scarica barile sulle responsabilità tra politica e società, sarebbe utile invece che più che prodigarsi nel cercare l’esonero della colpa, la classe dirigente del nostro territorio avvii una profonda riflessione su quanto sia successo in questi 2 anni, dato per acquisito che lo sport professionistico è un veicolo
insostituibile per lo sviluppo, l’economia, il turismo e l’immagine del territorio, oltre che un biglietto da visita da spendere a livello europeo e nel mondo".

Dunque, dopo la scomparsa della squadra più titolata di sempre di ogni sport professionistico nella nostra regione, la Sirio Pallavolo, bisogna riflettere e cominciare dagli errori anche del recente passato, dove la politica ha quasi avallato l’idea per la quale investire nello sport professionistico fosse una sorta di missione caritatevole dell’impresa.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento