Sport Gubbio

Gubbio-Crotone 3-3 | Il Gubbio fa harakiri, il Crotone ringrazia

Un Gubbio scellerato getta alle ortiche una vittoria che sembrava a portata di mano regalando per tre volte il pareggio al Crotone. In rete per gli umbri vanno Ciofani, Boisfer e Cottafava a cui rispondono Sansone e una doppietta di Caetano

Una partita incredibile viene letteralmente gettata alle ortiche dal Gubbio: gli eugubini pareggiano per 3-3 con il Crotone dopo essere andati per tre volte in vantaggio, l'ultimo dei quali arrivato addirittura al 90'. I gol degli umbri portano la firma di Ciofani, Boisfer e Cottafava, sempre ripresi dai gol di Sansone e Caetano(doppietta). Per la squadra di Simoni, adesso, la strada per la salvezza diventa sempre più in salita.

IL MATCH - Il Gubbio parte meglio e all'8' ha la prima palla gol con Ciofani che, su corner di Mario Rui, colpisce di testa mandando la sfera di poco alta sulla traversa. I ritmi sono blandi, la paura di perdere domina e così il secondo sterile tentativo offensivo arriva al 23' con una punizione di Loviso decisamente fuori misura. Il match è fortemente consigliato anche ai cardiopatici visto che la noia domina incontrastata ma al 37' il Gubbio ha un sussulto vitale: Caracciolo sfonda da destra e serve in area di rigore Ciofani il quale, con un rasoterra di sinistro, stampa il vantaggio umbro. Il Crotone prova a rispondere prima con Abruzzese che dalla distanza sfiora l'incrocio(39') e poi con un colpo di testa di De Giorgio che non inquadra la porta(45'). Un brutto primo tempo ravvivato dalla fiammata di Ciofani va così in archivio con il vantaggio del Gubbio. 

La ripresa parte con Florenzi al posto di Mazzotta nel Crotone e il giovane talento scuola Roma ci mette tre minuti per fornire i primi grattacapi al Gubbio: De Giorgio crossa e il centrocampista calabrese colpisce benissimo di testa impegnando Donnarumma in un miracolo che mantiene intatto il vantaggio eugubino. Al 54' ci prova Sansone da fuori area ma il numero uno del Gubbio si distende in tuffo e mette in corner. La partita è ora spumeggiante e al 56' ci prova Raggio Garibaldi di testa dopo un traversone di Cottafava ma l'incornata del numero 10 eugubino è fuori misura. Identico tentativo al 59' per un altro neoentrato, Pettinari, il cui colpo di testa è bloccato da un attentissimo Donnarumma. Al 61' grandissima occasione per Boisfer: il centrocampista eugubino sfonda centralmente e, non appena entrato in area di rigore ospite, lascia partire un tiro che sibila vicino alla traversa. La pressione del Crotone, comunque, è forte e al 65' i calabresi pareggiano: Pettinari di forza sfonda e serve Sansone in area il quale si libera della marcatura e lascia partire un tiro preciso sul quale Donnarumma non può nulla. Gli schemi saltano e al 70' il Gubbio ritorna in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, in mischia è Boisfer il più lesto di tutti con una zampata a siglare il gol del 2-1 per i suoi. La difesa umbra, però, non spicca per impermeabilità e al 74' il Crotone raggiunge il pareggio per la seconda volta: sempre su azione di corner, Caetano è libero di stoppare e lasciare partire una conclusione imparabile per Donnarumma. 2-2 e tutto da rifare per l'undici di Simoni. Il gol calabrese è una mazzata per il Gubbio e il Crotone prova a vincere: all'80' Florenzi su punizione non centra il bersaglio grosso per una questione di centimetri. Su calcio da fermo, però, il Gubbio è pericoloso e all'83' è Briganti a sfiorare il gol del 3-2 con un colpo di testa su corner che finisce alto di pochissimo. All'88' Donnarumma è nuovamente decisivo quando sventa in due tempi una percussione di Pettinari chiusa con una potente conclusione di sinistro bloccata dal numero uno eugubino. Un minuto dopo, però, quando il Gubbio sembra alle corde, la compagine umbra ritorna incredibilmente in vantaggio: sempre da calcio d'angolo, Cottafava stacca più in alto di tutti e trafigge per la terza volta Bindi. La squadra di Simoni, però, non ne vuole proprio sapere di vincere la partita e nel recupero concede il terzo e definitivo pareggio al Crotone: ennesima dormita sugli sviluppi di un calcio da fermo e Vinetot viene atterrato da Donnarumma per un calcio di rigore che Caetano trasforma spiazzando il numero uno eugubino. Finisce con un pirotecnico 3-3 un match diventato incandescente nella ripresa ma pieno zeppo di errori individuali e di posizionamento.

LA SVOLTA DEL MATCH - Gli errori difensivi delle due retroguardie hanno fornito la svolta del match. Praticamente tutti i gol del match, infatti, sono stati siglati per via di errori e disattenzioni delle difese che hanno portato al pirotecnico, ma inutile per il Gubbio, punteggio di 3-3.

TABELLINO

GUBBIO(4-3-3) - Donnarumma; Caracciolo, Cottafava, Benedetti, Mario Rui; Boisfer, Raggio Garibaldi(69'Mastronunzio), Sandreani(57'Lunardini); Graffiedi, Ciofani(64'Briganti), Ragatzu. A disposizione: Farabbi, Farina, Benedetti, Gerbo. Allenatore: Luigi Simoni.

CROTONE(4-3-1-2) - Bindi; Correia, Abruzzese, Vinetot, Mazzotta(46'Florenzi); Eramo, Loviso(53'Pettinari), Galardo; Caetano; De Giorgio(91'Ciano), Sansone. A disposizione: Belec, Colomba, Djuric, Tedeschi. Allenatore: Massimo Drago.

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Reti: 37'Ciofani(G), 65'Sansone(C), 70'Boisfer(G), 74' e 92'rig.Caetano(C), 90'Cottafava(G)

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Sandreani(G), Mario Rui(G), Benedetti(G), Donnarumma(G)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gubbio-Crotone 3-3 | Il Gubbio fa harakiri, il Crotone ringrazia
PerugiaToday è in caricamento