Sport

Internazionali di tennis città di Todi, Gaio batte l'astro nascente argentino e conquista la finale contro Vilella Martinez

La finale di doppio ha premiato la coppia tricolore formata da Giulio Zeppieri e Francesco Forti, primo successo in carriera


Federico Gaio e Mario Vilella Martinez non tradiscono i pronostici e staccano il biglietto per la finale della tredicesima edizione degli Internazionali di Tennis Città di Todi | Sidernestor Tennis Cup. Il tennista di Faenza, unico italiano rimasto in corsa, non si è concesso una sbavatura nella semifinale contro Tomás Martín Etcheverry. Niente da fare per l’argentino - la scorsa settimana vincitore del Challenger di Perugia organizzato da MEF Tennis Events - che si è arreso sotto i colpi dell’azzurro con il punteggio di 6-2 6-2. Al Tennis Club Todi 1971, il sabato si era invece aperto con la finale di doppio che ha premiato la coppia tricolore formata da Giulio Zeppieri e Francesco Forti, alla prima affermazione nella categoria. Nel match per il titolo i due si sono imposti con un netto 6-3 6-2 ai danni di Facundo Diaz Acosta ed Alexander Merino.

Federico Gaio: “Ho battuto un grande giocatore” - All’indomani della convincente vittoria su Flavio Cobolli, Federico Gaio è approdato in finale con un’affermazione ancora più netta: “Questa prestazione mi rende molto felice. Etcheverry è un grandissimo giocatore, per batterlo ho giocato veramente bene e non mi sono concesso passi falsi”. Dopo aver dominato il primo parziale, l’allievo di Fabio Colangelo ha tenuto il piede sull’acceleratore e ha chiuso con grande merito: “Le rimonte sono sempre dietro l’angolo e non va mai abbassata la guardia, oggi però ho giocato tutti i punti al massimo e non ho lasciato nulla - non si nasconde Federico, pronto per la finale contro Vilella Martinez -. Essere prima testa di serie vuol dire tutto e niente, io devo pensare a me, non ai numeri. Domani mi giocherò il trofeo contro Mario che gioca molto bene e ha una grande pesantezza di colpi: per vincere dovrò semplicemente fare meglio di lui”.

Pucinelli de Almeida si ferma all’ostacolo Vilella Martinez - Cede il primo set della sua settimana Mario Vilella Martinez, che stacca il pass per la finale battendo Matheus Pucinelli de Almeida con lo score di 7-6(4) 3-6 6-1. Il numero due del seeding sta esprimendo un tennis superbo sui campi del Tennis Club Todi 1971, e non ha fatto eccezioni contro il rivale brasiliano: “È arrivato in semifinale partendo dalle qualificazioni, mi aspettavo giocasse bene ed è stato impressionante ad inizio match - Vilella Martinez tesse le lodi dell’avversario -. Ho retto bene l’urto e ho provato a colpire sempre più forte. Nel terzo set credo lui si sia ritrovato un po’ a corto di energie, io che invece ho giocato meno ore di lui mi sono fatto trovare pronto e l’ho chiusa”. Quella che ad inizio settimana era una speranza si è dunque concretizzata, Vilella Martinez eguaglia infatti la finale raggiunta a Todi nel 2013 da Santiago Giraldo, suo tecnico in questo torneo: “Ne parlavamo da quando sono arrivato e adesso sono contento di essere in finale: ora l’obiettivo è vincere il secondo Challenger della mia carriera”.

I risultati di sabato 17 luglio

Semifinali
(1) Federico Gaio b. (4) Tomás Martín Etcheverry 6-2 6-2
(2) Mario Vilella Martinez b. (Q) Matheus Pucinelli de Almeida 7-6(4) 3-6 6-1
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Internazionali di tennis città di Todi, Gaio batte l'astro nascente argentino e conquista la finale contro Vilella Martinez

PerugiaToday è in caricamento